La vitamina D può abbassare i livelli del glucosio e diminuire il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2

I vantaggi della vitamina D nella promozione della salubrità dell'osso sono già ben noti. Un nuovo studio dal Brasile suggerisce che la vitamina D anche possa promuovere la maggior sensibilità dell'insulina, così abbassare il glucosio livella ed il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. I risultati sono pubblicati oggi online nella menopausa, il giornale della società nordamericana della menopausa (NAMS).

Altri studi recenti hanno indicato una chiara relazione fra la vitamina D ed il controllo glycemic, suggerenti che la vitamina D aumentasse la sensibilità dell'insulina e migliorasse la funzione pancreatica della beta-cella. In questo studio rappresentativo che fa partecipare 680 donne brasiliane invecchiate 35 - 74 anni, lo scopo era di valutare l'associazione possibile fra la carenza di vitamina D e il glycemia aumentato.

Delle donne intervistate, 24 (3,5%) ha riferito usando i supplementi di vitamina D. Il completamento di vitamina D è stato trovato per essere associato negativamente con i livelli elevati del glucosio. L'esposizione abituale al sole egualmente ha fornito la stessa associazione, dimostrante che le carenze di vitamina D sono associate con i livelli elevati del glucosio di sangue.

I risultati di studio compaiono nell'articolo “che i livelli elevati del siero della vitamina D sono associati con i più bassi livelli del glucosio di sangue.„

“Sebbene una relazione causale non sia stata provata, i bassi livelli di vitamina D possono svolgere un ruolo significativo in diabete di tipo 2 mellito,„ dice il Dott. JoAnn Pinkerton, direttore esecutivo di NAMS. “Il completamento di vitamina D può contribuire a migliorare il controllo dello zucchero di sangue, ma gli studi di intervento ancora sono necessari.„

Sorgente: https://www.menopause.org/docs/default-source/press-release/vitamin-d-lowers-diabetes-risk-1-30-19.pdf