Il terreno irlandese contiene i ceppi batterici efficaci contro i superbugs resistenti agli antibiotici

Ricercatori che analizzano terreno da pensiero lungo dell'Irlanda per fare scoprire i beni medicinali che contiene uno sforzo precedentemente sconosciuto dei batteri che è efficace contro quattro dei sei superbugs principali che sono resistenti agli antibiotici, compreso MRSA.

I superbugs resistenti agli antibiotici hanno potuto uccidere fino a 1,3 milione di persone in Europa da ora al 2050, secondo la ricerca recente. L'organizzazione mondiale della sanità (WHO) descrive oggi il problema come “una di più grandi minacce contro salubrità, obbligazione dell'alimento e lo sviluppo globali„.

Il nuovo sforzo dei batteri è stato scoperto da un gruppo basato a facoltà di medicina dell'università di Swansea, composta dei ricercatori da Galles, dal Brasile, dall'Irak e dall'Irlanda del Nord. Hanno nominato gli streptomiceti di nuovo sforzo myrophorea di sp.

Il terreno che hanno analizzato provenuto da un'area di Fermanagh, Irlanda del Nord, che è conosciuta come gli altopiani di Boho. È un'area del pascolo alcalino ed il terreno è reputato avere beni curativi.

La ricerca degli antibiotici della sostituzione per combattere la multi-resistenza ha spinto i ricercatori ad esplorare le nuove sorgenti, compreso le medicine pieghe: un campo di studio conosciuto come il ethnopharmacology. Egualmente stanno mettendo a fuoco sugli ambienti in cui i produttori antibiotici ben noti come gli streptomiceti possono essere trovati.

Uno del gruppo di ricerca, il Dott. Gerry Quinn, un residente precedente di Boho, contea Fermanagh, era stato informato delle tradizioni curative dell'area per molti anni.

Una piccola quantità di terreno è stata avvolta tradizionalmente in panno di cotone ed è stata usata per guarire molti disturbi compreso le infezioni di mal di denti, della gola e del collo. Interessante, questa area precedentemente è stata occupata dai druidi, verso il 1500 dagli anni fa e dalla gente neolitica 4000 anni fa.

I risultati principali della ricerca erano che lo sforzo neo-identificato degli streptomiceti:

  • Ha inibito la crescita di quattro dei sei agenti patogeni multi-resistenti principali identificati dal WHO come essendo responsabile delle infezioni sanità-associate: Faecium resistente dell'enterococco delle vancomicine (VRE), polmonite meticillina-resistente di staphylococcus aureus (MRSA), della klebsiella e baumanii Carbenepenem-resistente dell'acinetobatterio
  • Ha inibito sia i batteri gram-positivi che gram-negativi, che differiscono nella struttura della loro parete cellulare; i batteri solitamente gram-negativi sono più resistenti agli antibiotici


Non è ancora chiaro che la componente di nuovo sforzo impedisce la crescita degli agenti patogeni, ma il gruppo già sta studiando questo.

Il professor Paul Dyson della facoltà di medicina dell'università di Swansea ha detto:

“Questo nuovo sforzo dei batteri è efficace contro 4 dei 6 agenti patogeni principali che sono resistenti agli antibiotici, compreso MRSA. La nostra scoperta è un passo avanti importante nella lotta contro resistenza a antibiotici.

I nostri risultati indicano che il folclore e le medicine tradizionali valgono la pena di studiare nella ricerca di nuovi antibiotici. Gli scienziati, gli storici e gli archeologi possono tutti avere qualcosa da contribuire a questo compito. Sembra che la parte della risposta a questo problema molto moderno potrebbe trovarsi nella saggezza dell'esperienza.„

Il Dott. Gerry Quinn dal gruppo di ricerca ha detto:

“La scoperta delle sostanze antimicrobiche dagli streptomiceti sp.myrophorea contribuirà nella nostra ricerca di nuove droghe a trattare i batteri multi-resistenti, la causa di molte infezioni pericolose e letali.

Ora ci concentreremo sulla depurazione e sull'identificazione di questi antibiotici. Egualmente abbiamo scoperto gli organismi antibatterici supplementari dalla stessa maturazione del terreno che può coprire una più vasta gamma degli agenti patogeni multi-resistenti.„

La ricerca è stata pubblicata “nelle frontiere in microbiologia„.