I fisici di TPU propongono di usare l'analisi di attivazione neutronica dei muschi per il controllo ambientale

I fisici dall'università di politecnico di Tomsk hanno messo a punto un metodo ottimale per il controllo ambientale facendo uso dell'analisi di attivazione neutronica dei muschi. Il nuovo approccio può essere utilizzato per la valutazione di qualità dell'aria nelle città. Un articolo della ricerca è stato pubblicato nel controllo ambientale e nella valutazione del giornale.

I muschi sono usati spesso negli studi ambientali come oggetto del video: si sviluppano dappertutto, sono senza pretese e costantemente accumulano gli agenti inquinanti ambientali. Per il biomonitoring attivo, i muschi (quando non un muschio naturale ma muschi collocati specialmente su determinate aree) sono stati usati per la prima volta quasi mezzo secolo fa. Tuttavia, non c'è protocollo valido unificato per tali studi ancora. Di conseguenza, non è determinato che fattori dovrebbero essere considerati nel video. Per esempio, non è chiaro se gli stati di collocamento dei muschi pregiudicano il risparmio di temi degli studi.

I fisici ed i biologi di TPU da Tomsk State University hanno proposto un metodo per scoprire che fattori influenzano la qualità del video. A differenza della maggior parte degli studi precedenti, i ricercatori di Tomsk hanno scelto i muschi che crescono sui circuiti di collegamento di albero invece del terreno. Durante l'esperimento, gli scienziati hanno collocato gli strati sottili dei muschi su una maglia di nylon del piccolo poro e li hanno messi sui circuiti di collegamento di albero in due posti differenti nella città di Tomsk. Hanno scelto gli alberi di vari tipi che crescono vicino, cioè pioppo e betulla. Sui circuiti di collegamento di ogni albero, 3-4 strutture sono state montate verticalmente all'altezza di 0,5 e 1,5 M. completamente, 27 netti la dimensione circa di A4 sono stati usati. Sono restato sugli alberi oltre 20 settimane - da maggio inizio di ottobre. Durante questo periodo, i muschi hanno tenuto la vitalità alla maggior parte delle maglie.

I muschi eliminati dagli alberi sono stati trasformati in laboratorio, girato nelle polveri omogenee. Per capire che elementi chimici i campioni contengono i ricercatori ha effettuato l'analisi di attivazione neutronica nel laboratorio del reattore di ricerca di IRT-T TPU. L'analisi ha indicato che il campione aveva aumentato la concentrazione di cromo, di cesio, di afnio, di potassio, di lutezio, di molibdeno, di rubidio, di samario, di antimonio, di uranio, di terbio, di itterbio, di torio e di europio. L'aspetto della maggior parte dei elementi è collegato con la vicinanza delle aree di video alle strade ed alle imprese industriali.

I ricercatori hanno confrontato le concentrazioni di elementi chimici nei campioni del muschio situati allo stesso punto ma sugli alberi differenti o ad altezza differente. I muschi accumulano con noncuranza la maggior parte degli elementi chimici un genere di albero, la posizione dei campioni riguardante la sorgente di inquinamento (strade o imprese) e l'altezza del montaggio. Soltanto due eccezioni sono state trovate. Il rubidio ed il potassio si accumulano meglio ad un'altezza di 1,5 m. che di 0,5 M. inoltre, il livello di potassio in muschio sui pioppi era superiore a sugli alberi di betulla. Queste differenze erano notevoli soltanto in una dei due posti in cui riflettendo è stato effettuato e della verifica supplementare di bisogno.

Il direttore di progetto, professore di seconda fascia dalla divisione del ciclo di combustibile nucleare Natalia Rogova sottolinea:

“Siamo riuscito a rivelare che il biomonitoring attivo facendo uso dei muschi epifitici è economico e conveniente usare. Tali muschi non richiedono le unità speciali di collocare, in modo da è campioni facili da preparare e le colloca anche su una zona vasta. Come provato dal nostro studio, non importa su che alberi e quanto su collocate i campioni. Il metodo può semplificare significativamente gli studi ambientali mentre può essere adottato a tutto il territorio.„

Sorgente: https://tpu.ru/en