Scopo dei ricercatori per demistificare immunità della vescica

Sappiamo che la vescica è un organo capito male, critico per la memorizzazione dello spreco metabolico. Che cosa non conosciamo è come questo ambiente unico urta l'immunità della vescica alle malattie comuni quali le infezioni di apparato urinario (UTI) ed il cancro di vescica.

Con UTI che sono in secondo luogo soltanto all'infezione respiratoria nella prevalenza ed il cancro di vescica che è il quinto la maggior parte del cancro comune in uomini, una comprensione più profonda dell'immunità nella vescica era necessaria “il UE-finanziamento mi ha dato la stabilità per sviluppare un gruppo e un fuoco su due delle priorità principali della ricerca del Institut Pasteur - batteri e cancro resistenti agli antibiotici,„ dice il Dott. Molly Ingersoll, al il ricercatore basato Pasteur di Institut che piombo al il progetto fondato a UE di UPECBCG. “Sono riconoscente all'UE per il supporto del mio lavoro.„

Le celle immuni urtano negativamente l'immunità all'infezione della vescica

Il progetto di UPECBCG ha precisato per studiare il sistema immunitario della vescica, allo scopo di avanzare la nostra comprensione di UTI e del cancro di vescica per migliorare il trattamento di queste malattie. Che cosa hanno scoperto era inatteso. Tipicamente, le celle immuni di un organo rispondono per limitare un'infezione. Tuttavia, nella vescica, l'opposto sostiene, poichè una grande percentuale di celle immuni presenti sembra urtare negativamente l'immunità che segue un'infezione. “Questo era abbastanza sorprendente a noi come pensiamo a queste celle come essendo critici per l'uccisione dei batteri e la risoluzione dell'infezione,„ spiega Ingersoll. “Eppure non sembrano svolgere questo ruolo nella vescica.„

Questa scoperta ha gettato la base per gli studi supplementari - ed i risultati - in immunità nella vescica. Per esempio, studiando il livello di infiammazione che segue il collocamento di un catetere indwelling, i ricercatori hanno trovato che l'uso di tali unità aumenta il rischio per potenzialmente la multi-droga UTI resistente nelle prime 24 ore. “Egualmente abbiamo scoperto che ci sono differenze in come le celle immuni della vescica rispondono alle infezioni in femmine ed in maschi,„ aggiungono Ingersoll. “Mentre le femmine risolvono la loro infezione, i maschi tendono a sviluppare UTI cronico e questo potrebbe urtare come le decisioni del trattamento saranno prese nella clinica.„

Questi studi piombo il Dott. Ingersoll ed il suo gruppo osservare più molto attentamente il ruolo di queste celle immuni specifiche e differenze potenziali del sesso nella risposta ad immunoterapia per il cancro di vescica. Facendo uso di due nuovi modelli, questi studi sono in corso.

I nuovi approcci sono necessari combattere l'infezione nella vescica

Sulla base del lavoro fatto nel corso del progetto, il gruppo del Dott. Ingersoll ora sta lavorando alle immunoterapie per UTI come modo di trattamento dei batteri uropathogenic resistenti della multi-droga senza usando gli antibiotici. “Uropathogens compone una grande parte del WHO è lista critica delle infezioni batteriche che hanno bisogno disperatamente di nuovi antibiotici dovuto la resistenza della multi-droga,„ dice Ingersoll. “Crediamo che possiamo manipolare la risposta immunitaria della vescica per migliorare la lotta queste infezioni, così la prevenzione dell'esagerare degli antibiotici. Effettivamente, l'efficacia degli antibiotici è minacciata tramite la diffusione globale dei uropathogens resistenti della multi-droga.„

Grazie alla ricerca del progetto di UPECBCG, il campo medico sta traendo giovamento da una migliore comprensione della risposta immunitaria nella vescica. Ingersoll ed il suo gruppo dei ricercatori credono che questa comprensione presto piombo allo sviluppo di nuove droghe capaci del miglioramento della risposta della vescica all'infezione ed alla terapia del cancro.

Sorgente: http://ec.europa.eu/research/infocentre/printversion_en.cfm?id=/research/headlines/news/article_18_12_05_en.html?infocentre&item=Infocentre&artid=49817

Advertisement