Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Attività di cervello trovata per essere premonitore di timore in relazione con il dolore

L'approccio di Neuroscientific può contribuire a riconciliare le emozioni auto-riferite ed i loro sostegni neurali

I ricercatori hanno applicato una tecnica di apprendimento automatico che potrebbe potenzialmente tradurre i reticoli di attività nelle regioni del cervello di timore-trattamento in punteggi sui questionari usati per valutare il timore di un paziente di dolore. Questo approccio neuroscientific, riferito in eNeuro, può contribuire a riconciliare le emozioni auto-riferite ed i loro sostegni neurali.

il timore in relazione con il dolore è valutato tipicamente scambievolmente con i vari questionari, usati spesso, che chiedono a pazienti come ritengono circa il loro dolore clinico. Tuttavia, è costruzioni poco chiare fino a che punto questi auto-rapporti misurano il timore e l'ansia, che sono conosciuti per comprendere le regioni differenti del cervello e forse altre psicologiche.

Michael Meier e colleghi dal laboratorio di PETRA Schweinhardts all'ospedale universitario di Balgrist a Zurigo, Svizzera, ha indirizzato questa ambiguità dalla rappresentazione i cervelli dei pazienti con dolore lombo-sacrale mentre hanno guardato le attività (di camminata) nocive (piegando) ed inoffensive di evocazione dei videoclip per la parte posteriore. L'attività di cervello dei partecipanti era premonitrice dei loro punteggi sui vari questionari. D'importanza, i questionari differenti sono stati associati con i reticoli distinti di attività neurale. Questi risultati indicano che i simili questionari possono misurare gli stati emozionali differenti.