Lo studio indica che anche il consumo dell'alcool del moderato può aumentare il rischio di fibrillazione atriale

L'alcool è onnipresente nella società occidentale e le tariffe di eccessivo uso fra gli adulti rimangono alte. L'eccessivo consumo dell'alcool è un fattore di rischio stabilito per la fibrillazione atriale (AF), ma che cosa sono gli effetti di consumo moderato e delicato sul AF? In un nuovo studio pubblicato in HeartRhythm, la Gazzetta ufficiale della società del ritmo del cuore e della società cardiaca dell'elettrofisiologia, ricercatori australiani ha indicato che i risultati moderati del consumo dell'alcool del regular (una media di 14 vetri alla settimana) nella prova più elettrica di sfregio ed i danni nella segnalazione elettrica hanno paragonato ai non bevitori ed ai bevitori leggeri. Il consumo dell'alcool è quindi un fattore di rischio modificabile importante per il AF.

Il AF è un ritmo anormale del cuore caratterizzato dalla battitura rapida ed irregolare degli atrii (le due camere superiori del cuore). Gli studi d'osservazione suggeriscono che anche il consumo corrente dell'alcool del moderato possa aumentare il rischio di AF. Una meta-analisi di sette studi che fanno partecipare quasi 860.000 pazienti e circa 12.500 persone con il AF ha dimostrato un aumento di otto per cento nell'incidente AF per ogni bevanda standard quotidiana supplementare. Malgrado l'associazione fra ingestione di alcol regolare ed il AF, tuttavia, gli studi elettrofisiologici umani dettagliati che descrivono la natura di ricostruzione atriale in relazione con l'alcool stanno mancando di.

Lo scopo di questo studio era di determinare l'impatto del consumo differente di gradi alcolici sulla ricostruzione atriale facendo uso della mappatura electroanatomic ad alta densità. In questo studio rappresentativo multicentrato in Australia, i ricercatori hanno eseguito la prova dilagante dettagliata sugli atrii di 75 pazienti con il AF, 25 in ciascuna di tre categorie: non bevitori per tutta la vita, bevitori delicati e bevitori del moderato. I pazienti auto-hanno riferito il loro consumo medio dell'alcool nelle bevande standard alla settimana (un vetro standard è di intorno 12 grammi di alcool) durante i 12 mesi precedenti. I pazienti che consumano due - sette bevande alla settimana sono stati considerati bevitori delicati, mentre quelli che consumano otto - 21 bevanda alla settimana (essere in media 14 beve alla settimana) sono stati definiti come bevitori moderati.

I ricercatori hanno trovato che persone che hanno consumato gli importi moderati dell'alcool (essere in media 14 beve alla settimana) hanno avute prova più elettrica di sfregio e di danni nella segnalazione elettrica che i non bevitori ed i bevitori leggeri.

“Questo studio sottolinea l'importanza di eccessivo consumo dell'alcool come fattore di rischio importante in AF,„ ha detto il professor Peter Kistler, MBBS, il PhD, FHRS del principale inquirente, dal centro del cuore, ospedale di Alfred, Melbourne, Australia. “Il consumo moderato dell'alcool del Regular, ma il consumo non delicato, è un fattore di rischio modificabile importante per il AF connesso con tensione più bassa e la conduzione atriali che rallentano. Questi mutamenti strutturali elettrici e possono spiegare la tendenza al AF in bevitori regolari. È un ricordo importante per i clinici che stanno occupando dei pazienti con il AF per chiedere notizie sul consumo dell'alcool e per fornire il consiglio appropriato in coloro che sovra-concede.„

Sorgente: https://www.elsevier.com/