Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

il Collo-rafforzamento degli esercizi può proteggere gli atleti dalle commozioni cerebrali

I ricercatori di Rutgers hanno proposto una soluzione per gli atleti all'elevato rischio per le commozioni cerebrali in relazione con sport, quali calcio e calcio: Protegga la vostra testa con gli esercizi di collo-rafforzamento nella pre-stagione.

Un documento dai ricercatori al banco di Rutgers delle professioni sanitarie, pubblicato nel giornale di ortopedico e degli sport terapia fisica, esamina gli studi precedenti sul ruolo che la resistenza, la dimensione e la posizione del collo svolgono nella diminuzione del rischio di commozione cerebrale. Egualmente hanno esaminato il maggior rischio di lesione alla testa agli atleti maschii femminili e giovani che giocano gli sport di impatto o del contatto, come quando dirige un pallone da calcio.

Sulla base dei loro risultati e del giudizio clinico del gruppo di ricerca, i ricercatori di Rutgers hanno sviluppato le raccomandazioni che i terapisti fisici e gli istruttori atletici possono usare per proteggere gli atleti.

Questi comprendono l'esecuzione della valutazione cervicale accurata della spina dorsale come componente dell'esame pre-atletico di partecipazione; selezione per il dolore perché i rapporti del riferimento di dolore al collo sono stati associati con il rischio aumentato di commozione cerebrale in giovani atleti; e fornendo gli interventi quali gli esercizi per rinforzare i muscoli del collo.

“La nostra capacità di individuare le commozioni cerebrali in relazione con sport notevolmente è migliorato, ma la nostra capacità di impedire le commozioni cerebrali e fare diminuire i risultati di post-lesione rimane limitata,„ ha detto l'autore principale Allison Brown, un assistente universitario al banco di Rutgers delle professioni sanitarie. “Abbiamo identificato la resistenza, la dimensione e la posizione del collo poichè fattori potenziali che diminuiscono il rischio diminuendo la grandezza di forza sopra impatto. Quindi, la resistenza aumentante del collo e possibilmente gradua potrebbe diminuire sostanzialmente il rischio o la severità di lesione o di risultati.„

Le commozioni cerebrali, che sono causate da un impatto che fa il cervello muoversi all'interno del cranio, possono piombo ai problemi con il pensiero, la concentrazione, l'umore o altri cambiamenti neurologici. I sintomi supplementari possono comprendere le vertigini e la nausea.

Un collo che è più forte, più densamente o allineato in una posizione di andata - con le orecchie davanti a piuttosto di quanto allineate con le spalle - può diminuire la quantità di energia trasferita al cervello durante l'impatto, così diminuendo il rischio e la severità di lesione, ha detto Carrie Esopenko, un assistente universitario al banco delle professioni sanitarie e dell'autore senior del rapporto.

Le donne hanno tipicamente meno resistenza del collo ed avvertono un maggior rischio di commozione cerebrale come pure maggior severità dei sintomi e durata più lunga del ripristino rispetto ai loro pari del maschio, Esopenko ha detto.