Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Innovazione raggiunta nel decodifica degli agenti patogeni multi-resistenti

I ricercatori all'università di Tübingen ed al centro tedesco per la ricerca di infezione (DZIF) hanno raggiunto un'innovazione nel decodifica degli agenti patogeni multi-resistenti. Il gruppo piombo dal professor Andreas Peschel e dal professor Thilo Stehle poteva decodificare la struttura e la funzione di una proteina precedentemente sconosciuta usata dagli agenti patogeni temuti quale lo staphylococcus aureus come un mantello magico per proteggersi dal sistema immunitario umano. Lo studio è stato pubblicato in natura il mercoledì.

Infezioni causate dai batteri quale causa di staphylococcus aureus molte morti universalmente. Gli sforzi di staphylococcus aureus resistenti alla meticillina antibiotica (MRSA in breve) sono temuti specialmente in ospedali. Secondo uno studio pubblicato all'inizio di novembre, c'erano intorno 670.000 malattie causate nel 2015 dagli agenti patogeni multi-resistenti nell'UE da solo e 33.000 pazienti sono morto.

Normalmente, il nostro sistema immunitario fa fronte bene agli agenti patogeni quali i batteri o i virus. Tuttavia, a volte le strategie difensive del corpo umano vengono a mancare, particolarmente in pazienti immunocompromised. La maggior parte dei antibiotici sono nel frattempo inefficaci contro gli agenti patogeni resistenti. Gli efficaci antibiotici della sostituzione e un vaccino protettivo contro MRSA non sono ancora in vista. Una comprensione precisa dei meccanismi di difesa ha potuto quindi piombo alle nuove terapie contro i batteri.

I ricercatori di DZIF all'università di Tübingen ora hanno descritto come i batteri di MRSA diventano invisibili al sistema immunitario. Potevano indicare che molti di batteri particolarmente frequenti di MRSA hanno acquistato una proteina precedentemente sconosciuta che impedisce agli agenti patogeni di essere individuata dagli anticorpi. Gli scienziati di Tübingen hanno dato alla proteina la tela cerata di nome (breve per il ribitol acido teichoic P).

“La tela cerata altera il reticolo delle molecole del carboidrato sulla superficie dell'agente patogeno in un modo finora sconosciuto,„ il professor spiegato Andreas Peschel dall'istituto di Interfaculty della medicina di infezione e di microbiologia all'università di Tübingen. “Di conseguenza, il sistema immunitario non può produrre gli anticorpi contro l'antigene di MRSA più importante, acido teichoic,„ ha detto Peschel. “Il sistema immunitario “è accecato„ e perde la sua arma più importante contro l'agente patogeno.„

Riprogrammato dai fagi

I ricercatori da Tübingen suppongono che il cammuffamento batterico è il risultato di uno scambio fra gli agenti patogeni ed i loro nemici naturali, conosciuto come i batteriofagi. I fagi sono classe A di virus che attaccano i batteri, li usano come cellule ospiti e se le alimentano. In questo caso, i fagi sembrano riprogrammare il loro host che usando la proteina della tela cerata ed alterare così la superficie del batterio.

I primi autori dello studio, David Gerlach e Yinglan Guo, riuscito a chiarire il meccanismo e la struttura della tela cerata. “Ora abbiamo una comprensione dettagliata di come la proteina funziona come enzima al livello molecolare,„ abbiamo detto Gerlach. L'analisi di struttura-funzione della tela cerata forma una base eccellente per lo sviluppo di nuove droghe che bloccano la tela cerata permettendo che il sistema immunitario individui gli agenti patogeni. Un approccio interdisciplinare, facente partecipare gli scienziati dalla Danimarca, la Germania, Gran Bretagna, Italia, Paesi Bassi e Corea del Sud, era particolarmente importante per il successo di questo lavoro.

“La scoperta della tela cerata è venuto come sorpresa completa a noi. Spiega molto bene perché il sistema immunitario non ha spesso probabilità contro MRSA,„ ha detto il professor Thilo Stehle dall'istituto di Interfaculty della biochimica. “I risultati ci aiuteranno a sviluppare le migliori terapie ed i vaccini contro gli agenti patogeni.„ Peschel si è riferito al cluster recentemente approvato di Tübingen di eccellenza “microbi gestenti per combattere le infezioni„ e la stretta collaborazione con il centro tedesco per la ricerca di infezione: “Queste reti eccezionali ci aiuteranno più ulteriormente ad avanzare la ricerca di MRSA e della tela cerata.„