Studio: L'uso di Facebook si è collegato alle percezioni del peggioramento della salubrità fisica

L'uso di Facebook si è collegato alle percezioni del peggioramento della salubrità fisica, la nuova ricerca dall'università di Surrey, rapporti.

Nel primo studio sul suo genere, pubblicato oggi nel giornale Heliyon, i ricercatori piombo dal Dott. Bridget Dibb hanno studiato la relazione fra Facebook e le percezioni di salubrità fisica. Cento sessantacinque partecipanti, tutti gli utenti di Facebook, sono stati esaminati per identificare i livelli di confronto con altri sul sito della rete sociale, sulle tariffe di autostima, sulla salubrità fisica percepita e sulla soddisfazione di vita.

I ricercatori hanno trovato che i partecipanti che si sono confrontati ad altri su Facebook hanno avuti maggior consapevolezza dei disturbi fisici, quali i problemi di sonno, il cambiamento del peso e la tensione del muscolo. È creduto che coloro che paragona ad altri su Facebook possano percepire i sintomi più fisici ma ugualmente, coloro che percepisce più sintomi può paragonare più ad altri su Facebook. Il confronto sociale è un trattamento dove i confronti sono fatti ad altri per valutare le nostre vite e sono più probabili accadere quando riteniamo incerti circa la nostra situazione.

Inoltre, è stato scoperto che le femmine e quelle che avvertono l'ansia o la depressione egualmente hanno percepito più sintomi. I partecipanti che di più sono stati soddisfatti con le loro vite ed hanno avuti alte tariffe di autostima sono stati associati con meno sintomi fisici.

I ricercatori ritengono che l'uso aumentato del sito della rete sociale possa essere associato con più opportunità di confrontarsi sfavorevole ad altri che percepiamo per essere “più ricchi„ che noi stessi sia nello stile di vita che nella salubrità.

Il Dott. Bridget Dibb, professore di seconda fascia in psicologia di salubrità all'università di Surrey, ha detto: “Confrontarsi ad altri non è un nuovo concetto; tuttavia, con l'aumento dei media sociali sta trasformandosi in in una parte delle nostre vite di tutti i giorni.

“Un'entità gradisce Facebook, con 2,27 miliardo utenti mensili attivi, mai non è esistito prima. L'effetto che a lungo termine ha sulle persone è sconosciuto, ma è chiaro che il confronto con altri è associato con le percezioni di cattiva salute. Necessità di utenti di essere informato di come ritengono quando usano i siti come Facebook e riconosce i pericoli dei confronti in questo contesto.„