I meccanismi della resistenza dell'insetticida urtano la trasmissione del virus del Nilo occidentale

In un contesto di esageri degli insetticidi, che piombo alla selezione delle zanzare resistenti, già è conosciuto che questa resistenza alle interazioni di influenze degli insetticidi fra le zanzare e gli agenti patogeni che trasmettono. I ricercatori dal Institut Pasteur (Parigi) ed i sui partner provano che i meccanismi della resistenza dell'insetticida, osservati nel vettore di quinquefasciatus del Culex, urtano la trasmissione del virus del Nilo occidentale.

Durante le ultime decadi, i virus artropodo-sopportati (arbovirus) quella sanità di influenza quale febbre rompiossa, il chikungunya, Zika o i virus del Nilo occidentali hanno catturato la tappa centrale a causa degli scoppi o persino delle pandemie epidemici che pregiudicano il mondo. In assenza dei vaccini e dei trattamenti terapeutici, il controllo degli arbovirus conta pricipalmente sul controllo delle popolazioni della zanzara.

Le conseguenze dell'esagerare degli insetticidi

L'uso degli insetticidi lungamente è stato il metodo unico per diminuire le densità della zanzara e per interrompere così la trasmissione degli arbovirus. Tuttavia, l'esagerare degli insetticidi piombo alla selezione delle zanzare con i geni di resistenza dell'insetticida. La resistenza dell'insetticida è stata riferita alle interazioni di influenza fra le zanzare e gli agenti patogeni che trasmettono.

“Forniamo la prima prova dell'impatto di due meccanismi principali della resistenza dell'insetticida sulla trasmissione dell'arbovirus„, spieghiamo Anna-Bella Failloux, testa degli arbovirus e del laboratorio di vettori di insetto al Institut Pasteur.

Competenza di vettore a due arbovirus

“Facendo uso delle infezioni sperimentali, abbiamo confrontato la competenza di vettore di insetticida-resistente e - zanzare suscettibili di quinquefasciatus del Culex (modifica dell'obiettivo e sovrapproduzione degli enzimi di disintossicazione) a due arbovirus, virus della febbre della Rift Valley (RVFV) e virus del Nilo occidentali (WNV).„ Per RVFV, la competenza di vettore rimane identicamente se la zanzara è resistente o suscettibile. Tuttavia, le zanzare resistenti trasmettono migliore WNV che le zanzare suscettibili.

“I nostri risultati sottolineano l'importanza di comprensione degli effetti della resistenza dell'insetticida su competenza di vettore e richiedono il riesame delle strategie di controllo di vettore limitando la produzione delle zanzare insetticida-resistenti.„

Sorgente: https://www.pasteur.fr/en/research-journal/insecticide-resistance-genes-affect-vector-competence-west-nile-virus