La nuova immuno-analisi può individuare le piccole molecole con la maggior sensibilità di 50 volte

Poichè la scienza medica è venuto a capire che il corpo umano sia controllato al livello molecolare dalle varie proteine, dagli ormoni, dalle droghe e da altre sostanze, le tecnologie si sono sviluppate per individuare i livelli di queste molecole per riflettere la salubrità e diagnosticare la malattia. Tuttavia, molte di queste molecole sono che non possono essere individuate dal il ampiamente - tecniche disponibili così piccole dell'analisi, lascianti le domande circa le sostanze cruciali come gli amminoacidi, gli zuccheri ed i lipidi in gran parte senza risposta.

Ora, gli scienziati all'istituto di Wyss per assistenza tecnica biologicamente ispirata alla Harvard University e a Brigham e l'ospedale delle donne (BWH) hanno creato un nuovo tipo di immuno-analisi che è capace di rilevazione delle molecole piccole con la maggior sensibilità di 50 volte che i metodi di rilevazione convenzionali e possono essere integrati facilmente nelle piattaforme diagnostiche esistenti. La ricerca è descritta nel giornale della società di prodotto chimico americano.

“La sensibilità analitica migliorata della nostra analisi permette alle misure di piccole molecole estremamente - alle concentrazioni basse ed apre una finestra nei fenomeni biologici che erano precedentemente inaccessibli,„ ha detto David senior Walt autore, Ph.D., un docente di memoria dell'istituto di Wyss che è egualmente il professore di Hansjörg Wyss di assistenza tecnica biologicamente ispirata alla facoltà di medicina di Harvard (HMS) e professore di patologia a BWH come pure un professore di HHMI.

Il nuovo approccio è basato su un tipo di analisi chiamato un immunoassay non Xerox, in cui una quantità conosciuta di molecola contrassegnata di interesse e un campione con una quantità sconosciuta della molecola entrambi si aggiungono ad una schiera degli anticorpi a cui legano. Le molecole contrassegnate ed adenoide poi “competono„ per le stesse sedi del legame dell'anticorpo. Analizzando la quantità della molecola contrassegnata di interesse che è limitato agli anticorpi ha confrontato al numero totale dei siti disponibili dell'anticorpo, è possibile per concludere che i siti restanti sono limitati dalla molecola adenoida dal campione, permettendo che la concentrazione di quella molecola sia determinata.

I ricercatori hanno creato due tipi di immunoassays non Xerox che hanno usato i metodi leggermente differenti per catturare le piccole molecole di interesse, in base al sistema di Simoa da Quanterix™. Il primo metodo usa le microperle magnetiche ricoperte di molecola dell'obiettivo come il concorrente, mentre il secondo metodo fissa la molecola dell'obiettivo alla beta-galattosidasi degli enzimi, che poi lega alle perle magnetiche per formare il complesso del concorrente. Dopo le miscele anticorpo/della perla si concedono mescolarsi con un campione che contiene una quantità sconosciuta della molecola dell'obiettivo, le perle sono risciacquati per eliminare tutte le molecole non legate e poi si aggiungono ad un disco di Simoa che contiene migliaia di microwells, di cui ciascuno possono giudicare una perla limitata ad una molecola dell'obiettivo. Una reazione poi ha luogo che fa tutto il pozzo che contiene una perla con la molecola contrassegnata dell'obiettivo per essere flourescente. Meno numero dei pozzi fluorescenti, le meno molecole contrassegnate dell'obiettivo sono limitati alle perle e così al maggior la concentrazione della molecola adenoida dell'obiettivo presente nel campione.

Due piccole molecole che sono importanti per la funzione normale del corpo umano sono state analizzate: cortisol e PGE2. Il cortisol è ampiamente usato valutare la funzione delle ghiandole adrenali, pituitarie e dell'ipotalamo, mentre PGE2 è una molecola del tipo di ormone della prostaglandina che influenza l'infiammazione, la fertilità e la funzione immune. I nuovi metodi non Xerox potevano individuare i loro obiettivi con la sensibilità fino a maggior 50 volte che un ELISA convenzionale (analisi enzima-collegata dell'immunosorbente), in circa un'ora.

“La nostra pianificazione è di utilizzare questo metodo nei sistemi diagnostici per rilevazione migliore degli ormoni in campioni di sangue,„ ha detto primo Xu Wang autore, Ph.D., un ricercatore postdottorale a BWH e l'istituto di Wyss. “Stiamo lavorando per provare a commercializzare questa tecnologia per la tempestiva rilevazione di piccole molecole per varie applicazioni cliniche ed ambientali.„

“Il gruppo di Walt continua a spingere la busta nel campo dei sistemi diagnostici con questo avanzamento. Percependo le molecole precedentemente inosservabili in un'ora, aprono gli assolutamente nuovi approcci ai sistemi diagnostici ed al video clinico che dovrebbero notevolmente migliorare le sanità. È precisamente il tipo di innovazione che di traduzione speriamo di permettere a ed autorizzare all'istituto di Wyss,„ ha detto il Direttore fondante Donald Ingber, M.D., Ph.D., che è egualmente il professore di Judah Folkman di biologia vascolare al HMS e del programma vascolare di biologia all'ospedale pediatrico di Boston come pure professore dell'istituto di Wyss della bioingegneria al banco di Harvard di assistenza tecnica e di scienze applicate (MARI).

Sorgente: https://wyss.harvard.edu/

Advertisement