Preoccupazione crescente circa l'incidenza della malattia renale cronica

La malattia renale cronica è definita come anomalia della struttura o della funzione del rene che persistono per più di tre mesi. È prevalente, pregiudicando 10,4% degli uomini e 11,8% delle donne, universalmente. La malattia renale cronica può progredire tali che fra 5,3 e 10,5 milione di persone hanno bisogno della terapia della sostituzione del rene sotto forma di dialisi o di trapianto. Sebbene ci siano molti che non ricevano questi trattamenti dovuto mancanza di risorsa o di barriere finanziarie.

Il numero dei pazienti influenzati sta sviluppandosi. La tariffa di incidenza non regolata della terapia renale della sostituzione fra tutti i paesi rappresentati nella registrazione renale europea era nel 2016 121 per milione - confrontato precedentemente nel 2011 a 117 per milione popolazioni cinque anni. Ciò in gran parte è spiegata dall'aumento significativo nella decade precedente dal numero della gente che soffre dal diabete e dall'ipertensione, circostanze che possono piombo alla malattia renale cronica. Circa 425 milione adulti (20-79 anni) stavano vivendo con il diabete nel 2017 e questa figura aumenteranno più ulteriormente a 629 milioni da ora al 2045, secondo la federazione internazionale del diabete. Il numero della gente influenzata da ipertensione è aumentato nel 2015 da 594 milioni nel 1975 a più 1,1 miliardo. Il diabete e l'ipertensione sono la due maggior parte delle cause comuni di insufficienza renale che richiedono la dialisi: uno in tre pazienti sulla sostituzione renale di bisogno di dialisi secondaria a diabete. In molti casi, lo sviluppo del diabete e l'ipertensione è evitabili.

“Contro lo sfondo dei numeri in continuo aumento dei pazienti con il diabete e l'ipertensione, c'è fonte di preoccupazioni che l'incidenza della malattia renale cronica, anche, continuerà a sollevare„, spiega Presidente il professor Carmine Zoccali di ERA-EDTA. “Siamo preoccupati che soltanto stiamo vedendo la punta dell'iceberg ora. Ecco perché ERA-EDTA ha deciso di sviluppare la consapevolezza con formazione e di fornire il materiale alla prevenzione dell'aiuto.„

È non solo l'aumento drammatico nell'incidenza che è di preoccupazione ma anche del rischio significativo di affezione e di morte connesse con la malattia renale cronica. “Anche, se molti pazienti con la funzione alterata del rene non si sentono male su un lungo periodo di tempo, sono particolarmente ad un ad alto rischio di molti altri risultati di salubrità, particolarmente complicazioni cardiache pericolose.„ Uno studio recentemente pubblicato ha indicato che i pazienti renali sono pazienti molto complessi - hanno più comorbidities e l'elevato rischio della mortalità, una volta confrontati ai pazienti gestiti dall'altra inclusione di specialità degli specialisti della malattia infettiva, dei pulmonologists, degli ematologi, dei reumatologi, dei gastroenterologi, dei cardiologi, degli endocrinologi e dei medici di famiglia.

“Questo significa che abbiamo i pazienti più vulnerabili e l'incidenza della malattia renale cronica sta aumentando ancora più. Ecco perché dobbiamo alzare le nostre voci ed ora agire„, spiega il professor Zoccali. “La prevenzione della malattia renale cronica deve trasformarsi in in un argomento generale nel discorso pubblico.„