Lo studio del tronco di mutazioni suggerisce la nuova direzione in origine di cancro

I Cancri sorgono il più comunemente a causa di una serie di due - cinque mutazioni in geni differenti che si combinano per causare un tumore. Prova da un numero crescente degli esperimenti messi a fuoco sulle mutazioni del tronco--le prime mutazioni in una sequenza data--suggerisce una nuova direzione nella comprensione delle origini di cancro.

In un documento ha pubblicato oggi in cellula tumorale, crea Arnold J. Levine dell'istituto per lo studio avanzato e Nancy A. Jenkins e Neal G. Copeland, entrambi il centro del Cancro di Anderson di MD dell'università del Texas, presentano una nuova prospettiva di questi dati, evidenziante due variabili importanti: 1) la sequenza delle mutazioni che quello piombo alla formazione di cancro e 2) la cella digita dentro che questa accade, fornendo una nuova comprensione significativa nella crescita, i beni ed i risultati di questi tumori. I concetti sviluppati in questo documento suggeriscono i nuovi viali per la sperimentazione futura, contribuiscono a spiegare le osservazioni precedentemente poco chiare e raccomandano i nuovi metodi per impedire lo sviluppo del cancro, compreso il blocco della sequenza definita che è richiesta per produrre un tumore.

Levine spiega, “questo documento non pubblica alcuni nuovi esperimenti. Piuttosto, descrive un nuovo modo capire ed interpretare i risultati attuali ed in questo modo contribuisce a spiegare i fatti precedentemente confusionari, descriventi le differenze nei cancri di sviluppo alle giovani o vecchiaia e sottolineanti il ruolo importante delle predisposizioni ereditate ai cancri di sviluppo. La pubblicazione suggerisce gli assolutamente nuovi percorsi a studiare le origini dei cancri sopra una vita.„

Il documento della cellula tumorale raccoglie i numerosi esempi di come l'ordine delle mutazioni pregiudica il risultato del tumore e della sua risposta alla terapia. Questo documento evidenzia l'opportunità affinchè i ricercatori esamini le centinaia di questi alberi evolutivi con differenti ordini delle mutazioni che forse forniranno un metodo di impronta digitale che potrebbe rivelare le informazioni sul tipo, sulla crescita e sul potenziale di un cancro invadere i tessuti circostanti ai tempi della diagnosi in moda da potere pianificazione i trattamenti. Con una comprensione di queste catene mutational complesse, le ditte di biotecnologia e farmaceutiche potrebbero cominciare a considerare gli interventi per inibire i collegamenti particolari all'interno di una sequenza mutational che potrebbe bloccare ulteriore sviluppo di un cancro. Le droghe dirette contro i primi e secondi risultati mutational possono completamente impedire mai le terze e quarte mutazioni essere selezionato per dentro un clone delle celle. Il fuoco in questo documento è così su prevenzione del cancro, non il trattamento.

Molti generi differenti di cancri sorgono tramite la capitalizzazione casuale delle mutazioni (errori nelle informazioni in un gene) sopra una vita. Per esempio, la ricerca passata ha indicato che il cancro colorettale è associato con le mutazioni nei seguenti quattro geni distinti: APC, RAS, TGF-beta e p53, di cui ciascuno contribuisce un errore nelle funzioni differenti che sono effettuate dalle celle nel suo colon. Copeland e Jenkins hanno dimostrato che il tumore del colon si sviluppa il più rapido quando il gene dell'APC è subito una mutazione in primo luogo, il gene di RAS in secondo luogo, il TGF-beta gene terzo e l'ultimo del gene p53. Le mutazioni nei primi tre geni producono i tumori benigni. Soltanto quando tutti e quattro i geni sono mutati c'è un tumore maligno. Ma le mutazioni si presentano a caso sopra una vita. L'ordine è imposto tramite la selezione darwiniana. Una mutazione dell'APC permette un clone delle celle di svilupparsi (formando un polipo benigno). Quando una mutazione di RAS si presenta in questo clone delle celle il polipo ingrandice, aumentando il numero delle celle con queste due mutazioni e, pertanto, la probabilità che un cancro può sorgere. Quindi, l'ordinazione di queste mutazioni casuali è selezionata per dall'attuabilità e la replica delle celle con questo ordine delle mutazioni. Il laboratorio di Levine ha mostrato la stessa necessità per un ordine delle mutazioni in cinque geni differenti di produrre un cancro differente: Linfomi a cellula T. Era questi due documenti, pubblicati circa tre anni fa, che hanno iniziato Copeland, Jenkins e Levine che esplora se questa era la via nello sviluppo di tutti i cancri; “L'ordine delle mutazioni e la cella digitano gli argomenti„.

Il nuovo documento della cellula tumorale del trio fornisce agli scienziati ed agli innovatori un nuovo insieme delle domande per chiedere notizie sullo sviluppo del tumore che potrebbe muovere il campo di ricerca sul cancro in una nuova e direzione emozionante.

Sorgente: https://www.ias.edu/press-releases/2019/ccell