Ricostruzione autologa del petto dopo che la ricostruzione guastata dell'innesto dà i buoni risultati

Gli innesti sono solitamente la prima scelta per ricostruzione del petto dopo la mastetomia. Ma quando a ricostruzione basata a innesto viene a mancare, la ricostruzione autologa - facendo uso dei propri tessuti del paziente - è una procedura sicura che migliora i risultati pazienti, riferisce uno studio nell'emissione di febbraio di Surgery® di plastica e ricostruttivo, il giornale medico ufficiale della società americana dei chirurghi plastici (ASP).

“La ricostruzione autologa del petto dopo che a ricostruzione basata a innesto guastata è associata con la soddisfazione e la qualità di vita pazienti significativamente migliori,„ conclude lo studio dal chirurgo Joseph J. Disa, MD e colleghi del membro di ASP del centro commemorativo del Cancro di Sloan Kettering, New York.

Lo studio mostra la sicurezza ed i buoni risultati di ricostruzione del petto di ripetizione

Gli innesti sono l'opzione più frequente per ricostruzione del petto dopo la mastetomia, utilizzata in circa 80 per cento dei pazienti. Ma in alcuni casi, la ricostruzione iniziale viene a mancare, dovuto le complicazioni o altre ragioni. In questa situazione, alcuni pazienti optano per la tecnica autologa, con il petto ricostruito facendo uso del proprio tessuto del paziente - facendo uso di un alettone si è verificato tipicamente “da un sito erogatore„ nell'addome.

Il Dott. Disa e colleghi ha analizzato 137 donne che hanno subito la ricostruzione autologa del petto dopo che ricostruzione guastata dell'innesto. In circa tre quarti dei pazienti, la ricostruzione iniziale ha venuto a mancare dovuto lo sfregio intorno all'innesto (contrattura capsulare) che causa il dolore o la deformità. Altri pazienti hanno avuti le infezioni o altre complicazioni in relazione con l'innesto, o sono stati scontentati in seguito all'apparizione del petto ricostruito.

La seconda ricostruzione è stata eseguita una media di circa 3,5 anni dopo la procedura iniziale. Entrambi i petti sono stati ricostruiti in 55 pazienti, per complessivamente 192 alettoni. I risultati sono stati valutati facendo uso del PETTO convalidato? Questionario di Q©, che valuta i vari aspetti di qualità di vita dopo ricostruzione del petto.

I risultati hanno indicato che la ricostruzione autologa dopo errore di ricostruzione iniziale dell'innesto è una procedura sicura. Le tariffe di complicazione erano simili agli studi precedenti, malgrado le ulteriori sfide posate tramite contrattura capsulare o la radioterapia precedente.

L'analisi delle risposte di BREAST-Q ha mostrato “un alto livello di soddisfazione e di qualità di vita„ dopo ricostruzione autologa. Circa un quarto dei pazienti ha compilato il BREAST-Q dopo entrambe le procedure dell'innesto. Questo gruppo ha avuto miglioramenti significativi nella soddisfazione in seguito all'apparizione dei petti, del benessere psicosociale e del benessere fisico del torace.

La soddisfazione migliore anche riferita delle donne con benessere globale sul BREAST-Q. Quello era malgrado una diminuzione nel benessere fisico dell'addome, relativo al sito erogatore del tessuto nell'addome.

L'innesto e la ricostruzione autologa ciascuno presentano i vantaggi per ricostruzione del petto dopo la mastetomia. Mentre la ricostruzione facendo uso dei propri tessuti del paziente può fornire un petto naturale-apparente, a ricostruzione basata a innesto è più ampiamente - disponibile e meno costosa. Entrambe le procedure sono sicure e forniscono i buoni risultati ricostruttivi.

Il nuovo studio è uno soltanto di alcuni per valutare i risultati di ricostruzione autologa dopo a ricostruzione basata a innesto guastata ed il primo per usare il questionario convalidato di BREAST-Q. I risultati mostrano i miglioramenti nel benessere fisico e psicologico per questo gruppo di superstiti del cancro al seno come pure la soddisfazione aumentata in seguito all'apparizione del petto o dei petti ricostruiti.

“Indipendentemente da ragione per l'errore dell'innesto, questo studio mostra il cambiamento al tessuto autologo dopo che la rimozione dell'innesto è sicura,„ il Dott. Disa ed i co-author concludono. Mentre ci possono essere alcune ulteriori sfide relative al trattamento ed alla ricostruzione di cancro al seno precedenti, aggiungono, “la procedura hanno una tariffa di complicazione accettabile.„