Gli afroamericani hanno molto ipertensione media 5 volte più superiore nazionale

Estremamente ipertensione che quello piombo ai colpi, attacchi di cuore ed il danno acuto del rene, classificato come emergenza ipertesa, è cinque volte più su nei pazienti afroamericani di centro città che la media nazionale, secondo un co-cavo recente di studio da un ricercatore di Rutgers.

Lo studio, che è quello più grande del suo genere per confrontare lo sviluppo dell'emergenza ipertesa in un centro urbano degli Stati Uniti, compare nella pressione sanguigna del giornale.

Uno in tre adulti ha ipertensione conosciuta come ipertensione, con le più alte tariffe fra gli afroamericani. Oltre ad essere molto comune, l'ipertensione in afroamericani si sviluppa più presto nella vita ma ha velocità di regolazione più basse confrontate ad altri gruppi razziale-etnici. La pressione sanguigna superiore alla media provoca lo sviluppo delle complicazioni serie di salubrità che vengono con. Lo studio ha cercato di determinare la prevalenza ed i fattori di rischio di ipertensione che crescente i casi severi fra gli afroamericani.

“Estremamente le tariffe di ipertensione sono un in modo allarmante e preoccupazione significativa di salubrità per la popolazione afroamericana,„ ha detto Irina Benenson, un banco di Rutgers dell'assistente universitario di professione d'infermiera. “Gli interventi mirati a di sviluppo a controllo per i fattori di rischio principali possono diminuire il rischio di aumenti drastici nella pressione sanguigna e diminuire così il rischio di danno dell'organo di conseguenza.„

I ricercatori hanno analizzato le cartelle sanitarie di 3.568 pazienti con pressione sanguigna elevata curati nel pronto soccorso del centro medico di Newark Beth Israele, un ospedale del New Jersey che servisce principalmente le comunità di afroamericani. La metà di questi pazienti ha avuta aumenti severi nella pressione sanguigna.

I risultati hanno indicato che i pazienti che erano maschii, 65 anni o più vecchi, o che hanno avuti diabete, il cuore o la malattia renale cronico era all'elevato rischio per sviluppare estremamente l'ipertensione, che piombo alle complicazioni potenzialmente pericolose come peggioramento l'infarto e dell'attacco di cuore congestivi. Questi pazienti egualmente sono stati trovati per essere ad un elevato rischio significativamente per sviluppare l'insufficienza renale, il colpo e un vaso sanguigno rotto nel cervello conosciuto come il colpo emorragico.

Secondo i ricercatori, questo era egualmente il primo studio per identificare l'emoglobina bassa come fattore di rischio per pressione sanguigna severamente elevata. “L'anemia è comune nella gente con ipertensione, particolarmente in coloro che ha il diabete o malattia renale. L'emoglobina bassa è stata trovata per contribuire ad un aumento severo nella pressione sanguigna, ma ulteriori studi sono necessari completamente spiegare il socio fra i due,„ ha detto Benenson.

I punti culminanti di studio che allarmano le tariffe di pressione sanguigna severamente elevata in afroamericani e suggerisce che i trattamenti per gestire il diabete, cuore e malattia renale cronica e l'anemia possano diminuire lo sviluppo dell'estremi nella pressione sanguigna e nelle complicazioni serie riferite.

Mentre psicosociale solleciti quale lo sforzo professionale, alloggiante l'instabilità, isolamento sociale ed il razzismo a volte affrontato dagli afroamericani non era nell'ambito di questo studio specifico, Benenson crede che questi potrebbero essere alcuni fattori che possono contribuire alle più alte tariffe di pressione sanguigna in afroamericani.

“Questi fattori si presentano più spesso in afroamericani che in altri gruppi razziali ed è proposto che lo sforzo cronico possa attivare gli ormoni di sforzo che restringono i vasi sanguigni ed elevano la pressione sanguigna. Tuttavia, più studi sono necessari confermare.„

Sorgente: https://www.rutgers.edu/