Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio trova i collegamenti genetici fra dipendenza dell'alcool e disordini psichiatrici

Nel più grande studio sui fattori genetici collegati a dipendenza dell'alcool, un gruppo internazionale dei ricercatori ha identificato un gene conosciuto per pregiudicare il rischio ed hanno determinato che molti altri geni egualmente contribuiscono al rischio per dipendenza dell'alcool in misura minore. Inoltre, lo studio ha collegato i fattori genetici connessi con dipendenza dell'alcool ad altri disordini psichiatrici, quale la depressione ed ha indicato che i fattori genetici connessi con bere tipico a volte sono differenti da quelli connessi con dipendenza dell'alcool.

La nuova analisi, dal gruppo di lavoro di disordini di uso della sostanza del consorzio psichiatrico di genomica, aggiunge alla comprensione corrente della dipendenza dell'alcool, ad un disordine complesso influenzato dai geni, all'ambiente ed alle loro interazioni.

Il gene che è stato associato conclusivamente con il rischio di dipendenza dell'alcool regolamenta quanto l'organismo metabolizza rapidamente l'alcool. Gli effetti di altri geni non erano abbastanza grandi raggiungere determinato il significato statistico -- anche se questo studio ha compreso più di 50,000 persone -- ma i loro effetti combinati erano significativi.

Lo scopo della ricerca è di capire meglio come i geni possono contribuire ai problemi dell'alcool mentre un modo svilupparsi ha migliorato e di più ha personalizzato i trattamenti.

Lo studio è pubblicato il 26 novembre online in neuroscienza della natura del giornale.

“Il preventivo corrente è che uno in otto Americani soffre da dipendenza dell'alcool,„ ha detto l'autore Arpana senior Agrawal, il PhD, un professore della psichiatria alla scuola di medicina dell'università di Washington a St. Louis. “Ed il gene che abbiamo identificato ha un effetto protettivo, ma in nessun caso è la sola cosa che pregiudica il rischio di dipendenza dell'alcool. Sappiamo che i fattori ambientali egualmente svolgono un ruolo. Egualmente pensiamo che la predisposizione genetica a dipendenza dell'alcool provenga dai leggeri, effetti cumulativi di un grandissimo numero di varianti attraverso il genoma.„

L'analisi ha paragonato le varianti genetiche da quasi 15.000 persone diagnosticate a dipendenza dell'alcool quasi a 38,000 persone che non hanno avute quella diagnosi.

per riunire così grande campione, Agrawal -- con i colleghi dalla scuola di medicina di Yale University, dalla scuola di medicina di Indiana University, dal vasto istituto e da altri centri intorno al mondo -- dati analizzati da 28 studi genetici su alcolismo in otto paesi. Ma i ricercatori ritengono ancora i più grandi studi siano necessari in futuro perché gli studi genetici su altri disordini psichiatrici hanno richiesto il DNA fra da 40.000 e 100.000 pazienti di permettere che i ricercatori isolino dozzine di varianti del gene relative ai termini quali la schizofrenia e la depressione.

“Poichè analizziamo le persone alcoldipendenti supplementari, dovremmo potere scoprire che le regioni genomiche supplementari pregiudicano il rischio per dipendenza dell'alcool,„ ha detto primo Raymond Walters autore, di vasto istituto del MIT e di Harvard. “Sappiamo che ci sono altre regioni del DNA che hanno leggeri effetti sul rischio, ma sta andando catturare un grande aumento nella nostra dimensione del campione prima che possiamo robusto identificare quelle varianti.„

L'un gene che è stato fuori, chiamato ADH1B, regolamenta come l'organismo converte l'alcool in sostanza chiamata acetaldeide. Le varianti nel gene accelerano la conversione ad acetaldeide, un composto sgradevole e quella ha un effetto protettivo, incitante la gente meno probabilmente per bere molto o stare bene agli alcoolizzati. Una droga corrente, Disulfuram (Antabuse) lavora agli stessi trattamenti metabolici delle varianti del gene identificate in questo studio.

I ricercatori hanno trovato che i fattori di rischio genetici relativi a dipendenza dell'alcool egualmente sono stati collegati per rischiare per altri disordini psichiatrici, quali la depressione, la schizofrenia, ADHD e l'uso delle sigarette e della marijuana. Pianificazione continuare a studiare quei collegamenti fra predisposizione genetica a dipendenza dell'alcool ed il rischio per altri tipi di malattie psichiatriche.

“C'erano collegamenti genetici sia ad altri disordini psichiatrici, quale la depressione che ad uso delle sigarette e di altre droghe come le cannabis,„ ha detto Joel Gelernter, MD, della scuola di medicina di Yale University. “Poichè studiamo un gran numero di gente, pensiamo potere determinare almeno in parte quanto di questa correlazione, o il rischio comune, è attribuibili ad alcolismo e quanto può essere la conseguenza di questi altri disordini.„

Un aspetto chiave di nuovo studio è che ha compreso i dati genetici dalla gente (6.280) delle ascendenze europea (46.568) ed africana. Sebbene lo stesso gene di ADH1B sia collegato al rischio di alcolismo sia nella gente dell'ascendenza europea che dell'ascendenza africana, i ricercatori hanno trovato che le varianti differenti nel gene hanno alterato il rischio nelle due popolazioni. L'altra ricerca ha rivelato che la stessa variazione nello stesso gene di accade in europei egualmente influenza il rischio nella gente di origine asiatica, ma che i dati non sono stati inclusi in questo studio.

“Ci sono stati studi genetici molto grandi degli europei, ma tanta ricerca in popolazioni africane da provare a capire che fattori genetici sono alla base del rischio per alcolismo,„ ha detto Howard J. Edenberg, PhD, della scuola di medicina di Indiana University. “In futuro, dobbiamo studiare un gran numero molto di gente dalle popolazioni non europee perché non conosciamo tanto circa i fattori genetici che pregiudicano il loro rischio. Come il nostro studio indicato, questi fattori può differire da popolazione a popolazione.„

I ricercatori egualmente hanno trovato che i fattori genetici relativi all'alcool semplicemente bevente erano un poco differenti dai fattori genetici che hanno contribuito a dipendenza dell'alcool. Cioè almeno al livello genetico, c'è una differenza fra l'alcool semplicemente bevente, anche un gran numero di alcool e diventare dipendente da.

“La gente che soffre dalla dipendenza dell'alcool beve generalmente molto, ma egualmente avvertono altri problemi relativi a loro bere, come il controllo perdente sopra quando e quanto bevono,„ Agrawal ha spiegato. “Penso che sia probabile che poichè le dimensioni del campione dei nostri studi aumentano, possiamo trovare le nuove varianti del DNA relative a questi aspetti problematici di dipendenza dell'alcool ma possibilmente relative a bere tipico.„

Ha detto che quei più grandi campioni delle persone con e senza una diagnosi di dipendenza dell'alcool saranno chiave alle scoperte future circa i contributi genetici ad alcolismo.

“Il rischio ha conferito dal gene di ADH1B è uno di più forti effetti del unico gene veduti nella gente con una malattia psichiatrica, ma camice, spiega soltanto una piccola proporzione del rischio,„ Agrawal ha detto. “Molte varianti supplementari del gene stanno rimpicciolendo i contributi al rischio di alcolismo, ma trovarli, dovremo studiare più gente.„