I fattori di rischio dell'obesità possono differire per i bambini del non Latino-americano e ispani di bianco

I fattori che mettono i bambini a rischio di diventare obesi entro i primi 12 mesi della loro vita possono differire per i bambini del non Latino-americano e ispani. Ciò è una conclusione di nuovo studio nella ricerca pediatrica del giornale, che è pubblicata dalla natura di Springer. Autori principali, Sahel Hazrati e Farah Khan dell'istituto di traduzione negli Stati Uniti, fattori esaminatori della medicina di Inova connessi con peso in eccesso durante il primo anno di vita in latino-americano contro i bambini di bianco del non Latino-americano.

L'obesità di infanzia è una preoccupazione crescente di salubrità universalmente. Negli ultimi anni le istanze quasi hanno triplicato, con 17 per cento dei giovani negli Stati Uniti ora classificati come obesi. Gli studi precedenti hanno rivelato che i bambini ispani sono sproporzionatamente commoventi. Secondo uno studio recente, 15,6 per cento dei bambini ispani invecchiati fra due e cinque anni sono obesi, confrontato a 5,2 per cento dei bambini bianchi del non Latino-americano della stessa età.

La tariffa a cui peso di guadagno dei bambini nei mesi primissimi dopo che la nascita è collegata spesso alle loro probabilità di essere obesa per il resto della loro vita. Tuttavia non abbastanza è conosciuto circa cui i fattori potrebbero piombo i bambini essere di peso eccessivo dal loro primo compleanno.

Per studiare come questi fattori possono differire fra le famiglie bianche del non Latino-americano e ispane, Hazrati, Khan ed i loro colleghi hanno analizzato i dati contenuti nello studio di Inova chiamato “i primi 1000 giorni di vita ed oltre„. Le informazioni erano dal 1009 bambini di un anno estratti, 302 (30,0 per cento) di chi erano ispani e 707 (70 per cento) erano bambini di bianco del non Latino-americano. I dati genetici erano disponibili per 543 dei 1009 bambini inclusi nello studio e c'era un'alta tariffa di accordo fra i dati genetici dell'ascendenza e l'origine etnica riferita. I ricercatori hanno riunito le informazioni sui bambini e sui loro genitori, se sono stati allattati e quando sono stati presentati agli alimenti ed ai succhi di frutta solidi dai dati di indagine, dai questionari e dalle cartelle sanitarie.

Tre in ogni dieci (30,1 per cento) dei bambini ispani sono stati trovati per essere il peso eccessivo invecchiati 12 mesi, confrontati a appena al disopra uno in ogni dieci (bambini di bianco del non Latino-americano di 13,6 per cento).

“La tariffa di peso in eccesso nella popolazione ispana era in maniera sconvolgente più alta in questo gruppo, anche all'età molto giovane di 12 mesi,„ stati Hazrati.

Interessante, il più alto padre BMI e il più alta obesità materna durante la gravidanza sono stati associati con peso in eccesso nei bambini bianchi del non Latino-americano ma non in bambini ispani. D'altra parte, la formazione materna più bassa è stata associata con peso in eccesso nei bambini ispani.

Sebbene il vario sociale ed i fattori culturali siano trovati per avere influenza variante sulle famiglie nei gruppi etnici differenti, in associazione questi completamente non hanno spiegato le profonde differenze nell'obesità fra i bambini del non Latino-americano e ispani di bianco. Hazrati suggerisce che questi risultati potrebbero indicare una predisposizione genetica di fondo e le influenze epigenetiche verso l'obesità nelle origini etniche differenti.

“Poichè ci sono tanti fattori differenti che influenzano lo sviluppo dell'obesità in bambini piccoli, i servizi sanitari dovrebbero studiare la possibilità di emanare le linee guida personali mirate a alle popolazioni differenti in uno sforzo per staccare l'obesità dal gambo globale nella popolazione degli Stati Uniti,„ spiega Khan.

Sorgente: https://www.springer.com/gp/about-springer/media/research-news/all-english-research-news/risk-factors-for-obesity-may-differ-for-hispanic-and-non-hispanic-white-babies/16348974