Le vitamine del gruppo b possono essere utili per la gente con prima psicosi di episodio

Le vitamine del gruppo b possono migliorare la concentrazione fra la gente che sperimenta il primo gruppo b che le vitamine possono essere utili per il mantenimento delle abilità di concentrazione fra la gente che avverte un primo episodio di psicosi, uno studio di psicosi di episodio dai ricercatori da Orygen

Le vitamine del gruppo b possono essere utili per il mantenimento delle abilità di concentrazione fra la gente che avverte un primo episodio di psicosi, uno studio dai ricercatori da Orygen, il centro di eccellenza nazionale nella salute mentale della gioventù, ha trovato.

Lo studio, piombo dal Dott. Colin O'Donnell, ora all'ospedale universitario di Letterkenny ed il Dott. Kelly Allott da Orygen, hanno esplorato l'impatto di aumento dell'assunzione di una persona delle vitamine B12, B6 e l'acido folico [vitamina B9] dopo gli studi nella gente con la schizofrenia ha rivelato che l'assunzione aumentata di queste vitamine potrebbe fare diminuire i livelli dei pazienti di amminoacido chiamato omocisteina e migliorare i loro sintomi.

Il Dott. Allott ha detto che i livelli elevati di omocisteina nella gente che vive con la schizofrenia erano stati associati con i sintomi più severi. “Gli studi precedenti dati hanno indicato che aumentando l'assunzione del vitamina b12, B6 e l'acido folico fa diminuire i livelli dell'omocisteina e migliora i sintomi fra la gente con la schizofrenia, noi hanno voluto scoprirlo se dare queste vitamine alla gente che avverte la prima psicosi di episodio raggiungesse risultati simili,„ hanno detto.

Un primo episodio di psicosi può essere un precursore alla schizofrenia di sviluppo ma i sintomi psicotici possono anche essere associati con disordine bipolare o la depressione severa.

Nei giovani di studio 100 che assistono alla prevenzione della psicosi della salubrità della gioventù di Orygen ed al centro in anticipo di intervento (EPPIC) sono stati definiti a caso per ricevere qualsiasi supplementi della B-vitamina o una compressa del placebo una volta al giorno oltre 12 settimane. Durante questo periodo, i livelli dell'omocisteina dei pazienti, i sintomi ed il funzionamento conoscitivo (per esempio, memoria, attenzione, linguaggio ed abilità di apprendimento) sono stati valutati.

I risultati sono stati pubblicati nella questione attuale della psichiatria biologica del giornale.

Il Dott. Allott ha detto che i risultati hanno indicato che i partecipanti che hanno ricevuto la B-vitamina completa eseguito meglio nel completamento delle mansioni dell'attenzione e di concentrazione durante le 12 settimane che i partecipanti che hanno ricevuto il placebo.

“Questo indica che le B-vitamine potrebbero avere un effetto neuroprotective; sebbene non stiano migliorando le abilità della concentrazione di un paziente, possono proteggere queste abilità dalla diminuzione,„ il Dott. Allott ha detto.

“La psicosi è un diverso stato dove tutti presentano con differenti sintomi e profilo biologico differente. Che cosa era particolarmente interessante era che i partecipanti che hanno avuti anormalmente massimo omocisteina livella al riferimento erano più rispondenti ai supplementi della B-vitamina, in termini di miglioramento nell'attenzione. I risultati di questo studio supportano un approccio più personale al completamento della vitamina nella prima psicosi di episodio, suggerente che quelli con omocisteina elevata siano probabili avvantaggiare la maggior parte.„