Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di uA scoprono il cavo di promessa nell'approccio genetico a curare il tumore al cervello micidiale

Glioblastoma, un tumore al cervello micidiale che ha afferrato i titoli per la reclamazione delle durate dei Sen. Edward Kennedy e John McCain, potrebbero “essere ingannati„ nel risparmio dei più delle sue vittime.

Un gruppo dei ricercatori dell'università dell'Arizona che hanno cercato le differenze genetiche fra le celle di glioblastoma dai superstiti a lungo ed a breve termine ha scoperto che coloro che è sopravvissuto a più lungamente hanno avuti una proteina che potrebbe essere mirata a per aumentare la sopravvivenza in tutti i pazienti di glioblastoma. I risultati sono stati presentati questo mese alla società per la conferenza dell'Neuro-Oncologia a New Orleans. Questo lavoro è nelle sue fasi iniziali ed i ricercatori dicono che sono molti anni e milioni di dollari a partire dalla traduzione potenziale nei trattamenti per i pazienti.

“Glioblastoma essenzialmente è incurabile,„ ha detto Baldassarre “Dino„ Stea, il MD, il PhD, capo dell'istituto universitario di uA di medicina - dipartimento di Tucson dell'oncologia di radiazione. “Durante i 15 anni scorsi, soltanto una droga -- temozolomide -- è stato inventato, mentre il resto del campo del cancro sta zumando in avanti.„

Con chirurgia, seguita dalla chemioterapia e dalla radiazione, gli adulti con il glioblastoma sopravvivono a per una media di 11-15 mesi. Alcuni soccomberanno più presto, mentre altri sopravvivono la loro prognosi iniziale entro i mesi o persino gli anni.

“Ero curioso sapere i geni differenziale sono espressi in pazienti che vivono più lungamente,„ hanno detto il martello di Michael, il PhD, co-direttore del ricercatore delle risorse comuni e di genomica del centro del Cancro di uA con l'istituto di uA BIO5. “Se possiamo identificare una via nel tumore che potremmo potere mirare a, possiamo provare ad incitare i pazienti di breve durata a guardare più simile ai pazienti longevi.„

DRS. Stea ed il martello contribuiti per scoprire che i superstiti a lungo termine fabbricano una proteina hanno chiamato WIF-1 nell'abbondanza relativa. Il gruppo in primo luogo ha cercato “la segnalazione delle vie,„ una collezione di geni che gestiscono la funzione cellulare in circostanze normali ma può andare storto per causare il cancro.

“La via di segnalazione di Wnt ha schioccato su come la via più importante per limitare le probabilità di sopravvivenza dei pazienti di glioblastoma,„ il Dott. il Hammer ha detto. Questa via normalmente è compresa con manutenzione del tessuto ma può rifornire la crescita di combustibile del tumore se diventa iperattiva. I superstiti a lungo termine sono sembrato contare sui geni che sopprimono la funzione della via di segnalazione di Wnt.

“Abbiamo avuti un pilastro dei geni ed abbiamo cercato una sovrarappresentazione di questi geni confrontati ad un insieme casuale dei geni,„ il Dott. il Hammer ha detto. “Abbiamo trovato che, nei pazienti che hanno sopravvissuto più lungamente a geni medii e determinati tamping giù la segnalazione di Wnt.„

Dopo il setacciamento attraverso 800 geni in 23 campioni di glioblastoma, il gruppo ha identificato il gene WIF-1, che fabbrica la proteina WIF-1, come un inibitore importante della via di Wnt e forte preannunciatore della sopravvivenza a lungo termine.

“La via di Wnt è mentalmente disturbata e WIF-1 è la polizia. Il Cancro coltiva quando non c' è abbastanza polizia per tenere la persona mentalmente disturbata nell'assegno,„ il Dott. Stea ha detto. “Qualche gente è dotata di più WIF-1 e sopravvive a più lungamente.„

Mentre provare a gene WIF-1 qualche giorno possono aiutare gli oncologi a predire quali pazienti sopravvivranno a più lungamente, una maggior speranza è che questo lavoro piombo ad una droga i tumori di quel glioblastoma degli obiettivi con più precisione che il trattamento standard.

