L'ingestione di cibo carente dei pazienti ricoverati sta mettendo la loro salubrità e le vite al rischio, studio mostra

Per i 36 milione Americani ospedalizzati ogni anno, la nutrizione adeguata svolge un ruolo critico nella loro salubrità e ripristino. Eppure la ricerca da nutritionDay negli Stati Uniti, in collaborazione con Abbott, malnutrizione di manifestazioni è ancora un problema senza indirizzo e diffuso in ospedali. Lo studio, pubblicato nel giornale di nutrizione parenterale e enterale, è l'analisi più robusta di malnutrizione negli Stati Uniti fin qui. I dati hanno confermato 1 in 3 adulti ospedalizzati sono a rischio di malnutrizione e l'ingestione di cibo del comma dei pazienti indicati sta mettendo la loro salubrità e vite al rischio anche, riaffermando la necessità di mettere a fuoco su nutrizione.

Facendo uso dei dati da nutritionDay - un'organizzazione che piombo un'indagine di un giorno dei fattori nutrizionali e dell'ingestione di cibo in pazienti adulti ospedalizzati - i ricercatori esaminati quasi 10.000 pazienti da 245 ospedali degli Stati Uniti. Hanno valutato la prevalenza del rischio di malnutrizione e dell'impatto di ingestione di cibo ed hanno trovato:

  • Cinquantuno per cento dei pazienti sta mangiando la metà o di meno dei loro pasti e l'ingestione di cibo diminuita è collegata all'elevato rischio della morte.
  • Gli adulti che non ne hanno mangiato del loro alimento hanno avuti gli quasi sei elevati rischi di volte della morte che coloro che ha mangiato un certo alimento.
  • Fra i pazienti che sono stati permessi non mangiare ma mangiare niente, solo 11 per cento ha ricevuto un supplemento di nutrizione.
  • Quasi la metà della malattia infettiva e dei pazienti a lungo termine di cura e più di 40 per cento dei pazienti dell'oncologia erano a rischio di malnutrizione.

“La malnutrizione può essere invisibile all'occhio ed è sfrenata negli ospedali degli Stati Uniti perché non è sempre superiore della mente - sintomi, come energia in diminuzione e perdita di peso involontaria, può essere attribuito spesso alla diagnosi primaria di un paziente,„ ha detto Gail Gewirtz, M.S., R.D., Presidente e fondatore di nutritionDay negli Stati Uniti “tuttavia, i nostri dati indicano che un segnale di pericolo - ingestione di cibo carente - è molto comune in ospedali e questo è che qualcosa i fornitori di cure mediche possono guardare facilmente fuori per e l'indirizzo.„

I PAZIENTI D'AIUTO PULISCONO LE LORO LASTRE GROSSE

La malnutrizione accade quando l'organismo non ottiene le sostanze nutrienti che abbia bisogno di e che possa accadere sia in persone di peso scarso che di peso eccessivo. La malnutrizione può aumentare il rischio dei pazienti di complicazioni e ritardare il ripristino. I pazienti arrivano spesso all'ospedale senza alimenti o al rischio e l'ingestione di cibo carente mentre ospedalizzati possono causare ulteriori complicazioni e ritardare il ripristino.

“I pazienti non hanno sempre il migliore appetito o desiderio mangiare mentre nell'ospedale, in modo da è importante creare un ambiente e servire sulle opzioni che promuovono l'ingestione di cibo ottimale,„ ha detto Abby Sauer, M.P.H., R.D., un dietista registrato a Abbott ed autore di studio del cavo. “I numerosi studi confermano che la cura di nutrizione, compreso una bevanda supplementare di nutrizione, può aiutare i pazienti senza alimenti e quelli al rischio per ottenere le sostanze nutrienti e l'energia che devono evitare le complicazioni, recuperano ed escono dell'ospedale più veloce.„

Le misure possono essere catturate dai fornitori di cure mediche, dai badante e dai pazienti per invertire la tendenza di malnutrizione:

  • Dia una mano: Offra l'assistenza ai pazienti con mobilità limitata o altri danni - pacchetti aperti, prepari il cibo degli utensili ed elimini i punti sgradevoli che possono interferire con il desiderio del paziente di mangiare.
  • Abbia una pianificazione di riserva: Confermi la struttura ospedaliera ha opzioni alterne di nutrizione o dell'alimento disponibili durante le fuori ore di servizio d'alimentazione o se il paziente è assente durante i tempi del pasto.
  • Collabori con un esperto: Raccomandi una consultazione con un dietista registrato del dietista per i pazienti con gli appetiti limitati, i bisogni specifici di nutrizione o i fattori di rischio.
  • Aggiunga un supplemento: Fornisca le bevande di nutrizione ai pazienti che sono senza alimenti, hanno l'assunzione carente o quelle del pasto lottanti con gli alimenti solidi.
  • Sia il vostro proprio avvocato di nutrizione: Parli con il vostro professionista di sanità circa i vostri bisogni di nutrizione e che chieda la parola con un dietista per assicurarsi che stiate ottenendo la nutrizione adeguata mentre nell'ospedale e nello post-scarico.

Sorgente: https://www.abbott.com/