Lo studio esplora perché la gente più anziana legge più lentamente

Uno dei cambiamenti più ovvi che viene con invecchiamento è quell'inizio della gente che fa più lentamente le cose. I numerosi studi hanno indicato che invecchiare anche pregiudica il trattamento di linguaggio. Anche la gente neurologico in buona salute parla, recupera le parole e legge più lentamente mentre ottengono più vecchie. Ma è questo rallentamento inevitabile? I ricercatori dalla High School dell'economia stanno lavorando per rispondere a questo problema in loro articolo “http://psycnet.apa.org/record/2018-56780-001'. Nessuna prova per la natura strategica di rallentamento relativo all'età nel trattamento di frase„.

I ricercatori dall'Organo permanente per la salute e sicurezza concentrano per il linguaggio ed il cervello ha studiato se la lettura più lenta nella gente più anziana è “strategica„. I ricercatori hanno mirato a capire se questo rallentamento fosse necessario assolutamente da capire un testo, o se accadesse dovuto le ragioni “strategiche„, quale eccessiva circospezione, timore di fabbricazione dell'errore, o salvare lo sforzo conoscitivo e regolare il carico di lavoro alle sue capacità neurofisiologiche. “Abbiamo supposto che gli anziani potrebbero, coscientemente o incosciente, essere “eccessivamente prudenti„ e leggere più lentamente di potrebbero avere„, hanno detto Svetlana Malyutina, vice direttore del centro per il linguaggio ed il cervello.

Lo studio in questione si offre volontariamente da due fasce d'età: i giovani hanno invecchiato 18 - 24 e la gente più anziana ha invecchiato 59 - 81. Inizialmente, i ricercatori hanno determinato la velocità di lettura determinata per ciascuno dei partecipanti: le frasi sono comparso su uno schermo di computer letterale ed i partecipanti hanno dovuto stampare il bottone per procedere alla seguente parola. Ciò permessa stabilire la velocità preferita dai partecipanti stessi. Sul giorno successivo dell'esperimento, la tariffa della presentazione di parola è stata imposta esternamente: nella prima parte della prova, era uguale alla velocità di lettura media del partecipante e nella seconda parte, era due volte velocemente.

I ricercatori hanno supposto che inizialmente, i più giovani partecipanti stavano scegliendo la velocità possibile più veloce che li permettesse di capire che cosa avevano letto, mentre i partecipanti più anziani stavano leggendo “strategico„ più lentamente di potrebbero avere. Quindi, è stato preveduto che la tariffa esternamente aumentata della presentazione di frase facesse diminuire la comprensione fra la gente più anziana in misura inferiore che fra i giovani.

Ma questa ipotesi non è stata supportata: quando la presentazione di frase è stata accelerata, la tariffa delle risposte corrette è diminuito ugualmente fra i più giovani e partecipanti più anziani. Quindi, lo studio non ha trovato la prova che la gente più anziana legge più lentamente dovuto le ragioni “strategiche„ quando scelgono la loro propria velocità di lettura. “Il rallentamento relativo all'età è probabilmente inevitabile dopo tutto. Può fornire al momento necessario per l'analisi lessicale della grammatica e di accesso„, a Anna spiegata Laurinavichyute, ricercatore minore al centro di Organo permanente per la salute e sicurezza per il linguaggio ed il cervello.

I ricercatori raccomandano che i lettori più anziani abbraccino la loro velocità di lettura naturale e non provino “validamente„ l'aumento. Con ogni probabilità, questo rallentamento contribuisce a fornire un tasso alto di comprensione del testo.