Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Togliendo il sangue dal cervello dei pazienti emorragici del colpo può impedire la morte

Come minimo un intervento di alta chirurgia che combina l'uso di una droga grumo-rompentesi e di un catetere togliere il sangue dal cervello dei pazienti emorragici del colpo ha diminuito gonfiare ed ha migliorato le prognosi dei pazienti, secondo la ricerca preliminare da presentare a Honolulu alla conferenza internazionale 2019 del colpo dell'associazione americana del colpo, ad una riunione prima del mondo per i ricercatori ed i clinici dedicati alla scienza ed al trattamento della malattia cerebrovascolare.

Il colpo emorragico, un indebolimento della parete del vaso sanguigno che induce il sangue a colare nel tessuto cerebrale, era responsabile di 3,3 milione morti nel 2015. E non ci sono terapie dimostrate per trattarla, secondo l'associazione americana del cuore.

I ricercatori in questa prova di fase 3 hanno studiato il trattamento del colpo emorragico che usando come minimo l'intervento di alta chirurgia più il alteplase per la procedura intracerebrale dell'evacuazione di emorragia (MISTIE), in cui un catetere è collocato chirurgicamente nel coagulo di sangue nel tessuto cerebrale e il alteplase della droga è amministrato per togliere più efficientemente il sangue dal cervello.

“Sappiamo dalla ricerca umana ed animale che (all'interno del cervello) i coaguli di sangue intracerebrali di emorragia sono tossici al tessuto cerebrale. La tossicità di sangue causa il gonfiamento nel cervello che, insieme all'immagine al vivo iniziale, contribuisce verso i risultati difficili, quali i problemi di discorso, camminata di difficoltà e perfino paralisi,„ ha detto W. Andrew Mould, M.P.H., l'autore di studio e la ricerca program manager alla divisione dei risultati del trauma cranico alla Johns Hopkins University a Baltimora, Maryland.

I ricercatori hanno confrontato i risultati dal livello del trattamento di cura (linee guida americane di associazione del cuore) alla procedura di MISTIE in 500 pazienti emorragici del colpo.

Hanno confermato i risultati dalla loro rappresentazione più iniziale che più sangue ha eliminato, più grande di studio di fase 2 MISTIE la riduzione del gonfiamento, indipendentemente dalla dimensione dell'immagine al vivo iniziale. I pazienti di MISTIE hanno avuti una più grande diminuzione nel gonfiamento del tessuto cerebrale che i pazienti nel gruppo medico. I ricercatori hanno riferito quello con ogni milileter 10 di volume rigonfio aumentato, pazienti erano 25 per cento più probabili da morire più probabile i 30 giorni e 15 per cento a morire i 180 giorni dopo il colpo.

“Ai pazienti, questa riduzione del sangue ed il volume di gonfiore possono significare un ripristino più veloce con i risultati migliori e un tempo di scarsità ritornare a casa. MISTIE ha il potenziale di stabilire il primo trattamento possibile per migliorare i risultati funzionali per i pazienti emorragici del colpo,„ la muffa ha detto.