Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori guadagnano le nuove comprensioni nei tumori pediatrici

I ricercatori decifrano i meccanismi della crescita e della regressione del tumore

I tumori periferici del sistema nervoso sono uno dei tipi più comuni di tumori di infanzia. Mentre alcuni di questi tumori, conosciuto come neuroblastoma, scompaiono da sè senza trattamento, altri continueranno a svilupparsi anche malgrado il trattamento intensivo. Come componente di uno sforzo internazionale di ricerca, ricercatori da Charité - Universitätsmedizin Berlino ha studiato i fattori genetici dietro i sottotipi differenti del tumore e le loro prognosi. I loro risultati permettono ai clinici di predire il decorso clinico preciso della malattia e di adattare di conseguenza i loro regimi terapeutici. Lo studio è stato pubblicato nella scienza prestigiosa del giornale.

Uno dell'articolo ultimo-nominato autori, prof. il Dott. Johannes Schulte, del dipartimento di Charité della pediatria, divisione dell'oncologia e l'ematologia, riassume i risultati principali dello studio come segue: “I dati redatti tramite il nostro lavoro ci forniscono i mezzi precisi di classificazione dei fenotipi differenti di neuroblastoma.„ Lavorando accanto agli oncologi pediatrici dall'ospedale universitario Colonia, oltre ai vari colleghi, prof. Schulte è riuscito a decifrare il codice genetico delle celle di neuroblastoma. I ricercatori hanno identificato le mutazioni nelle vie di trasduzione del segnale del cancro RAS e p53 - cambiamenti che sono associati spesso con una prognosi difficile. Tuttavia, i ricercatori egualmente hanno trovato alcuni casi di regressione spontanea del tumore in pazienti con queste mutazioni. Era soltanto fondendo i dati genetici su queste vie di trasduzione del segnale del cancro con le informazioni sui meccanismi responsabili del mantenimento della lunghezza dei telomeres (strutture trovate alle estremità dei nostri cromosomi) che i ricercatori hanno guadagnato una migliore comprensione dei meccanismi coinvolgere nella produzione dei sottotipi differenti di neuroblastoma. Ciò a sua volta ha permesso loro di fare le previsioni precise per quanto riguarda la prognosi di malattia.

Telomeres è conosciuto per fungere da “orologio molecolare„ in cellule umane. In la maggior parte dei somatociti, i telomeres accorceranno ogni volta la cella si divide. Una volta che una lunghezza critica è raggiunta, la cella riceve il segnale smettere di dividersi, con conseguente morte di arresto o delle cellule di crescita delle cellule. Le cellule staminali e la maggior parte delle cellule tumorali, tuttavia, hanno meccanismi di manutenzione del telomere che assicurano che la lunghezza del telomere rimanga sopra alla lunghezza critica, così efficacemente la rappresentazione della cella immortale.

I ricercatori hanno scoperto che i tumori di neuroblastoma esibiscono soltanto la crescita aggressiva se questi meccanismi di manutenzione sono presenti. La prognosi è stata trovata per essere particolarmente povera in pazienti con le mutazioni supplementari che pregiudicano le vie suddette di segnalazione del cancro. Poichè i trattamenti correnti sono inefficaci nella maggior parte di questi pazienti, l'ultimo scopo è di sviluppare i trattamenti personali invece di applicazione delle terapie non specifiche con gli effetti secondari severi che non aiuteranno il paziente. Interessante, in pazienti senza meccanismi di manutenzione del telomere, le mutazioni delle vie di segnalazione del cancro sono state trovate per avere no riguardante la prognosi. Molti di questi pazienti mostrano la regressione spontanea del tumore anche senza trattamento, mentre altri hanno così buona risposta del trattamento che ha diminuito i regimi con meno effetti secondari può presto diventare fattibile.

“Il nostro studio indica che l'attivazione dei meccanismi di manutenzione del telomere svolge un ruolo cruciale nello sviluppo dei tumori maligni,„ dice prof. Schulte. I risultati dei ricercatori egualmente forniscono un'opportunità di esplorare e sviluppare i nuovi approcci del trattamento. I trattamenti mirati a che mirano a bloccare le vie di segnalazione del cancro ed i meccanismi di manutenzione del telomere costituiscono un tale viale nuovo di promessa.

Sorgente: https://www.charite.de/en/service/press_reports/artikel/detail/neue_erkenntnisse_zu_krebs_bei_kindern/