Nove scienziati in anticipo di carriera nominati 2019 destinatari del premio dell'innovazione di Damon Runyon-Rachleff

Le fondamenta di ricerca sul cancro di Damon Runyon hanno annunciato che nove scienziati con gli approcci novelli a cancro combattente sono stati nominati 2019 destinatari del premio dell'innovazione di Damon Runyon-Rachleff. Lle concessioni di iniziale di $400.000 in due anni hanno ricevuto a cinque scienziati in anticipo di carriera di cui i progetti hanno il potenziale di urtare significativamente la prevenzione, la diagnosi ed il trattamento di cancro. Ogni awardee avrà l'opportunità per fino a due anni supplementari di finanziamento (quattro anni ammontano a per $800.000). Inoltre, “la fase continuata 2" supporto è stata accordata a quattro awardees, che hanno dimostrato il progresso significativo sulla loro ricerca proposta durante i primi due anni del premio. Questo anno, le fondamenta hanno aumentato annualmente il premio di 33% $150.000 - $200.000.

Il premio dell'innovazione di Damon Runyon-Rachleff costituisce un fondo per la ricerca sul cancro dai pensatori particolarmente creativi con “le idee alto-ricompensa/ad alto rischio„ che mancano dei dati preliminari sufficienti per ottenere il finanziamento tradizionale. I awardees sono selezionati con un trattamento altamente non Xerox e rigoroso da un comitato scientifico formato dai ricercatori principali del cancro che sono innovatori stessi. Soltanto quegli scienziati con una chiare visione e passione per ricerca sul cancro sono selezionati ricevere il premio prestigioso. Gli esempi degli esempi di successo passati dai awardees di Damon Runyon includono il gene che modificano la tecnologia CRISPR e l'unicellulare che ordina le tecniche che stanno rivoluzionando non appena la ricerca sul cancro, ma la ricerca biomedica globalmente.

Questo programma era grazie stabiliti alla generosità di Andy e di Debbie Rachleff.

Innovatori 2019 di Damon Runyon-Rachleff:

Xiaochun Li, PhD
Il centro medico sudoccidentale dell'università del Texas

Il Dott. Li sta mettendo a fuoco sulla via di segnalazione dell'istrice (Hh), che è richiesta per lo sviluppo adeguato durante la formazione di embrione. Questa via può anche essere attivata anormalmente in tessuto adulto ed è stata implicata nei cancri multipli--compreso basalioma e il medulloblastoma--quello rappresenta circa 25% delle morti del cancro. Il suo laboratorio applicherà gli approcci biologici delle cellule e strutturali per studiare due componenti importanti della via di segnalazione dell'istrice: Rattoppato-Io, un soppressore del tumore e lisciato, un oncoprotein. Questi risultati estenderanno la comprensione della via di Hh nella progressione del cancro e possono contribuire ad identificare gli obiettivi potenziali per intervento terapeutico.

Joseph D. Mancias, MD, PhD
Dana-Farber Cancer Institute

Il Dott. Mancias sta esplorando le interazioni sinergiche fra la radioterapia e l'immunoterapia mirata a in pazienti con cancro del pancreas (adenocarcinoma duttale pancreatico, “PDAC„). Mentre questa combinazione del trattamento ha indicato i vantaggi drammatici per i pazienti con determinati tipi del cancro, è stata provocatoria predire quali pazienti risponderanno e determineranno come sfruttare gli effetti antitumorali delle cellule immuni di radiazione. L'identificazione degli antigeni indotti da radiazioni di PDAC farà luce sull'interazione fra il sistema immunitario e la radiazione e fornirà la base per la progettazione delle immunoterapie efficaci per i pazienti cancri pancreatici ed altri (quali il glioblastoma, il carcinoma della prostata, il cancro al seno, il cancro polmonare, i cancri di collo e capi, i cancri pediatrici).

