L'analisi del sangue individua la lesione cerebrale collegata agli anni di Alzheimer prima che i sintomi si sviluppino

I ricercatori alla scuola di medicina dell'università di Washington hanno trovato che un'analisi del sangue semplice può individuare i segni di lesione cerebrale fra la gente che svilupperà Alzheimer, molto prima che cominciassero dare segni di perdita o di confusione di memoria.

Illustrazione di DNA nel sangue - provettaktsdesign | Shutterstock

La prova può l'un giorno applicarsi nella clinica della neurologia per permettere alla tempestiva e rilevazione economica della lesione cerebrale veduta non solo nel morbo di Alzheimer, ma altri moduli della malattia neurodegenerative anche.

La abbiamo convalidata nella gente con il morbo di Alzheimer perché sappiamo che i loro cervelli subiscono i lotti del neurodegeneration, ma questo indicatore non è specifico per Alzheimer. Gli alti livelli hanno potuto essere un segno di molte malattie neurologiche e ferite differenti.

Brian Gordon, autore di studio

La prova individua i livelli di catena leggera di neurofilament (NfL), una proteina strutturale del nervo che cola nel liquido cerebrospinale (CSF) e poi nella circolazione sanguigna, una volta che i neuroni del cervello sono nocivi o muoiono.

I livelli aumentati di NfL nel CSF precedentemente sono stati indicati per indicare il danno di cellula cerebrale, ma molti pazienti sono riluttanti a subire il rubinetto spinale che è richiesto per ottenere questo liquido.

Gordon e gruppo quindi esaminatori se i livelli di sangue di NfL potrebbero anche servire da indicatore per danno neurologico.

Il gruppo ha valutato più di 400 partecipanti inclusi nella rete del Alzheimer dominante ereditato (DIAN), ciascuna di chi ha avuto varianti genetiche rare funzionare nelle loro famiglie che inducono tipicamente Alzheimer a svilupparsi negli anni 30, 40s, o 50s. Tutti gli oggetti precedentemente avevano subito un'analisi del sangue, una scansione di cervello e un test conoscitivo ad una clinica di DIAN.

I ricercatori hanno trovato quello fra coloro che ha avuto una variante genetica di inizio iniziale (n=247), livelli del NfL di sangue erano più alti al riferimento e sono aumentato col passare del tempo, rispetto ai parenti che hanno avuti un modulo sano del gene (n=162).

Come riportato nella medicina della natura del giornale, Gordon ed il gruppo potrebbero individuare la differenza fino a 16 anni prima di quando i segni conoscitivi sarebbero stati preveduti mostrare.

Inoltre, le analisi di scansione di cervello hanno indicato che la tariffa a cui la rosa dei livelli del NfL ha abbinato la tariffa a cui un'area del cervello ha chiamato il precuneus (quale è compreso nella memoria) si è assottigliata e si sono restrette.

Sedici anni prima che i sintomi sorgano è realmente abbastanza presto nel trattamento di malattia, ma potevamo anche poi vedere le differenze. Ciò potrebbe essere un buon biomarcatore preclinico per identificare coloro che continuerà a sviluppare i sintomi clinici.„

Stephanie Schultz, co-author

Per provare se i livelli del NfL di sangue potrebbero essere premonitori del declino conoscitivo, il gruppo ha eseguito le scansioni di cervello e due prove conoscitive (l'esame di stato di MiniMental e la prova logica di memoria) su 39 partecipanti con una variante del gene di presto-inizio che ha rivisitato la clinica di DIAN un una media di due anni dopo la loro ultima visita.

Il gruppo ha trovato che i partecipanti che precedentemente erano stati identificati come avendo livelli rapido aumentanti del NfL erano il più probabile da video i segni di atrofia del cervello e del declino conoscitivo.

Sarà importante confermare i nostri risultati nel morbo di Alzheimer di manifestazione tardiva e definire il periodo di tempo sopra cui i cambiamenti di neurofilament devono essere valutati per prevedibilità clinica ottimale.„

Mathias Jucker, autore senior

Gordon dice che sebbene possa vedere la prova che è utilizzata nella clinica in alcuni anni per identificare i segni di lesione cerebrale in diversi pazienti, non ritiene che sia possibile eppure predire esattamente quando la gente svilupperà la demenza.

Tuttavia, “siamo tutto il lavoro verso quello,„ lui concludiamo.

Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2019, June 20). L'analisi del sangue individua la lesione cerebrale collegata agli anni di Alzheimer prima che i sintomi si sviluppino. News-Medical. Retrieved on November 13, 2019 from https://www.news-medical.net/news/20190121/Blood-test-detects-brain-damage-linked-to-Alzheimere28099s-years-before-symptoms-develop.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "L'analisi del sangue individua la lesione cerebrale collegata agli anni di Alzheimer prima che i sintomi si sviluppino". News-Medical. 13 November 2019. <https://www.news-medical.net/news/20190121/Blood-test-detects-brain-damage-linked-to-Alzheimere28099s-years-before-symptoms-develop.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "L'analisi del sangue individua la lesione cerebrale collegata agli anni di Alzheimer prima che i sintomi si sviluppino". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20190121/Blood-test-detects-brain-damage-linked-to-Alzheimere28099s-years-before-symptoms-develop.aspx. (accessed November 13, 2019).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2019. L'analisi del sangue individua la lesione cerebrale collegata agli anni di Alzheimer prima che i sintomi si sviluppino. News-Medical, viewed 13 November 2019, https://www.news-medical.net/news/20190121/Blood-test-detects-brain-damage-linked-to-Alzheimere28099s-years-before-symptoms-develop.aspx.