L'esperto nella clinica di Cleveland sviluppa il modello personale di previsione per le sindromi di Myelodysplastic

Alla società americana della riunione annuale dell'ematologia (CENERE), l'ematologo della clinica di Cleveland e l'oncologo medici Aziz Nazha, M.D., presenteranno i risultati di un modello personale di previsione che sorpassava i modelli correnti di previsione per le sindromi di Myelodysplastic (MDS).

Il Dott. Nazha e colleghi riferisce i sistemi di raschiatura prognostici correnti superati modello, quale il sistema di raschiatura prognostico internazionale riveduto (IPSS-R), nella predizione del rischio di un paziente di MDS di mortalità e di trasformazione alla leucemia mieloide acuta (AML), un tipo più aggressivo di cancro del midollo osseo. “Un modello personale di previsione al rischio stratifica i pazienti con i MDS„ sarà presentato lunedì, Dec.3, al 2:45 p.m. in grande Corridoio A alla CENERE.

I pazienti con i MDS hanno risultati di sopravvivenza che possono variare a partire dai mesi alle decadi. Sebbene parecchi sistemi di raschiatura prognostici siano stati messi a punto per rischiare stratifichi i pazienti di MDS, sopravvivenza varia anche all'interno delle categorie distinte, che possono piombo ad sovra- o al sotto-trattamento. I ricercatori hanno supposto che le discrepanze potessero essere dovuto gli approcci o la mancanza analitici di incorporazione dei dati molecolari.

“Determinare la prognosi in oncologia è una della maggior parte delle parti importanti di nostro processo. Tutti i pazienti dell'oncologia vogliono sapere quanto tempo stanno andando vivere,„ hanno detto il Dott. Nazha. “Troviamo troppo spesso uno spazio significativo fra cui abbiamo predetto, in base ai modelli attuali di previsione e che cosa realmente è accaduto ai nostri pazienti.„

Il nuovo modello progettato dal Dott. Nazha e gruppo comprende i diversi dati genomica e clinici pazienti facendo uso di un algoritmo di apprendimento automatico per predire meglio le probabilità ed i risultati di sopravvivenza. I pazienti clinici e le variabili mutational sono inseriti in un'applicazione web che esegue il modello personale di previsione e fornisce le probabilità globali di trasformazione di AML e di sopravvivenza ai punti differenti di tempo che sono specifici per un paziente. I dati pazienti usati per verificare il modello sono venuto dalla clinica di Cleveland e dal laboratorio di leucemia di Monaco di Baviera e sono stati convalidati in una collezione separata di dati pazienti dal centro del Cancro di Moffitt.

In un confronto facendo uso delle cartelle sanitarie, il nuovo modello ha predetto la probabilità di un paziente della sopravvivenza per un periodo dato dei 74 per cento del tempo, confrontati ad un'accuratezza di IPSS-R di 67 per cento. Il modello ha predetto esattamente il rischio di un paziente di AML 80 per cento del tempo, confrontati ad un'accuratezza di IPSS-R di 73 per cento.

Il punto seguente del Dott. Nazha è di sviluppare un sito Web in cui i clinici possono introdurre le caratteristiche cliniche e genetiche di un paziente ed ottenere indietro la probabilità del paziente della sopravvivenza ai punti differenti di tempo quali sei mesi, 12 mesi e 18 mesi.

“Capire la prognosi di un paziente ci permette a più giustamente sviluppa una pianificazione del trattamento e pazienti del consulente legale,„ il Dott. Nazha ha detto. “Siamo ottimisti che una previsione migliore piombo a cura più personale.„

Il Dott. Nazha egualmente ha presentato “un modello personale di previsione per i risultati dopo che trapianto ematopoietico della cellula staminale di Allogeneic in pazienti con i MDS: A nome del comitato di leucemia cronica di CIBMTR„ alla CENERE sabato 1 dicembre.

In questo studio, il Dott. Nazha ed i colleghi hanno sviluppato un modello personale di previsione per i risultati dopo che trapianto ematopoietico allogeneic delle cellule (HCT) in pazienti con i MDS. In HCT allogeneic una persona riceve la sangue-formazione delle cellule staminali da un donatore geneticamente simile. HCT rimane la sola opzione potenzialmente curativa per i MDS e la ricerca precedente ha indicato che le alterazioni genetiche hanno un impatto sui risultati dopo HCT nei MDS.

I ricercatori hanno usato i dati dai pazienti di MDS iscritti al centro per la registrazione internazionale della ricerca del trapianto del midollo e di sangue ed hanno sviluppato un'applicazione web dove i pazienti genomica ed i dati clinici sono computati per predire la probabilità di sopravvivenza dopo HCT a 6,12 e 24 mesi. L'applicazione ha identificato parecchie variabili cliniche e molecolari che hanno urtato la sopravvivenza globale ed il rischio della ricaduta. Questi informazioni possono aiutare i medici ed i pazienti nella loro decisione prima di HCT.

“A causa dei rischi di mortalità e di ricaduta in relazione con il trapianto, identificare i pazienti che possono o non possono trarre giovamento da HCT è clinicamente importante,„ ha detto il Dott. Nazha. “La probabilità di comprensione di sopravvivenza ai punti temporali determinati differenti può aiutare i medici ed i pazienti nel loro approccio, prima di HCT.„

Sorgente: https://newsroom.clevelandclinic.org/2018/12/02/cleveland-clinic-cancer-researcher-develops-personalized-prediction-model-for-patients-with-myelodysplastic-syndromes/