Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Facendo uso del metabolomics untargeted per trovare i biomarcatori e gli obiettivi terapeutici per CVD

Le malattie cardiovascolari (CVDs) si rivelano essere la causa delle morti principale nel mondo intero. Se le statistiche sono esaminate, quasi quattro su cinque morti sono dovuto infarto miocardico o il colpo. Gli sforzi per impedire il CVD hanno scarso effetto sulla diminuzione del numero delle morti riferite CVD malgrado molti avanzamenti medici. Di conseguenza, la ricerca di nuovo e perfino di migliori terapie e trattamenti per il miglioramento di coloro che sta soffrendo dal CVD è ancora in corso. Il campo del metabolomics ha offerto una buona soluzione per queste malattie. I biomarcatori di Metabolomic aiutano i clinici ad identificare il rischio di misure preventive della presa e di CVD prima che le malattie possano affiorare. La diagnosi precoce di CVD è un buon segno per il ripristino di un paziente ed anche per la loro salubrità. Di conseguenza, c'è una necessità di stabilire i biomarcatori affidabili, sensibili e non invadenti che possono servire da obiettivi terapeutici per la prevenzione ed il trattamento di CVD.

In questo studio, le tecniche analitiche sono discusse con il flusso di lavoro che è utilizzato in metabolomics untargeted. Gli studi finalizzati che evidenziano l'uso del metabolomics untargeted nella ricerca di CVD egualmente sono identificati. Cinque degli studi finalizzati mostrano gli approcci per identificare il metabolomics untargeted e per applicare questi informazioni nelle situazioni cliniche. L'analisi è stata condotta per la previsione del rischio della malattia cardiovascolare, dell'ischemia del miocardio, dell'attacco ischemico transitorio, della coronaropatia di incidente e del rischio di infarto miocardico. L'uso del metabolomics untargeted per la valutazione del rischio è ancora relativamente nuovo e c'è ancora un'esigenza degli avanzamenti futuri nelle tecnologie di metabolomics.