Lo studio si dirige verso le nuove strategie per trapianto di gestione dell'organo

L'intestino umano può fornire a fino a 10 per cento dei globuli nella circolazione dal suo proprio bacino idrico delle cellule staminali diformazione, un nuovo studio sorprendente dai ricercatori all'istituto universitario di Vagelos di Columbia University dei medici ed i chirurghi ha trovato.

Gli scienziati precedentemente avevano ritenuto che i globuli fossero creati esclusivamente nel midollo osseo da una popolazione speciale delle cellule staminali ematopoietiche.

Perché importa

Il trapianto intestinale è la sola opzione a lungo termine per i pazienti con Crohn ed altre malattie se i loro intestini si guastano. Ma le alte tariffe di rifiuto e le complicazioni pericolose da immunosoppressione hanno limitato il successo di trapianto intestinale umano.

Quando una persona riceve un organo trapiantato, il sistema immunitario spesso riconosce il nuovo organo come non Xeros e lo distrugge. Le droghe immunosopressive potenti smussano queste risposte, ma quella rende il paziente molto più suscettibile delle infezioni e di altre complicazioni.

Come i globuli dal donatore aiutano il destinatario del trapianto?

Analisi dei globuli bianchi di circolazione in pazienti dopo che il trapianto intestinale suggerisce che le celle derivate dall'intestino donato abbiano maturato ed istruito nel destinatario per essere tolleranti dei propri tessuti del destinatario. Inoltre, globuli bianchi fatti dal destinatario dopo che il trapianto può essere istruito per essere tollerante del tessuto donato.

“Stiamo indicando chiaramente che c'è interferenza immunologica fra i due insiemi dei globuli che protegge il trapianto dal sistema immunitario del paziente e protegge il paziente dal trapianto,„ dice Sykes.

Le cellule staminali ematopoietiche nell'intestino finalmente sono sostituite da un raggruppamento di circolazione dal destinatario, i ricercatori anche trovati.

Come l'individuazione potrebbe migliorare il trapianto

Poiché i pazienti con i globuli più erogatori hanno avuti tariffe più basse di rifiuto dell'organo, i risultati si dirigono verso le nuove strategie per trapianto di gestione dell'organo.

Il bacino idrico dell'intestino delle cellule staminali diformazione è stato scoperto quando ricercatori--piombo da Megan Sykes, MD, Direttore del centro di Colombia per immunologia di traduzione--notato che il sangue dei pazienti che avevano ricevuto i trapianti intestinali ha contenuto le celle dal donatore. I ricercatori hanno tenuto la carreggiata i globuli del donatore di nuovo alla loro sorgente: cellule staminali ematopoietiche nell'intestino donato.

I globuli creati dalle celle nell'intestino del donatore anche possono essere utili al destinatario del trapianto. I globuli che più erogatori un paziente avesse nella circolazione, meno probabili erano di rifiutare i loro trapianti.

“È possibile che i pazienti con un ad alto livello delle celle erogarici non possano richiedere tant'immunosoppressione come corrente stanno ottenendo,„ dica Sykes, “e diminuire l'immunosoppressione potrebbe migliorare i risultati.„

La semina degli organi trapiantati con le cellule staminali ematopoietiche supplementari dal donatore può anche aumentare l'interferenza del donatore-destinatario ed amplificare la tolleranza del trapianto.

“Che potrebbe migliorare drammaticamente le vite dei pazienti di trapianto,„ Sykes dice. “Il nostro scopo finale è di ottenere la tolleranza immunitaria, che permetterebbe che noi eliminiamo l'immunosoppressione complessivamente ed abbiamo l'innesto trattato come l'auto dal paziente. Quello è realmente il sacro Graal.„

Che cosa è seguente

I ricercatori pianificazione uno studio che proverà ad amplificare il numero delle cellule staminali ematopoietiche consegnate durante il trapianto intestinale, eventualmente piombo ai livelli elevati dei globuli erogatori nella circolazione, nella tolleranza immunitaria ed in un'esigenza diminuita delle droghe immunosopressive.

Altri tipi di trapianti possono trarre giovamento dai simili interventi, anche per gli organi che non sembrano portare i loro propri bacini idrici delle cellule staminali ematopoietiche.

Avvertimenti

Questo studio ha analizzato 21 paziente che avevano ricevuto i trapianti intestinali.

Sebbene l'individuazione di una popolazione novella delle cellule staminali ematopoietiche sia emozionante, ancora non giustifica i cambiamenti nel livello di cura corrente.

Megan Sykes è egualmente il professore di Michael J. Friedlander di medicina e professore di microbiologia & dell'immunologia e delle scienze chirurgiche (nel dipartimento di chirurgia) all'istituto universitario di Vagelos di Columbia University dei medici e dei chirurghi.

Lo studio, “documenti non autografo intestinali umani contiene il gambo ematopoietico funzionale e le celle del progenitore che sono mantenute da un raggruppamento di circolazione,„ sono state pubblicate il 29 novembre in cellula staminale delle cellule.