Gennaio P. Schuemann, PhD
Policlinico di Massachusetts

Sebbene la radioterapia sia un trattamento chiave per molti tumori solidi, il tessuto circostante sano può essere danneggiato con l'esposizione involontaria che piombo agli effetti secondari seri. La ricerca del Dott. Schuemann sta esplorando se “la terapia estrema (EDR) del protone di intensità di dose„ può essere usata per risparmiare il tessuto sano mentre tratta i tumori solidi. Con la nuova tecnologia di EDR, la radioterapia del protone è estremamente veloce consegnato--interi trattamenti nei millisecondi. Tuttavia, il meccanismo che è alla base della riduzione degli effetti secondari è ancora sconosciuto. Questa ricerca metterà a fuoco sugli irradiamenti del cervello ma ha il potenziale di applicarsi a quasi tutti i tipi del cancro. Questi risultati possono dimostrare come i trattamenti di EDR possono notevolmente migliorare il risultato di radioterapia.

Jason M. Sheltzer, PhD
Laboratorio freddo del porto della sorgente

Il Dott. Sheltzer studia come aneuploide, o avere troppi o troppo pochi cromosomi nella cella, nello sviluppo del cancro di influenze e nel trattamento. Circa 55% dei cancri al seno hanno una copia extra di una parte (chiamata “il braccio di q„) del cromosoma 1. Il suo laboratorio sta sviluppando la tecnologia di avanguardia di assistenza tecnica del cromosoma per eliminare le copie extra di 1q dalle linee cellulari del cancro al seno e per determinare se questo impedisce alle celle di formare i tumori. Ulteriormente, il suo gruppo proverà se l'aneuploide induce le cellule tumorali ovariche ad essere sensibili a delle chemioterapie, con lo scopo dell'identificazione della droga che specificamente uccide le celle con le copie extra del cromosoma 1q senza pregiudicare le celle normali. Questi esperimenti hanno potuto piombo alle terapie “cromosoma-specifiche„ altamente efficaci basate su aneuploide.

Alexandra-Chloé Villani, PhD
Policlinico di Massachusetts

Gli inibitori immuni del controllo liberano il sistema immunitario per attaccare i tumori; hanno rivoluzionato il trattamento dei cancri solidi cambiando la prognosi per molti pazienti, migliorando la loro qualità di vita ed offrendo la remissione duratura. Tuttavia, queste immunoterapie possono anche stimolare gli assalti sugli organi sani chiamati “eventi avversi in relazione con immune„ (irAEs), variando dalle eruzioni secondarie e dalle febbri alle complicazioni gastrointestinali severe ed all'infiammazione micidiale del cuore. Il Dott. Villani sta analizzando i campioni pazienti facendo uso delle tecnologie genomiche avanzate e degli approcci immunologici integranti per capire perché e come questi irAEs si presentano in malati di cancro. Infine, mira ad identificare le soluzioni terapeutiche per impedire o gestire clinicamente i irAEs senza diminuire il potenziale di salvataggio di immunoterapia.

2019 innovatori di Damon Runyon-Rachleff della fase 2:

Benjamin L. Martin, PhD e David S. Matus, PhD
Stony Brook University

La metastasi, quando le celle del tumore si spargono agli organi distanti e formano i tumori secondari, è uno degli aspetti più micidiali di cancro ma non è buono capita. DRS. Martin e Matus stanno mettendo a fuoco su questo trattamento per capire come le cellule tumorali si liberano dai tumori per muoversi attraverso l'organismo. Il loro progetto di collaborazione è fondato sopra un'osservazione sperimentale fatta dal Dott. Matus nell'ascaride di modello, elegans del C., che una cella non può invadere e dividere simultaneamente. Facendo uso di due sistemi-modello, dei elegans del C. e degli zebrafish, rerio del D., hanno guadagnato una migliore comprensione meccanicistica di come l'arresto del ciclo cellulare aumenta la capacità dilagante di diverse celle durante la metastasi, compreso stravaso, la capacità di uscire i vasi sanguigni nel tessuto circostante. Hanno sviluppato un biosensore che permette che la quantificazione delle celle nelle fasi differenti del ciclo cellulare e dei microscopi leggeri specializzati della lamiera sottile prevedi il comportamento delle cellule di tumore invasivo all'alta risoluzione, in tempo reale. Le comprensioni dal loro lavoro possono aiutare nella progettazione di terapeutica per sradicare le celle metastatiche che sfuggono agli agenti chemioterapeutici tradizionali che mirano soltanto attivamente a dividere le celle.

