Il nuovo studio risolve il mistero di lunga durata nell'immunità innata

Studio sudoccidentale del Dott. Zhijian “James„ Chen del biochimico di UT e del vincitore del premio dell'innovazione il più nuovo risponde ad una domanda di lunga durata nel campo di immunità innata.

Gli scienziati lungamente si sono domandati come una proteina, NLRP3, può promuovere l'infiammazione in risposta a una vasta gamma di stimoli apparentemente indipendenti.

Il Dott. Chen, professore di biologia molecolare e Direttore del centro sudoccidentale di UT per la ricerca di infiammazione, questo mese ha ricevuto il premio 2019 dell'innovazione nelle scienze biologiche per l'identificazione del DNA che percepisce il cGAS degli enzimi (sintasi ciclica di GMP-AMP), che dà l'allarme per provocare una risposta immunitaria innata dentro le celle.

Nello studio corrente, pubblicato oggi in natura, il Dott. Chen ha studiato un'altra via del sistema immunitario che comprende la proteina NLRP3, che è strumentale nel montaggio delle cellule del complesso del multiprotein chiamato il inflammasome. In risposta ad una pletora di agenti nocivi che variano dalle tossine ai cristalli del colesterolo, ai grilletti inflammasome la via per la morte infiammatoria delle cellule, o al pyroptosis dalla parola greca pyro, significante incendio. Il inflammasome egualmente aumenta la produzione dell'organismo delle sostanze del sistema immunitario, quali le interleuchine, che aiutano nella risposta immunitaria dell'organismo.

Inoltre, la proteina NLRP3 è alla base dell'infiammazione in un gruppo di malattie autoinflammatory chiamate sindromi periodiche cryopyrin-associate (CAPS), che comprende la sindrome autoinflammatory fredda familiare (FCAS), la gotta e un modulo di infiammazione della cellula cerebrale connesso con il morbo di Alzheimer.

“Una domanda di lunga durata in materia è come NLRP3 può essere attivato da molti diversi agenti che non sembrano dividere alcune similarità chimiche o strutturali,„ ha detto il Dott. Chen, un ricercatore di Howard Hughes Medical Institute che tiene la presidenza di George L. MacGregor Distinguished nella scienza biomedica come pure in una cattedra nel centro per la genetica della difesa ospite a UT sudoccidentale. “Questi risultati forniscono un nuovo viale per terapeutica di sviluppo che mirano alla via NLRP3 per il trattamento delle malattie infiammatorie.„

Con una combinazione di biochimico, la rappresentazione e gli approcci genetici, il Dott. Chen ed il Dott. Jueqi Chen del ricercatore postdottorale, l'autore principale dello studio e nessuna relazione, hanno scoperto un mutamento strutturale precedentemente sconosciuto all'interno delle celle.

Hanno trovato che i diversi stimoli tutti inducono l'organello cellulare chiamato la rete trans--Golgi (TGN) a separare nelle vescicole giganti, o di sacchi ripieni di fluida. Queste vescicole contengono un componente lipidico speciale (PI4P) quel legature ad una regione specifica di NLRP3. Questa associazione avvia una serie di eventi che piombo all'attivazione del inflammasome.

“Il NLRP3 inflammasome è in quanto può essere avviato tramite una grande schiera degli stimoli,„ il Dott. unico Chen ha detto. “Questo studio trova che piuttosto che direttamente riconoscendo gli agenti nocivi, il NLRP3 inflammasome individua un mutamento strutturale causato da un intervallo degli agenti differenti che causano il danno cellulare. Infatti, l'attivazione NLRP3 è rievocativa “del modello della guardia„ quell'uso degli impianti combattere le diverse minacce riflettendo gli obiettivi che sono stati alterati, il cosiddetto approccio ospite di agente-indurre-alterare-auto.

“Legando alle vescicole trans--Golgi smontate della rete come “ha alterato l'auto, “NLRP3 percepisce indirettamente una grande varietà di agente patogeno e molecole pericolo-associate,„ ha aggiunto.

Sorgente: https://www.utsouthwestern.edu/newsroom/articles/year-2018/innate-immunity.html