Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il collegamento fra povertà e l'obesità ha soltanto circa 30 anni, manifestazioni di studio

È un fatto: la povertà e l'obesità sono connesse intimamente.

Ma questa relazione ha soltanto circa 30 anni, secondo un nuovo studio coauthored dai ricercatori di UT e pubblicato nelle comunicazioni di Palgrave, aperto Access, giornale online.

“Abbiamo trovato che la relazione fra reddito basso ed i tassi alti di obesità adulta negli Stati Uniti non è osservabile fino all'inizio degli anni 90,„ abbiamo detto Alex Bentley, capo del dipartimento di UT dell'antropologia e del co-author dello studio. “Ancora in 1990, questo non aveva luogo un problema rilevabile,„

Per la ricerca, gli scienziati hanno analizzato i dati dell'obesità raccolti dai centri di controllo di malattie e le fondamenta di Robert Wood Johnson fra 1990 e 2017 al livello di stato e 2004 e 2013 al livello della contea. I ricercatori poi hanno paragonato queste tariffe dell'obesità al reddito domestico mediano dal censimento degli Stati Uniti.

Lo studio indica che dal 1990, la correlazione fra reddito domestico e la tariffa dell'obesità si è sviluppata costantemente, da virtualmente nessuna correlazione ad una correlazione molto forte da ora al 2016.

La gente povera in America è influenzata sproporzionatamente dall'obesità. Nella decade dal 2004 al 2013, l'obesità ha aumentato circa un per cento in media fra le 25 contee principali degli Stati Uniti più ricche. Fatto la media fra le 25 più povere contee degli Stati Uniti, l'aumento dell'obesità per quella decade era più di 10 per cento.

Bentley ed il suo gruppo speculano quello sciroppo di amido ad alta percentuale di fruttosio, un ingrediente comune in alimenti trasformati che cominciano negli anni 70, possono svolgere un ruolo nell'aumento.

“Ora stiamo studiando l'effetto degli zuccheri trasformati sulle generazioni che stavano entrando nell'età adulta da ora al 1990, quando le alte tariffe dell'obesità hanno cominciato a correlare con i redditi domestici bassi,„ che ha detto.

Secondo il CDC, oltre 93 milione adulti negli Stati Uniti--quasi 40 per cento--sono stati influenzati dall'obesità nel periodo 2015-16. Ciò è un importante crescita a partire da 30 anni fa. Nel Tennessee da solo, la tariffa di obesità più di quanto triplicato, da circa 11 per cento nel 1990 a quasi 35 per cento nel 2016.

“Se 2016 risulta essere il picco nella tariffa dell'obesità,„ Bentley ha detto, “che è casualmente una generazione dopo il picco nell'uso dello sciroppo di amido ad alta percentuale di fruttosio,„ che è diminuito in uso dal suo picco negli anni 90.

Poiché i prodotti freschi e gli alimenti sani sono costosi, “più povera la famiglia, peggiori le opzioni sono, sia in termini di costo che che scelte degli alimenti sono realmente disponibili nella comunità,„ ha aggiunto.

Per Damian Ruck, ricercatore post-dottorato nel dipartimento di UT dell'antropologia ed il co-author dello studio, dell'emergenza di questa correlazione fra reddito e dell'obesità è una partenza radicale da che cosa è stato usuale per la maggior parte di storia dell'umanità.

“Il fatto che la gente ricca ora è quelle scarne è l'opposto a che cosa è stato vero nella maggior parte delle culture per lo più,„ ha detto.