Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova tecnica aiuta la concentrazione nella misura degli insetticidi su superficie delle zanzariere

il reticolato di zanzara Insetticida-infuso è nell'uso molto diffuso intorno al mondo limitare la diffusione delle malattie trasmesse dalle zanzare, quale malaria. I ricercatori dalla North Carolina State University e dal centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti (CDC) ora hanno fornito una tecnica che realmente misura quanto l'insetticida è trovato sulla superficie di questi netti - aprendo la strada affinchè gli sforzi determinasse quanto tempo i netti sono efficaci.

“Finora, non c'era tecnica stabilita per la misurazione della distribuzione e concentrazione di insetticidi sulla superficie del reticolato,„ dice Chuanzhen Zhou, uno studioso del ricercatore alla funzione analitica della strumentazione dello stato di NC (AIF) e co-author di un documento sul lavoro. “E quello è importante, perché soltanto l'insetticida sulla superficie può bioavailable e uccidere le zanzare.„

“Stavamo cercando un modo affrontare questo problema - ed ora abbiamo sviluppato un modo misurare due degli insetticidi più comuni usati su qualunque tipo di reticolato,„ dice il co-author Fred Stevie, ricercatore senior nel AIF. “E, presumibilmente, potremo estendere la tecnica per altri insetticidi pure.

“Questo ha impatto mondiale,„ Stevie dice. “Ci sono più di miliardo netti là fuori e la nostra nuova tecnica può dirci quanto tempo l'antiparassitario su quei netti dura ed ogni quanto tempo devono essere sostituiti. Infine, la tecnica ha potuto aiutarci ad esaminare un intervallo dei fabbricati incassati con gli insetticidi, dalle uniformi militari all'attrezzo d'escursione di qualità superiore.„

I ricercatori hanno cominciato mettendo a fuoco sul permethrin, uno degli insetticidi più ampiamente usati utilizzati in reticolato. I ricercatori hanno analizzato un campione del permethrin facendo uso di uno spettrometro di massa per ottenere l'impronta digitale chimica dell'insetticida. Poi hanno usato la stessa tecnica per ottenere l'impronta digitale chimica del materiale del reticolato. Ciò ha fornito ai ricercatori le informazioni che del riferimento hanno dovuto dire le sostanze a parte una volta che cominciassero ad analizzare il reticolato permethrin-incassato.

Il gruppo di ricerca poi ha usato una tecnica chiamata spettrometria di massa secondaria dello ione di tempo di volo (ToF-SIMS) per analizzare i campioni del reticolato permethrin-incassato.

In ToF-SIMS, un campione è bombardato con gli ioni del bismuto, che espellono gli ioni dalla superficie del materiale del campione. Gli ioni che sono stati battuti liberamente poi sono raccolti ed il lasso di tempo che cattura ogni ione per arrivare al punto della raccolta dice a ricercatori quale atomo o molecola lo ione fa parte; gli ioni più pesanti sono più lenti dell'accendino un. Esaminando i dati collettivi, i ricercatori possono determinare il trucco globale della superficie del campione.

I ricercatori egualmente hanno utilizzato una tecnica che impianta gli ioni nel campione, permettendoli di determinare non solo che i materiali sono presente ma la loro abbondanza relativa.

Facendo uso di entrambe le tecniche, i ricercatori hanno eseguito le analisi multiple dei campioni del reticolato di zanzara che avevano veduto i vari livelli di uso. I campioni hanno variato dal reticolato nuovissimo a catturare con la rete quello erano stati in uso per anni. Confrontando i dati sui campioni che ancora hanno ucciso le zanzare con i dati dai campioni che più non hanno funzionato, i ricercatori hanno identificato un livello a cui il permethrin è diventato inefficace.

I ricercatori stanno continuando con loro sforzi per determinare quanto tempo il reticolato rimane efficace nelle varie circostanze e stanno lavorando per applicare questa metodologia ad altri insetticidi utilizzati nel reticolato di zanzara.