La terapia fisica iniziale si è associata con riduzione dell'uso dell'opioide

I pazienti che hanno subito la terapia fisica presto dopo la diagnostica con il dolore nella spalla, collo, lombo-sacrale o il ginocchio erano circa 7 - 16 per cento meno probabili da utilizzare gli opioidi nei mesi successivi, secondo un nuovo studio dai ricercatori alla scuola di medicina di Stanford University ed alla scuola di medicina di Duke University.

Per i pazienti con la spalla, il dolore del ginocchio o della parte posteriore che ha usato gli opioidi, terapia fisica iniziale è stato associato con i 5 - 10 per cento di riduzione di cui della droga hanno usato, lo studio trovato.

In mezzo di preoccupazione nazionale circa l'esagerare degli opioidi e dell'incoraggiamento dal centri per il controllo e la prevenzione delle malattie ed altri gruppi per spiegare le alternative una volta possibili, i risultati forniscono la prova che la terapia fisica può essere un approccio utile e nonpharmacologic per la gestione del dolore osteomuscolare severo.

“Ci siamo chiesti che, “come possiamo indirizzare il dolore che la gente sta avendo, mentre non aumentando il loro rischio di bisogno necessario degli opioidi? “„ ha detto il Sun di Eric, il MD, il PhD, assistente universitario della medicina perioperative e di dolore di anestesiologia, a Stanford. “E che cosa il nostro studio ha trovato era quello se potete ottenere ragionevolmente rapidamente questi pazienti su terapia fisica, quello diminuisce la probabilità che useranno gli opioidi a lungo termine.„

Lo studio, da un'analisi dei reclami di assicurazione sanitaria privati per cura e delle prescrizioni fra 2007 e 2015, sarà pubblicato il 14 dicembre nella rete di JAMA aperta. Il Sun è l'autore principale. Steven George, PhD, professore di ortopedia a duca, è l'autore senior.

Meno prescrizioni dell'opioide

I reclami esaminati ricercatori per il paziente esterno e le visite di pronto soccorso per l'istanza più iniziale di una diagnosi della spalla, del collo, del ginocchio o del dolore lombo-sacrale fra privatamente hanno assicurato, pazienti nonelderly adulti.

Lo studio ha schermato fuori i pazienti che recentemente avevano catturato gli opioidi includendo soltanto coloro che non aveva riempito una prescrizione dell'opioide nell'anno priore. Lo studio egualmente ha schermato fuori i pazienti con meno dolore serio includendo soltanto coloro che aveva visualizzato un medico per il loro stato entro 30 giorni della loro diagnosi iniziale ed è stato dato almeno una prescrizione dell'opioide nei 90 giorni. Il campione definitivo ha consistito di 88.985 pazienti.

Dopo avere registrato per ottenere le co-morbosità, quali il diabete e l'ipertensione, esponga al sole ed i suoi colleghi hanno trovato che le probabilità dei pazienti che riempiono una prescrizione dell'opioide tre mesi ad un anno dopo che la loro diagnosi iniziale di dolore era più bassa se avessero partecipato almeno ad una sessione di terapia fisica entro 90 giorni della loro diagnosi. Le probabilità sono state diminuite da 16 per cento per i pazienti con dolore del ginocchio, da 15 per cento per dolore della spalla, da 8 per cento per dolore al collo e da 7 per cento per dolore lombo-sacrale.

I risultati, il Sun ha detto, potrebbero essere utili ai clinici alla ricerca delle opzioni della dolore-gestione che portano meno rischi sanitari che gli opioidi. Gli studi hanno indicato la terapia di esercizio, una componente di terapia fisica, diminuisce il dolore e migliora la funzione per alcune circostanze osteomuscolari. Altri studi hanno indicato che i pazienti con le prescrizioni passate per il farmaco di dolore dell'opioide sono al rischio aumentato per la dose eccessiva e l'uso improprio.

“Questo non è un mondo in cui ci siano richiami magici,„ Sun ha detto. “Ma molte linee guida suggeriscono che la terapia fisica sia una componente importante della gestione di dolore e c'è poco lato negativo a provarla.„

Meno esigenza di sollievo di dolore

Lo studio anche misurato se la terapia fisica iniziale è stata associata con un'esigenza in diminuzione degli opioidi a lungo termine fra il paziente che ha riempito le prescrizioni. I ricercatori hanno misurato la quantità di opioidi convertendo gli importi prescritti in equivalenti orali di milligrammo della morfina.

Hanno trovato, dopo avere registrato per ottenere i fattori di confusione, che i pazienti che avevano subito la terapia fisica iniziale hanno usato 10,3 per cento meno farmaco dell'opioide per dolore del ginocchio; 9,7 per cento più di meno per dolore della spalla; e 5,1 per cento più di meno per dolore alla schiena nel periodo tre mesi ad un anno dopo la loro diagnosi. Non c'era riduzione significativa per dolore al collo.

La terapia fisica entro tre mesi della diagnosi egualmente è stata associata con una probabilità in diminuzione che i pazienti con due delle circostanze cronicamente userebbero gli opioidi a lungo termine, secondo lo studio. Dopo terapia fisica iniziale, i pazienti con dolore del ginocchio erano 66 per cento meno probabili nel periodo tre mesi ad un anno dopo la loro diagnosi ai materiali di riempimento 10 o più prescrizioni o acquistano un'offerta del farmaco dell'opioide per i 120 giorni o più. I pazienti con dolore lombo-sacrale erano 34 per cento meno probabili da essere utenti cronici se avessero terapia fisica iniziale. Non c'era associazione fra terapia fisica ed uso cronico dell'opioide fra i pazienti con la spalla o il dolore al collo.

“Il consenso generale è quello per dolore osteomuscolare, gli opioidi non sono generalmente una soluzione a lungo termine,„ il Sun ha detto. “Oltre a tutti gli effetti secondari di altro lato, anche se il farmaco sta facendo bene per voi, avrà sempre meno effetto col passare del tempo come il vostro organismo sviluppa una tolleranza.„

Sorgente: http://med.stanford.edu/news/all-news/2018/12/early-physical-therapy-can-reduce-risk-of-long-term-opiod-use.html