Le prescrizioni veterinarie abusate di hanno potuto contribuire all'opioide l'epidemia in corso

Lo studio di Penn mostra 41 per cento di aumento in opioidi per i piccoli animali più scorso 10 anni; i risultati indicano un altro viale del rischio potenziale per accesso umano agli opioidi

L'aumento nelle prescrizioni dell'opioide per la gente negli ultimi dieci anni può essere parallelizzato tramite un aumento nelle prescrizioni dell'opioide per gli animali domestici, secondo uno studio dai ricercatori all'università di scuola di medicina del Perelman di Pensilvania e del banco di medicina veterinaria. I risultati, in questo studio mai visto sulle prescrizioni veterinarie dell'opioide, suggeriscono che ci sia egualmente una domanda aumentata degli opioidi veterinari, determinata dalle procedure complesse eseguite in medicina veterinaria come pure una consapevolezza intensificata di importanza della gestione di dolore. Poichè l'opioide che prescrive in medicina veterinaria non è regolamentato molto quanto le prescrizioni mediche per gli esseri umani, è possibile che le prescrizioni veterinarie abusate di potrebbero contribuire all'opioide l'epidemia in corso. I risultati sono pubblicati oggi nella rete di JAMA aperta.

Nello studio, i ricercatori hanno esaminato tutte le pillole dell'opioide e rattoppa dispensato o prescritto dal gennaio 2007 al dicembre 2017 per i cani, i caponi ed altri piccoli animali all'università di banco di Pensilvania di medicina veterinaria (veterinario di Penn). I risultati indicano che la quantità di queste prescrizioni, come misurata negli equivalenti di milligrammo della morfina (MME), è aumentato annualmente di 41 per cento durante il periodo, mentre il numero annuale delle visite è aumentato di soltanto circa 13 per cento. Come funzione di cura terziaria veterinaria, la quantità di pratiche unica del veterinario di Penn richiede particolare attenzione a ed il trattamento di dolore in specie veterinarie, che possono rappresentare l'utilizzazione aumentata dell'opioide nello studio.

“Poichè stiamo vedendo la stampa epidemica dell'opioide sopra, stiamo identificando altri viali di consumo umano possibile ed uso improprio,„ ha detto lo studio Jeanmarie senior Perrone autore, il MD, un professore della medicina di emergenza ed il Direttore di tossicologia medica alla medicina di Penn. “Anche dove l'aumento in opioidi veterinari prescritti è inteso bene dal veterinario, può significare una probabilità aumentata delle pillole rimanenti che sono abusate più successivamente dai membri della famiglia, vendute o deviate, o mettendo in pericolo i bambini piccoli con l'esposizione involontaria. I risultati di questo studio indicano che valutando la tariffa delle prescrizioni veterinarie dell'opioide, possiamo sviluppare le strategie per diminuire sia i rischi sanitari umani che animali associati con l'aumento di uso.„

La crisi corrente dell'opioide negli Stati Uniti causa decine di migliaia di morti della dose eccessiva ogni anno--approssimativamente 50.000 nel 2017, secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. La crisi ha cominciato verso la fine degli anni 90 ed è stata rifornita in gran parte tramite un aumento ripido nelle prescrizioni per gli analgesici dell'opioide. Stringendo i regolamenti compreso i programmi di controllo del farmaco da vendere su ricetta medica hanno contribuito a diminuire il numero delle prescrizioni dell'opioide dal loro picco nel 2011. Sebbene le morti della dose eccessiva dell'opioide di prescrizione ora siano oltrepassate da quelle dovuto eroina e fentanil illegalmente ottenuti, il precedenti ancora rappresentano annualmente quasi 20.000 infortuni mortali. Poiché l'opioide che prescrive in medicina veterinaria non è come comparativamente regolamentato, inquietudini sono suscitate di che gli opioidi prescritti per gli animali domestici potrebbero essere abusati dagli esseri umani.

I ricercatori hanno esaminato le registrazioni della farmacia all'ospedale del Ryan del veterinario di Penn durante la finestra di dieci anni di studio e le tendenze analizzate per i quattro opioidi hanno prescritto o dispensato ai pazienti animali -- tramadolo, hydrocodone e compresse della codeina e toppe del fentanil. Gli animali nello studio hanno incluso i cani (73,0 per cento), i caponi (22,5 per cento) ed hanno ordinato altri compreso i conigli, i serpenti e gli uccelli (4,5 per cento).

“Abbiamo trovato che la quantità aumentata di opioidi prescritti dal nostro ospedale non era dovuto volume paziente aumentato solo. È probabile che il nostro scopo di assicurazione dei nostri pazienti è postoperatorio, specialmente per quelli che richiedono le procedure complesse e dilaganti, ha determinato le nostre pratiche di prescrizione aumentate durante questo periodo,„ ha detto l'autore principale Dana Clarke, VMD senza dolore, un assistente universitario della radiologia Interventional all'università di banco di Pensilvania di medicina veterinaria “al livello nazionale, non conosciamo il potenziale o le dimensioni della diversione di prescrizione dagli animali agli esseri umani e che impatto questo potrebbe avere sulla crisi umana dell'opioide.„

Gli aneddoti circa gli opioidi veterinario-prescritti che sono usati dalla gente già hanno spinto alcuni stati per aggiungere le restrizioni alla prescrizione veterinaria. In Pensilvania, i legislatori di stato stanno lavorando con l'associazione medica veterinaria della Pensilvania (PVMA) per determinare la linea di condotta più efficace per l'opioide che dispensa dai veterinari di pratica dello stato. Due stati, Maine e Colorado, ora richiedono le verifiche degli antecedenti sui dati storici di prescrizione dell'opioide dei proprietari animali prima che un veterinario possa scrivere ad un opioide la prescrizione. L'Alaska, Connecticut e la Virginia ora limitano la quantità di opioidi che tutto il un veterinario può prescrivere ad un singoli paziente/animale. Venti stati ora richiedono ai veterinari di riferire al loro opioide le prescrizioni ad un database centrale, appena come medici fanno. Al veterinario di Penn, gli sforzi corrente in pratica per diminuire la prescrizione dell'opioide comprendono la preferenza degli anestetici locali per dolore postoperatorio, i punteggi di dolore per guidare l'amministrazione degli opioidi ed il video dei pazienti che richiedono l'uso a lungo termine dell'opioide, quali i cani con il hydrocodone di richiesta della tosse cronica.

Gli autori dicono che è importante che il problema potenziale degli opioidi veterinari deviati è studiato ulteriormente per determinare il suo disgaggio e dovrebbe essere indirizzato estendendo le misure di amministrazione dell'opioide che già pregiudicano i medici medici a medici veterinari, in tutti gli stati.