“Speriamo di creare una droga per sopprimere la via di Wnt in modo che tutti sopravvivano a più lungamente,„ il Dott. Stea abbiamo detto. “Sarebbe il vaso di oro all'estremità del Rainbow.„

Il Dott. Stea ritiene che i nuovi approcci siano essenziali per estendere la sopravvivenza per i pazienti di glioblastoma.

“Penso che abbiamo raggiunto la punta di cui il chirurgo può fare ed abbiamo raggiunto il la maggior parte possiamo con radiazione,„ ha detto. “La maturazione non verrà da più radiazione o da più chirurgia -- il glioblastoma è un problema genetico che dobbiamo risolvere geneticamente.„

Un modo arruolare la genetica umana nella lotta contro il glioblastoma è di migliorare gli effetti di radiazione, che uccide le cellule tumorali danneggiando il loro DNA. Glioblastomas ha una capacità speciale di riparare questo danno del DNA, diminuente l'efficacia della radiazione.

“Sto colpendo i fori nel DNA delle celle di glioblastoma e la via di Wnt ritorna e contribuisce a riparare il danno,„ il Dott. Stea ha detto, riferendosi al suo lavoro come oncologo di radiazione. “È come sto esplodendo un ponte in modo dal nemico non può attraversare, ma durante la notte ricostruiscono il ponte.„

Catturando le indicazioni da WIF-1, gli scienziati potrebbero potere indebolire la capacità dei glioblastoma di riparare il DNA radiazione-nocivo.

“La via di Wnt attiva la riparazione del DNA. Se possiamo sopprimere Wnt, egualmente sopprimiamo la riparazione del DNA. Quando imitiamo quello in laboratorio aggiungendo la proteina WIF-1 alle celle di glioblastoma, diventano più sensibili a radiazione,„ ha detto Eric Weterings, il PhD, assistente universitario all'istituto universitario di uA di medicina - dipartimento di Tucson dell'oncologia di radiazione, che egualmente ha contribuito allo studio.

“Ora, posso dare soltanto così tanto la radiazione. Se superiamo quella soglia, siamo più probabili danneggiare il cervello,„ il Dott. Stea ha aggiunto. “Abbiamo un suggerimento che WIF-1 può aiutare la radiazione fa un migliore processo, componente il suo effetto di Cancro-uccisione.„

Questa ricerca preliminare è stata rifornita in parte da un regalo da uno dei pazienti di glioblastoma del Dott. Stea, che è un superstite a lungo termine agli anni di tre-e-un-metà. Ha sperato che i ricercatori potrebbero imparare dai pazienti longevi come se stesso. Molte volte, i pazienti riconoscenti contribuiscono a costituire un fondo per la ricerca del centro del Cancro di uA.

“È felice di essere vivo e molto generoso, in modo da ha fatto un regalo,„ il Dott. Stea ha detto. “Che è come il programma ha ottenuto andante.„

Per espandersi sopra i loro risultati, il gruppo corrente sta facendo domanda per le concessioni per continuare la loro ricerca.

“Non abbiamo avuti una popolazione enorme del campione, in modo da questi risultati potrebbero essere una passera -- ma sono statisticamente significativi,„ il Dott. Stea ha detto. “Il punto seguente è di convalidare con i centinaia di pazienti e poi di svolgere ulteriori studi con gli inibitori della via di Wnt.„

“È un passo avanti,„ il Dott. Weterings ha aggiunto. “In futuro, questo lavoro ha potuto darci un più grande ma arsenale più specifico delle opzioni per trattare questa malattia.„

Il gruppo già sta collaborando con il lancio Arizona di tecnologia, file una richiesta di brevetto provvisoria sull'impronta del gene per un sensibilizzatore diagnostico e possibile del tambuccio di radiazione.