Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio degli utenti rari della cannabis confronta gli effetti contrari di vaping e di fumo

In uno studio piccolo degli utenti rari della cannabis, Johns Hopkins che ricercatori della medicina ha indicato quella, rispetto alla cannabis di fumo, vaping ha aumentato la tariffa di ansia, di paranoia, di perdita di memoria e della distrazione a breve termine quando le dosi erano le stesse.

I risultati di nuovo studio, descritti nell'edizione del 30 novembre della rete di JAMA aperta, evidenziano l'importanza delle considerazioni della dose con la percezione che vaping è un'alternativa più sicura alla cannabis di fumo, i ricercatori dicono. E chiedono ai regolatori dei dispensari medici e ricreativi della cannabis per prendere nota.

Le unità di Vaping riscaldano le cannabis ad una temperatura in cui i composti psicotropi nell'impianto sono rilasciati come vapore che è inalato. Vaping è probabilmente più sicuro per uso del tabacco e della cannabis perché non produce molte delle componenti nocive di materiale bruciante quali catrame ed altri agenti cancerogeni.

Ma, i ricercatori dicono, il loro studio suggerisce che almeno per i primo temporizzatori o altri che non usano regolarmente la cannabis, vaping consegni le quantità elevate di THC, l'intossicante primario in cannabis, che aumenta la probabilità degli effetti collaterali negativi.

“Alla luce di legalizzazione aumentata della cannabis, abbiamo progettato il nostro studio per essere più rappresentativi dell'esposizione della popolazione in genere alla cannabis, vale a dire qualcuno che mai la avesse fumata e non volesse provarlo per gli scopi medici o ricreativi, o qualcuno che non la usasse abbastanza regolarmente per capire o predire i sui effetti,„ dice Ryan Vandrey, Ph.D., professore associato della psichiatria e scienze comportamentistiche alla scuola di medicina di Johns Hopkins University. “Che cosa il nostro studio suggerisce è che qualche gente che usa cannabis deve raramente stare attenta circa quanta cannabis usano con un vaporizzatore e non dovrebbero guidare, neppure all'interno della post-utilizzazione di parecchie ore. Potrebbe essere pericoloso per se stessi ed altri e sopra quello, possono avvertire gli effetti negativi quale ansia, nausea, vomitante e perfino allucinazioni,„ aggiunge.

Per il loro studio, i ricercatori hanno scelto 17 partecipanti volontari (nove uomini ed otto donne, età media 27 anni), che non aveva utilizzato la cannabis nei 30 giorni scorsi, che fosse verificata da uno schermo della droga ed insieme in media non avevano usato dentro in un anno.

In una regolazione controllata all'unità di ricerca comportamentistica della farmacologia del centro medico di Johns Hopkins Bayview, ad ogni partecipante affumicato o alla cannabis vaped che contiene 0, 10 o 25 milligrammi di Δ9-tetrahydrocannabinol (THC), il componente attivo in cannabis che dà alla gente il livello, nelle singole visite una volta alla settimana oltre sei settimane. I ricercatori dicono che 25 milligrammi di THC è una dose relativamente bassa e molto di meno che tipicamente è trovato in cannabis pre-laminata “giunzioni„ venduto in dispensari in cui la cannabis è legale. I partecipanti qualsiasi condutture precaricate affumicate o vapore inalato da un vaporizzatore. Nè i partecipanti nè i ricercatori hanno conosciuto le dosi di THC che sono stati consegnati in una sessione sperimentale data della prova.

Durante la ciascuna delle sei sessioni, il gruppo di ricerca ha osservato e valutato gli effetti della droga nei soggetti, includenti per gli effetti collaterali negativi. Egualmente hanno misurato le funzioni vitali quali la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna ed hanno raccolto i campioni di sangue subito dopo il fumo, ogni 30 minuti per due ore e poi ogni ora per otto ore.

Ogni partecipante egualmente ha compilato il questionario di effetto della droga--la classificazione auto-ha riferito gli effetti della droga da un punteggio di 100--poco tempo dopo il fumo ed ogni ora per fino a otto ore più successivamente. L'effetto della droga globale valutato indagine; ritenendo malato, ansioso, affamato, sonnolento ed agitato; ed avvertendo corsa del cuore, bocca asciutta, gli occhi asciutti, danno di memoria e tosse.

I risultati hanno indicato che alcuni minuti dopo il fumo, coloro che vaped 25 il dosaggio di milligrammo THC hanno riferito una media di 77,5 sulla resistenza globale dell'effetto della droga, significante come il livello essi ha ritenuto rispetto al punteggio medio di 66,4 riferiti da coloro che ha fumato la stessa dose. I partecipanti che vaped 25 milligrammi di THC hanno riferito in media circa un punteggio più d'altezza 7 per cento per ansia e paranoia, rispetto alla gente che ha fumato la stessa quantità del composto. Coloro che vaped tutta la dose di THC anche hanno riferito i livelli elevati della bocca asciutta e degli occhi asciutti che coloro che la ha fumata. Per esempio quando vaping 25 milligrammi di THC, la bocca asciutta stimata dei partecipanti a 67,1 in media ha paragonato a 42,6 per quelli che lo fumano.

