Ricerca: la ricostruzione dell'Libero alettone ha “risultati generalmente buoni„ in donne invecchiate 65 o più vecchio

La ricostruzione del petto facendo uso “di un alettone libero„ dall'addome del paziente è una procedura sicura con un alto indice di successo in donne più anziane che optano per la ricostruzione dopo la mastetomia, riferisce uno studio nell'emissione di dicembre di Surgery® di plastica e ricostruttivo, il giornale medico ufficiale della società americana dei chirurghi plastici (ASP).

Sebbene il rischio di alcune complicazioni sia più alto, la ricostruzione dell'libero alettone ha “risultati generalmente buoni„ in donne invecchiate 65 o più vecchio, secondo il rapporto dal chirurgo Oren Tessler del membro di ASP, il MD, da MBA e dai colleghi delle scienze di salubrità di Louisiana State University concentra, New Orleans. “Le donne più anziane desiderano la ricostruzione del petto dopo la mastetomia e dovrebbero essere offerte tutte le opzioni di ricostruzione disponibili,„ osservazioni del Dott. Tessler.

La salubrità del paziente, non appena l'età, pregiudica i risultati di ricostruzione dell'alettone di DIEP

I ricercatori hanno analizzato la loro esperienza con un tipo di alettone libero (perforatore inferiore profondo dell'arteria epigastrica, o alettone “di DIEP„) per ricostruzione del petto dopo la mastetomia, confrontante i risultati in più vecchio contro le più giovani donne. Gli alettoni liberi sono una procedura ricostruttiva autologa, significante che usano i propri tessuti del paziente (piuttosto che gli innesti). L'alettone di DIEP usa il tessuto dall'addome del paziente.

Lo studio ha compreso i dati su una ricostruzione dell'alettone di DIEP di 339 petti in 208 pazienti dopo la mastetomia per cancro al seno fra 2009 e 2013. Le complicazioni ed i fattori di rischio sono stati confrontati in un gruppo di donne più anziane (età media 67 anni, 54 alettoni) contro le più giovani donne (età media 49 anni, 285 alettoni). Le donne più anziane hanno avute tariffe sostanzialmente più alte dei fattori di rischio medici, compreso il diabete, l'ipertensione e ricco in colesterolo.

Perdita completa o parziale del risultato primario - dell'alettone di DIEP o l'esigenza di ulteriore ambulatorio dell'alettone - non era significativamente differente fra i gruppi più anziani e più giovani. La deiscenza, un tipo di complicazione ferita-curativa, era più comune nel gruppo più anziano: quasi 26 per cento, confrontati ad otto per cento nel più giovane gruppo. Le complicazioni relative al sito erogatore dell'alettone nell'addome erano simili fra le fasce d'età.

Dopo adeguamento per altri fattori - compreso il più alta tariffa dei rischi medici in donne più anziane - l'età era un fattore di rischio significativo per perdita dell'alettone come pure deiscenza complete della ferita. Tuttavia, il rischio assoluto di perdita completa dell'alettone era molto basso: soltanto tre casi (due nel gruppo più anziano, uno nel più giovane) in complessivamente 339 alettoni di DIEP. Le osservazioni del Dott. Tessler, “l'indice di successo globale nelle nostre più vecchie casse dell'alettone di DIEP erano 96,3 per cento - soltanto marginalmente più bassi della tariffa di 99,6 per cento nei nostri più giovani casi.„

Il cancro al seno è soprattutto una malattia delle donne più anziane: l'età media alla diagnosi è di 62 anni e più di 40 per cento dei pazienti sono 65 o più vecchio. Sebbene la ricostruzione del petto abbia vantaggi importanti dopo la mastetomia, le donne più anziane sono meno probabili subire questa procedura. I chirurghi possono percepire che la ricostruzione del petto è più rischiosa in donne più anziane, con le più alte tariffe delle complicazioni e ferire i problemi curativi.

Mentre il nuovo studio indica che le età 65 o più vecchio sono associate con alcuni rischi aumentati dopo ricostruzione del petto. Tuttavia, queste complicazioni sembrano almeno parzialmente relative alle più alte tariffe dei fattori di rischio medici fra le donne più anziane. I risultati rinforzano l'importanza di valutazione dello stato di salute del paziente determinato - non appena età da solo - nella determinazione dei rischi di ricostruzione del petto.

Gli studi precedenti hanno suggerito che le donne più anziane che subiscono la mastetomia volessero la ricostruzione del petto e che i vantaggi fossero simili a quelli in più giovani pazienti. “Di conseguenza, noi mentre i chirurghi plastici devono essere preparati consultare i pazienti anziani prima delle loro mastetomia ed essere preparati pianificazione le ricostruzioni di simile modo ai più giovani pazienti,„ il Dott. Tessler ed i co-author scriviamo.

Concludono, “sebbene ci sia un rischio aumentato di perdita dell'alettone con l'età, pazienti 65 anni e più vecchio può consigliarsi che la ricostruzione libera dell'alettone porta un profilo di rischio accettabile rispetto ai vantaggi della procedura.„

Sorgente: https://wolterskluwer.com/