Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Divieto degli annunci degli alimenti industriali per combattere obesità di infanzia

Sul 23 novembre, sindaco Sadiq Khan di Londra ha annunciato il febbraio il quel, tutte le pubblicità per alimento alto in grasso, zucchero e sale sarà vietato dal tubo e dalla rete di autobus di Londra. La misura fa parte della pianificazione del sindaco per fare diminuire le tariffe dell'obesità del bambino.

L'amministratore delegato con sede a Londra Fred Roeder del centro Choice del consumatore ha detto che quello l'obesità di combattimento di infanzia è uno scopo nobile, ma calpestare la scelta del consumatore e le destre dei consumatori adulti non è una soluzione appropriata.

Anche se tutti acconsentiamo che l'obesità è un'emissione importante, le limitazioni della commercializzazione non sono risultato essere efficaci nello staccamento dal gambo. Nel 1980, la pubblicità degli alimenti industriali è stata proscritta in Quebec e contrariamente ai risultati previsti, le tariffe dell'obesità di infanzia sono andato su entro 140% durante i 15 anni che seguono l'introduzione del divieto.

Ad ottobre, la salute pubblica Inghilterra ha indicato che più di 37 per cento di 10 ed il 11enni a Londra sono di peso eccessivo o obesi. Spesso si argomenta erroneamente che questo è causato dall'assunzione dell'alta energia, ma le tariffe dell'obesità dipendono dall'attività fisica, che secondo la salute pubblica l'Inghilterra ha fatto diminuire da 24 per cento dagli anni 60. L'assunzione quotidiana di caloria nel Regno Unito egualmente sta facendo diminuire ogni decade. Non abbiamo un problema degli alimenti industriali, ma un problema bruciante di caloria. Piuttosto del divieto degli alimenti industriali, il sindaco dovrebbe sostenere la promozione degli stili di vita sani che comprendono l'esercizio fisico.

Per fare un backup la pianificazione, il sindaco ha spiegato che la pubblicità del ` fa una parte enorme nelle scelte che operiamo. “Mentre è vero che le pubblicità contribuiscono a distinguere i prodotti sul servizio, i governi dovrebbero conservare destre dei consumatori„ decidere per se stessi ed evitare la legislazione che cerca di vietare le marche. Infine, come necessità della società di mettere a fuoco sull'istruzione e sull'autorizzazione dei genitori per assicurare i loro bambini operiamo le scelte sane.„

Fred Roeder, amministratore delegato, centro di scelta del consumatore

Sorgente: https://consumerchoicecenter.org/