Gli afroamericani che fumano le sigarette sono più probabili sviluppare la malattia periferica dell'arteria

Gli afroamericani che fumano le sigarette sono più probabili di coloro che non fuma per sviluppare la malattia periferica dell'arteria, secondo la nuova ricerca in giornale dell'associazione americana del cuore, il giornale di Access aperto dell'associazione americana del cuore/associazione americana del colpo.

La malattia periferica dell'arteria (PAD) è una limitazione delle arterie altra poi quelli direttamente che serviscono il cuore. Questi vasi sanguigni forniscono il flusso sanguigno alle armi, ai cosciotti, al cervello e ad altri organi quali i reni. Se questo flusso sanguigno è diminuito, colpo, insufficienza renale, disfunzione erettile, dolore nei cosciotti quando camminare e perfino la perdita di arti possono accadere. Il CUSCINETTO è associato con parecchi fattori di rischio della malattia di cuore compreso ipertensione, il diabete e l'obesità.

Gli afroamericani sono influenzati sproporzionatamente quasi il doppio dal CUSCINETTO, quanto i bianchi del non Latino-americano. Mentre il tabagismo è un fattore di rischio riconosciuto del CUSCINETTO, piccolo è conosciuto circa il suo impatto specifico sugli afroamericani.

“La malattia periferica dell'arteria è un carico importante di malattia nella popolazione afroamericana,„ ha detto Donald Clark III, M.D., M.P.H., assistente universitario di medicina all'università di centro medico del Mississippi a Jackson. “Stabilire una chiara associazione fra il fumo e la malattia periferica dell'arteria in questa popolazione particolarmente vulnerabile può contribuire a guidare i nostri sforzi per ridurre il loro rischio e per aiutarli per migliorare la loro salubrità.„

Per imparare più, i ricercatori hanno analizzato le cartelle sanitarie di circa 5.300 partecipanti, invecchiate 21 - 84 anni, iscritti allo studio del cuore di Jackson, il più grande studio di gruppo del unico sito studianti i fattori di rischio cardiovascolari in afroamericani. Fra i partecipanti che auto-hanno riferito, fumare lo stato era 68 per cento che non ha fumato mai (3579 persone), 986) fumatori di esperienza di 19 per cento (e fumatori correnti di 13 per cento (693).

Per determinare la prova del CUSCINETTO, i ricercatori hanno esaminato le misure della malattia periferica dell'arteria, includenti: indice analitico caviglia-brachiale, che confronta la pressione sanguigna nelle arterie delle estremità e scansione di tomografia (CT) di computer per identificare accumulazione del calcio in vasi sanguigni, che possono indicare la presenza di placche di arteria-didascalia.

Oltre ad essere due volte più probabili dei non-fumatori avere CUSCINETTO infraclinico nelle loro estremità inferiori, i fumatori correnti erano otto volte più probabili da avere alta accumulazione del calcio nell'aorta, l'arteria principale dell'organismo.

I ricercatori egualmente hanno trovato un'associazione fra il numero delle sigarette fumate e la probabilità del CUSCINETTO. I partecipanti che hanno fumato 20 o più sigarette un il giorno hanno fatti confrontare le probabilità significativamente più alte del CUSCINETTO a coloro che ha fumato meno di 20 sigarette ogni giorno.

Gli studi sono stati intrapresi attraverso il supporto del centro di regolamento e di dipendenza del tabacco dell'associazione americana del cuore, come componente di un'iniziativa pluriannuale di concessione dagli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) e gli istituti di salubrità nazionali (NIH). Lo scopo dell'iniziativa è di condurre la ricerca per documentare gli effetti cardiovascolari avversi dei prodotti del tabacco che possono informare il regolamento di FDA di questi prodotti, per imparare più circa gli atteggiamenti ed i comportamenti connessi con uso del tabacco e per contribuire a modellare l'efficace comunicazione circa gli effetti sulla salute dei prodotti del tabacco. Il centro dell'associazione ha messo a fuoco sulle popolazioni vulnerabili in uno sforzo per promuovere l'azione ordinaria di salubrità.

“I risultati da questo studio ci danno la prova ben fondata del debilitante specifico e fronte di taglio afroamericana dei fumatori di rischi pericolosi, di più fumano particolarmente,„ ha detto Mariell Jessup, M.D., scienza principale ed ufficiale sanitario dell'associazione americana del cuore. “Questo tipo di ricerca può essere utile nello sviluppo dei messaggi chiari mirati a alla nostra popolazione afroamericana per sottolineare i costi fisici reali di uso del prodotto del tabacco.„

Sorgente: https://newsroom.heart.org/news/cigarette-smoking-associated-with-increased-risk-of-peripheral-artery-disease-in-african-americans?preview=0363