Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I meccanismi della resistenza dell'insetticida urtano la trasmissione del virus del Nilo occidentale

In un contesto di esageri degli insetticidi, che piombo alla selezione delle zanzare resistenti, già è conosciuto che questa resistenza alle interazioni di influenze degli insetticidi fra le zanzare e gli agenti patogeni che trasmettono. I ricercatori dal Institut Pasteur (Parigi) ed i sui partner provano che i meccanismi della resistenza dell'insetticida, osservati nel vettore di quinquefasciatus del Culex, urtano la trasmissione del virus del Nilo occidentale.

Durante le ultime decadi, i virus artropodo-sopportati (arbovirus) quella sanità di influenza quale febbre rompiossa, il chikungunya, Zika o i virus del Nilo occidentali hanno catturato la tappa centrale a causa degli scoppi o persino delle pandemie epidemici che pregiudicano il mondo. In assenza dei vaccini e dei trattamenti terapeutici, il controllo degli arbovirus conta pricipalmente sul controllo delle popolazioni della zanzara.

Le conseguenze dell'esagerare degli insetticidi

L'uso degli insetticidi lungamente è stato il metodo unico per diminuire le densità della zanzara e per interrompere così la trasmissione degli arbovirus. Tuttavia, l'esagerare degli insetticidi piombo alla selezione delle zanzare con i geni di resistenza dell'insetticida. La resistenza dell'insetticida è stata riferita alle interazioni di influenza fra le zanzare e gli agenti patogeni che trasmettono.

“Forniamo la prima prova dell'impatto di due meccanismi principali della resistenza dell'insetticida sulla trasmissione dell'arbovirus„, spieghiamo Anna-Bella Failloux, testa degli arbovirus e del laboratorio di vettori di insetto al Institut Pasteur.

Competenza di vettore a due arbovirus

“Facendo uso delle infezioni sperimentali, abbiamo confrontato la competenza di vettore di insetticida-resistente e - zanzare suscettibili di quinquefasciatus del Culex (modifica dell'obiettivo e sovrapproduzione degli enzimi di disintossicazione) a due arbovirus, virus della febbre della Rift Valley (RVFV) e virus del Nilo occidentali (WNV).„ Per RVFV, la competenza di vettore rimane identicamente se la zanzara è resistente o suscettibile. Tuttavia, le zanzare resistenti trasmettono migliore WNV che le zanzare suscettibili.

“I nostri risultati sottolineano l'importanza di comprensione degli effetti della resistenza dell'insetticida su competenza di vettore e richiedono il riesame delle strategie di controllo di vettore limitando la produzione delle zanzare insetticida-resistenti.„

Sorgente: https://www.pasteur.fr/en/research-journal/insecticide-resistance-genes-affect-vector-competence-west-nile-virus