Rushika M. Perera, PhD
Università di California, San Francisco

Le cellule tumorali hanno un'abilità unica a rapido ed efficientemente ricostruiscono la loro composizione interna e vie metaboliche per mantenere la crescita accelerata, si riproducono per metastasi e resistono alle terapie anticancro. Il lisosoma, un organello nella cella che degrada i detriti cellulari, ha la capacità di gestire l'adattabilità di una cellula tumorale. Through trattamento e riciclando le macromolecole differenti, i servire del lisosoma da sorgente importante di combustibile per crescita della cellula tumorale ed i pezzi di ricambio per la ricostruzione della cella. Il Dott. Perera sta mettendo a fuoco sull'adenocarcinoma duttale pancreatico (PDAC), che dipende altamente dai lisosomi per la crescita. Ha caratterizzato le proteine lysosomal Cancro-specifiche ed ha indicato che queste delle proteine celle confer PDAC con due beni chiave: la capacità di riparare rapido le loro membrane di fronte agli insulti continui del prodotto chimico e meccanici, per massimizzare assorbimento nutriente ed alterare la loro composizione nella membrana cellulare per eludere riconoscimento dal sistema immunitario ospite. Collettivamente, questi risultati indicano i ruoli in gran parte inesplorati per il lisosoma in PDAC ed evidenziano le vulnerabilità novelle che potrebbero essere sfruttate dal punto di vista terapeutico.

Marcela V. Maus, MD, PhD
Policlinico di Massachusetts

Il Dott. Maus sta costruendo le proprie celle di T immuni dell'organismo per combattere i tumori cerebrali micidiali come il glioblastoma. Tuttavia, negli studi dei pazienti con i tumori cerebrali, ha trovato che le celle del tumore possono sfuggire alle celle di T costruite. Ora sta riprogettando le celle di T in modo che blocchino le uscite d'emergenza usate dai tumori. Prevede che le celle costruite siano più potenti e possano trasformarsi in in un nuovo efficace trattamento per i tumori cerebrali. Le celle di T costruite dell'AUTOMOBILE sono progettate alle cellule bersaglio che video le proteine anormali multiple (antigeni) fatte dagli oncogeni cancerogeni; il theywill funge da portafili della droga per indirizzare le transenne specifiche di eterogeneità e di penetrare dell'antigene la barriera ematomeningea. Sta provando questi “che vive droga„ in vitro e nei modelli del mouse con lo scopo infine di avanzamento dei questi studi ai test clinici umani. Ancora, se questo sistema funziona per i tumori cerebrali, ha il potenziale di applicarsi come terapia per altri moduli di cancro pure.

FONDAMENTA DI RICERCA SUL CANCRO DI DAMON RUNYON

Per accelerare le innovazioni, le fondamenta di ricerca sul cancro di Damon Runyon forniscono agli odierni i migliori giovani scienziati il finanziamento per perseguire la ricerca innovatrice. Le fondamenta hanno guadagnato la protuberanza mondiale nella ricerca sul cancro identificando i ricercatori e gli medico-scienziati eccezionali. Dodici scienziati di supporto dalle fondamenta hanno ricevuto il premio Nobel ed altre sono capi dei centri del cancro e guide dei programmi di ricerca rinomati. Ciascuno dei sui programmi del premio è estremamente non Xerox, con meno di 10% delle applicazioni costituite un fondo per. Dal suo fondare nel 1946, le fondamenta hanno investito oltre $360 milioni e costituito un fondo per oltre 3.700 giovani scienziati. Questo anno, commetteranno circa $19 milioni nei nuovi premi ai giovani ricercatori brillanti.

100% di tutte le donazioni alle fondamenta è usato per supportare la ricerca scientifica. I sui costi di raccolta di fondi ed amministrativi sono pagati dal sui servizio e dotazione dei biglietti di Damon Runyon Broadway.