I respiratori riutilizzabili possono efficacemente proteggere i lavoratori di sanità dai contaminanti atmosferici

i respiratori elastomerici riutilizzabili del Mezzo facciale sono un efficace ed opzione realizzabile per i lavoratori proteggenti di sanità dall'esposizione agli agenti inquinanti o agli agenti infettante ereditari dispersi nell'aria -- per esempio, virus dell'influenza -- durante il lavoro quotidiano o con un afflusso improvviso o rapido dei pazienti, quale durante l'emergenza di salute pubblica, dice un nuovo rapporto dalle Accademie nazionali delle scienze, dall'assistenza tecnica e dalla medicina. Sfide di entrata in vigore compreso immagazzinamento, disinfezione e conservazione; formazione ed istruzione; comodità e tollerabilità dell'utente; e logistica ed emergenza dell'offerta che accumulano necessità di essere indirizzato.

I respiratori sono una componente di un intervallo di amministrativo, costruire e comandi di rischio ambientale e strategie di prevenzione utilizzate nella sanità per proteggere i lavoratori dall'esposizione ai rischi dispersi nell'aria durante l'analisi del laboratorio e di cura paziente e mentre trattano al farmaco o allo spreco pericoloso. I respiratori riutilizzabili (fatti dai materiali tipo gomma elastomerici o flessibili) sono l'unità standard di protezione delle vie respiratorie utilizzata in molte industrie, particolarmente per gli scopi industriali e la loro durevolezza e riutilizzabilità li rendono desiderabili per l'accumulazione nel caso delle emergenze. Non sono utilizzati ampiamente nella sanità, tuttavia. Soltanto due istituzioni sanitarie degli Stati Uniti sono state identificate dal comitato di studio come facendo uso dei respiratori elastomerici riutilizzabili esclusivamente o soprattutto. La maggior parte dei servizi sanitari usano i respiratori del facciale filtrante, spesso chiamati N95s, che sono a perdere dopo che un uso o fra vedere i pazienti.

I vantaggi di uso sistematico dei respiratori elastomerici comprendono la familiarità aumentata del personale con questi respiratori ed il miglioramento continuato delle polizze e delle pratiche per la pulizia, la disinfezione e la manutenzione, piombo per migliorare la preparazione durante un'emergenza o la situazione pandemica. Una transizione regolare ad uso dell'impulso sarebbe accelerata e migliorato stata se i respiratori elastomerici riutilizzabili fossero una parte del programma quotidiano della protezione delle vie respiratorie di una struttura ospedaliera.

Rispondere ai bisogni respiratori dei lavoratori di sanità attraverso la loro vasta gamma delle impostazioni e dei processi -- compreso, per esempio, badante di salubrità domestica, personale rurale della clinica, personale della casa di cura e staff ospedaliero -- è un imperativo etico, il rapporto dice. Richiederà la progettazione dei respiratori riutilizzabili innovatori e l'attuazione dei programmi robusti di protezione delle vie respiratorie. Questi dovrebbero considerare le caratteristiche distintive del posto di lavoro di sanità, compreso le responsabilità di occuparsi dei pazienti multipli con gli stati di salute varianti; esigenza improvvisa e non metodica di protezione delle vie respiratorie; e la possibilità di bisogno necessario indirizzare sconosciuto, agenti infettante potenzialmente letali e ed altamente ereditari.

Inoltre, l'atto urgente è necessario risolvere le lacune nella conoscenza e nella direzione su transmissibility dei contaminanti atmosferici o degli agenti infettante. Ciò comprende la mancanza di procedimenti standardizzati per la pulizia e la disinfezione dei respiratori riutilizzabili, la necessità per orientamento e gli standard coerenti dalle autorità regolarici e che fa politica e la necessità stabilire le polizze della responsabilità per il programma della protezione delle vie respiratorie di ogni funzione. Il comitato ha sviluppato un insieme delle raccomandazioni per l'istituto nazionale per il salute e sicurezza sul lavoro, il centro nazionale per immunizzazione e le malattie respiratorie, associazioni professionali e le organizzazioni d'accreditamento, tra l'altro, stimolare la ricerca; permetta agli efficaci programmi, alla formazione ed all'istruzione di protezione delle vie respiratorie; ed assicuri l'entrata in vigore rapida e senza cuciture.

Sorgente: http://www8.nationalacademies.org/onpinews/newsitem.aspx?RecordID=25275