Gli scienziati studiano come un evento doloroso è elaborato nel cervello

Il dolore è una sensibilità negativa di che vogliamo liberarci appena possibile. Per proteggere i nostri organismi, reagiamo per esempio ritirando la mano. Questo atto è capito solitamente come la conseguenza della percezione di dolore. Un gruppo dall'università di Monaco di Baviera tecnica (TUM) ora ha indicato che la percezione, l'impulso da agire e la disposizione di energia agire in tal modo hanno luogo nel cervello simultaneamente e non, come è stato preveduto, uno dopo l'altro.

Piombo da Markus Ploner, professore per ricerca umana di dolore, scienziati di Heisenberg dal dipartimento di neurologia del der Isar dei rechts di Klinikum di TUM dell'ospedale universitario esaminatrice dettagliatamente come un evento doloroso è elaborato nel cervello. Per la prima volta potevano indicare che il cervello rende almeno tre risposte differenti ad uno stimolo doloroso e che queste risposte sono simultanee ed indipendenti da una un altro. I risultati possono avere ripercussioni fondamentali per la comprensione del dolore ed il trattamento dei pazienti di dolore.

Il dolore comprende almeno tre fattori: Percezione di dolore, un atto come ritiro della mano da una stufa calda e una risposta del sistema nervoso autonomo che fornisce l'energia necessaria per l'atto. Le funzioni essenziali autonome di comandi di sistema nervoso quali la frequenza cardiaca, la respirazione, la digestione ed il metabolismo.

Combinazione di misure di elettroencefalogramma e comportamentistiche

Nei loro esperimenti, i ricercatori si sono applicati i brevi stimoli di dolore delle resistenze varianti alla parte posteriore della mano dei volontari sani. La percezione di dolore era risoluta in base alla valutazione dei partecipanti dello stimolo su una scala di valutazione. Il gruppo, piombo da Markus Ploner, ha studiato la componente di atto basata sul tempo di reazione gli oggetti stati necessari per ritirare le loro barrette in risposta allo stimolo. Inoltre, per determinare la risposta del sistema nervoso autonomo, il gruppo ha misurato la produzione del sudore alla superficie interna della mano.

Per l'intera durata dell'esperimento, l'attività di cervello è stata misurata facendo uso dell'elettroencefalografia (EEG). Questo metodo fornisce informazioni altamente precise su quando e come le cellule nervose reagiscono agli stimoli di dolore.

Le componenti di dolore sorgono indipendentemente da una un altro

Ploner e suo team hanno applicato un metodo statistico conosciuto come l'analisi della mediazione ai dati. Il metodo è stato affermato in scienze sociali da qualche tempo; tuttavia, questa era la sua prima applicazione ai dati di elettroencefalogramma. Il gruppo poteva così scoprire che le risposte del cervello serviscono alle tre componenti di dolore e quando hanno luogo esattamente.

I risultati delle valutazioni hanno sorpreso i ricercatori: “Per la prima volta potevamo vedere che le risposte del cervello alle componenti di dolore non hanno avuto luogo una dopo l'altra, ma piuttosto in parte simultaneamente. Ciò significa che il preparato per atto e la disposizione di energia non dipendono interamente dalla percezione di dolore; invece sono in parte avviato indipendentemente da uno un altro,„ spiegano Laura Tiemann, l'autore principale dello studio.

Terapia completa di dolore per i pazienti cronici di dolore

Sebbene al primo piuttosto estratto, questi risultati possano essere di grande importanza ai pazienti che soffrono dal dolore cronico. Ploner raccomanda di considerare tutte e tre le componenti di dolore nella terapia completa di dolore: “Per i pazienti cronici di dolore, è possibile che non solo la percezione di dolore, ma anche il preparato e la prestazione degli atti contro dolore e la disposizione dell'energia agire in tal modo siano cambiati. I nostri risultati sono così un argomento biologico per gli approcci olistici di terapia di dolore che catturano le componenti differenti di dolore in considerazione. Tali approcci comprenderebbero la psicoterapia e terapia farmacologica come pure fisioterapia,„ Ploner dice. Questo genere di terapia, citato come terapia multimodale di dolore, già sta offrendo al centro interdisciplinare di TUM per la medicina di dolore.

Sorgente: https://www.tum.de/nc/en/about-tum/news/press-releases/detail/article/35139/