Il nuovo esame esamina i programmi globali di prevenzione AIDS in prigioni

Nella questione attuale della medicina di famiglia e della salubrità della Comunità (volume 6, numero 4, 2018; DOI: https://doi.org/10.15212/FMCH.2018.0118: , Somayeh Zare, Mehdi Kargar, Jeyran Ostovarfar, Mohammad Hossein Kaveh del dipartimento dell'educazione sanitaria e della promozione, il banco di salubrità, l'università di scienza medica, Shiraz, Iran di Shiraz discute come gli studi indicano che la progettazione adatta dei programmi educativi può pregiudicare la consapevolezza dei prigionieri dell'AIDS.

Tuttavia, non è facile da studiare la loro efficacia. Così gli autori hanno posto la domanda di se questi programmi pregiudicano significativamente la diminuzione della trasmissione del HIV fra i prigionieri. Il consiglio e la prova diagnostica non sono considerati come gli obiettivi finali di questi programmi, ma contribuiscono a diagnosticare e trattare l'AIDS ed anche a fornire i programmi complementari per i prigionieri ed a fare diminuire il rischio di trasmissione del HIV a loro. I programmi della disposizione del preservativo sono stati utilizzati efficacemente in parecchi paesi. Gli studi esaminati indicano che questi programmi sono stati supportati più prima dai funzionari e dai prigionieri. Egualmente hanno mostrato se i prigionieri hanno accesso ai preservativi, essi li utilizzano nei loro contatti sessuali. Le indagini hanno illustrato l'importanza di NSPs ogni volta che l'AIDS è prevalente. Piombo a diminuire del rischio di trasmissione del HIV ed anche di spese extra per la terapia di malattia. Le indagini hanno mostrato l'efficacia dei programmi medici di terapia relativi all'AIDS. MMT, come una delle terapie AIDS e più preventive di controllo, può essere efficace ogni volta che è dato giustamente. MMT può diminuire la frequenza di uso della medicina ed anche di uso di una siringa comune. Principalmente, le efficaci e terapie accessibili influenzano sanità e sicurezza in prigioni. Tuttavia, pochi studi sono stati intrapresi per determinare l'impatto della disposizione del decontaminante ed i programmi tatuanti sicuri in prigioni, in modo da non è facile da valutare la loro efficacia.

Sorgente: http://cvia-journal.org/