Il nuovo studio di Boulder del CU mostra come la lesione spinale urta i ritmi circadiani

Nelle ore e nei giorni che seguono una lesione del midollo spinale, gli attrezzi che gestiscono gli orologi interni dell'organismo cadono profondo da sincronizzazione, dalla temperatura corporea urtante, dalla fluttuazione dell'ormone, dall'immunità e dalla sincronizzazione di una miriade di altri trattamenti corporei, secondo la nuova università di ricerca di colorado Boulder.

Lo studio, costituito un fondo per dal dipartimento della difesa degli Stati Uniti e pubblicato oggi nel eNeuro del giornale, è fra il primo per valutare completamente come tale lesione del tessuto urta i ritmi circadiani, o i 24 ora-cicli dei trattamenti fisiologici. Se ripiegato in esseri umani, i risultati hanno potuto piombo ai nuovi “chronotherapies„ nell'unità di cure intensive agli orologi di fuori kilter di risistemazione e migliorare il ripristino a lungo termine.

“La gente pensa spesso agli effetti della lesione del midollo spinale in termini di danno di tessuto fisico stesso,„ ha detto l'autore Linda senior Watkins, un professore distinto della neuroscienza comportamentistica a CU Boulder. “L'individuazione sorprendente ed importante qui è che il danno di tessuto localizzato cambia fondamentalmente i ritmi di vita.„

La ricerca precedente ha indicato che in seguito alla lesione del midollo spinale la gente ha spesso la temperatura corporea ed esperienza di regolamentazione di difficoltà immunità soppressa. Più a lungo termine, tendono ad avere i problemi cronici di sonno e metabolismo alterato. Ma piccolo è conosciuto circa come tali lesioni urtano il più vasto sistema circadiano, ha detto l'autore principale Andrew Gaudet, che ha intrapreso gli studi mentre un ricercatore postdottorale nel laboratorio di Watkins.

“Ogna singolo cella nel nostro organismo ha suo proprio orologio molecolare, compreso tutto il macchinario richiesto affinchè l'organismo conoscano quando è,„ ha detto Gaudet, ora un assistente universitario della psicologia e della neurologia all'università del Texas ad Austin. “Abbiamo voluto sapere la lesione del midollo spinale urta i mediatori che influenzano quegli orologi e gli orologi stessi.„

I ricercatori hanno studiato i ratti negli effetti di una lesione moderata al midollo spinale toracico, o medio. Hanno misurato la temperatura corporea, i livelli di radioattività ed i livelli di sangue di ormoni di sforzo chiamati glucocorticoids. Egualmente hanno esaminato l'espressione dei geni che gestiscono l'orologio circadiano nel midollo spinale ed influenzano la risposta immunitaria, compreso infiammazione, in tutto l'organismo.

“Abbiamo trovato che tutti questi mediatori del sistema circadiano sono stati interrotti forte presto dopo che lesione e ritornato lentamente alle misure normali solo dopo alcune settimane,„ ha detto Gaudet.

Per esempio, i due giorni dopo la lesione, i livelli glucocorticoidi erano fino a 250 per cento superiori al normale. Una settimana dopo la lesione, i loro ritmi erano ancora irregolare, alzante durante il sonno piuttosto che nell'ora attiva.

Per almeno i sei giorni, la loro temperatura interna è rimanere più superiore al normale quando erano inattivi. I fino a 30 giorni più successivamente, la loro temperatura ancora stava alzando 2 - 4 ore più in anticipo verticalmente del normale. I reticoli alimentanti egualmente sono stati urtati. Dopo i 14 - 42 giorni, la maggior parte dei reticoli hanno ritornato al normale.

L'analisi del tessuto dal sito di lesione egualmente ha trovato che l'espressione dei geni dell'orologio “è stata diminuita notevolmente„ come era espressione dei geni che influenzano la capacità dell'organismo di guarire. Sorprendente, l'espressione genica diminuita altrove anche trovata dell'orologio dei ricercatori in tessuto indenne.

Gaudet spiega che mentre l'indicatore luminoso è il cronometrista primario (o “Presidente„) del sistema circadiano, la temperatura, livelli di radioattività e livelli di ormone servisce da “dirigenti intermedi„ che assicurano che tutti gli altri orologi funzionano in tempo.

“Se sono fuori programma che può fare gli altri orologi funzionati impropriamente e quello può influenzare un'intera miriade di trattamenti di organismo,„ ha detto. “Questo ha potuto avere implicazioni per il ripristino.„

Avverte che la più ricerca è necessaria determinare se i risultati traducono alla gente. In caso affermativo, le terapie in relazione con circadiana hanno potuto infine trasformarsi in in uno strumento del trattamento. Ciò potrebbe comprendere esporre i pazienti all'indicatore luminoso naturale luminoso in mattine, pasti di programmazione, sonno, ripristino ed ambulatorio ai tempi ottimali del giorno e di assicurazione che l'ambiente nell'unità di cure intensive alla notte è tenuto scuro come possibile con le interruzioni minime.

I simili approcci potrebbero essere adottati per i pazienti con il trauma cranico traumatico, il colpo ed i disordini neurologici che anche possono alterare l'orologio, la nota dei ricercatori.

“Appena riconoscendo che la funzione di molti orologi è interrotta dalla lesione del midollo spinale suggerisce che quello fare le cose semplici per risistemare quegli orologi potrebbe aiutare,„ dice Watkins.

Sorgente: https://www.colorado.edu/today/2018/12/03/spinal-injuries-throw-body-clocks-schedule-new-study-shows