I ricercatori dicono che i partecipanti egualmente hanno completato tre mansioni automatizzate destinate per misurare la curva dell'attenzione, la memoria, il tempo di reazione fisico ed il movimento di motore. Un compito ha richiesto al partecipante di ripiegare la forma dei reticoli, un altro li hanno richiesti di aggiungere le serie di numeri a una cifra sola ed il terzo li ha richiesti di seguire un punto attraverso lo schermo con il cursore mentre però tenendo la carreggiata un punto quel pop-up nella periferia.

Le prove sono destinate per rappresentare le abilità state necessarie per la prestazione adeguata del posto di lavoro, gestendo un'automobile o altre attività quotidiane. I tempi di reazione erano in media più lenti entro più di 120 millisecondi con sia le dosi attive della prova di THC, facendo uso del fumo o del vaping, in paragone a tempo di reazione dopo il fumo o vaping della cannabis senza alcun THC.

Dopo, i ricercatori hanno confrontato gli effetti di vaping rispetto al fumo sui partecipanti che catturano il compito diviso automatizzato dell'attenzione, che ha richiesto ai partecipanti di tenere la carreggiata un quadrato sullo schermo di computer mentre però riflettere numera in ogni angolo dello schermo. Il lasso di tempo dei partecipanti ha tenuto la carreggiata esattamente il quadrato sul computer nel compito diviso dell'attenzione caduto da una media di 170 per cento dopo il fumo dei 25 milligrammi di THC rispetto alla cannabis senza THC.

Il lasso di tempo che hanno tenuto la carreggiata esattamente è caduto una media di 350 per cento quando vaping 10 milligrammi di THC ed è caduto 500 per cento quando vaping 25 milligrammi di THC, rispetto a quelli che fumano qualsiasi dose.

“I nostri partecipanti hanno avuti danno sostanzialmente più alto sulle mansioni quando vaping contro il fumo della stessa dose, che in mondo reale traduce a danno più funzionale quando determina o eseguendo le mansioni di ogni giorno,„ dice l'asse di rotazione di Tory del collega postdottorale, il Ph.D., un ricercatore nell'unità di ricerca comportamentistica di farmacologia a Johns Hopkins Bayview.

Altri risultati hanno indicato che i livelli di sangue di THC erano al loro più alto subito dopo della cannabis di fumo o vaping. A 10 milligrammi di THC, i livelli di sangue di THC hanno raggiunto una media di 7,5 nanograms per millilitro in vapers, rispetto a 3,8 nanograms per millilitro in fumatori 10 minuti dopo che hanno inalato la droga. A 25 milligrammi di THC, i livelli di sangue hanno raggiunto una media dei nanograms 14,4 per millilitro una volta vaped rispetto ai nanograms 10,2 per millilitro una volta fumati.

“C'è differenze definite nella quantità di droga che lo trasforma il sangue quando usando un vaporizzatore contro il fumo della droga, in modo dalle considerazioni devono essere fatte quando dosa per assicurare la gente stanno usando la cannabis sicuro,„ dice l'asse di rotazione.

I ricercatori notano che potrebbero individuare soltanto THC nei campioni di sangue fino a quattro ore dopo avere usando, anche se i partecipanti hanno riferito gli effetti della droga hanno durato cinque o sei ore. I ricercatori dicono che questo suggerisce che la prova di sangue non sia un modo accurato dire se qualcuno è alto o forse guidare sotto l'influenza.

Due partecipanti hanno vomitato dopo avere vaping 25 milligrammi di THC e le altre allucinazioni con esperienza. Una persona ha vomitato dopo il fumo dei 25 milligrammi di THC.

Vandrey avverte che lo studio ha fatto partecipare soltanto un piccolo numero di più giovani adulti ed ha durato soltanto sei settimane. “Ancora non abbiamo uno sguardo completo agli effetti a lungo termine di vaping, come se c'è un rischio per la bronchite cronica e più lavoro deve essere fatto su quello parte anteriore,„ dice. È importante notare che questi effetti sono stati osservati in persone che non usano molto spesso la cannabis e non possono estendere alla gente che usa ordinariamente la cannabis; può sviluppare la tolleranza a questi effetti ed anche può potere meglio regolamentare la loro dose.

Negli ultimi anni, il Canada e parecchi stati di Stati Uniti compreso Washington, la California, Colorado e Massachusetts hanno legalizzato la cannabis per uso ricreativo. Trentadue stati hanno messo a disposizione la cannabis con la prescrizione di un medico, compreso Maryland, in cui la ricerca è stata realizzata.

Sorgente: https://www.hopkinsmedicine.org/news/newsroom/news-releases/vaping-cannabis-produces-stronger-effects-than-smoking-cannabis-for-infrequent-users