Lo studio dimostra gli effetti benefici della vaccinazione di influenza sui pazienti di COPD

Un nuovo studio pubblicato nell'emissione di gennaio di CHEST® stabilisce che i pazienti con la fronte di taglio ostruttiva cronica di malattia (COPD) polmonare abbiano intensificato i rischi di morte, di malattia critica e di ospedalizzazione se sviluppano l'influenza e dimostri gli effetti benefici della vaccinazione di influenza. Il rapporto egualmente rivela le lacune nella cura che devono essere indirizzate, compreso la vaccinazione meno che universale di influenza in pazienti con COPD ed omissione fornire tempestivamente un farmaco antivirale una volta che il paziente è diagnosticato con l'influenza.

Lo studio ha trovato che l'infezione di influenza è una ragione comune per l'ospedalizzazione fra i pazienti con COPD e le conseguenze dell'infezione di influenza sono severe: uno su ogni 10 pazienti con influenza è morto ed una su ogni cinque pazienti con influenza ha richiesto la terapia intensiva.

“Malgrado questi risultati severi, egualmente abbiamo trovato che il vaccino antiinfluenzale è stato associato con una riduzione di 38 per cento delle ospedalizzazioni in relazione con l'influenza fra i pazienti con COPD. Dato ai risultati di questo lo studio, incoraggiamo forte i pazienti con COPD a ricevere ogni anno il vaccino antiinfluenzale come provvedimento cautelare contro influenza e le sue conseguenze gravi di salubrità,„ Sunita spiegato Mulpuru, il MD, FRCPC, MSc, dell'istituto di ricerca dell'ospedale di Ottawa, programma clinico dell'epidemiologia, università di Ottawa, Ontario, Canada.

In questo grande cittadino, lo studio prospettivo, dati è stato raccolto da 46 ospedali come componente della rete seria di sorveglianza di risultati (CIRN) di immunizzazione della rete canadese (SOS) della ricerca. La sorveglianza di comportamenti della rete di SOS per influenza e le malattie relative ogni stagione di influenza per contribuire a capire il carico di queste malattie nel Canada, particolarmente per le popolazioni ad alto rischio quali gli anziani e le persone con essere alla base delle malattie mediche. I dati sono stati raccolti nel corso di quattro stagioni invernali durante il 2011-2015. Questo studio ha incluso gli adulti ospedalizzati con una diagnosi documentata di COPD, selezionante quelle con cronologia conosciuta della vaccinazione di influenza.

L'analisi dei tamponi rinofaringei è stata usata per diagnosticare se i pazienti avessero l'influenza. Dei 4.755 pazienti inclusi nello studio, 38,5 per cento (1.833) sono stati confermati come avendo influenza.

“Abbiamo trovato che l'infezione di influenza è una ragione comune per l'ospedalizzazione fra i pazienti con COPD,„ abbiamo detto il Dott. Mulpuru. Una volta che ospedalizzati, i pazienti influenza-positivi hanno richiesto più frequentemente la ventilazione meccanica (8,7 per cento contro 5,2 per cento), il più alta mortalità con esperienza (9,7 per cento contro 7,9 per cento) e la maggior esigenza di cura critica (17,2 per cento contro 12,1 per cento) rispetto ai pazienti che hanno verificato la quantità negativa ad influenza. Per i pazienti che usando l'ossigeno domestico, i risultati erano più severi con il maggior rischio per l'ammissione di ICU e il più alta mortalità.

Malgrado i chiari vantaggi della vaccinazione, soltanto 66,5 per cento dei pazienti con COPD studiato sono stati vaccinati. La tariffa della vaccinazione non era affatto migliore fra i pazienti che richiedono l'ossigenoterapia domestica.

I ricercatori egualmente hanno identificato un altro spazio nella cura per questi pazienti vulnerabili con COPD. Fra quelli infettati con influenza, soltanto 69 per cento hanno ricevuto un farmaco antivirale mentre ospedalizzata e, per molti, la prescrizione dell'antivirale è stata ritardata.

“I nostri risultati indicano che la maggior consapevolezza è necessaria fra i pazienti con COPD ed i loro fornitori di cure mediche per quanto riguarda le conseguenze severe dell'infezione di influenza ed i vantaggi della vaccinazione. L'individuazione dei metodi per migliorare le tariffe della vaccinazione fra i pazienti con COPD è probabile avere un impatto significativo,„ il Dott. sottolineato Mulpuru.

Sorgente: https://www.elsevier.com/