La ricerca ha potuto potenzialmente piombo ai nuovi trattamenti per le malattie neurodegenerative

Gli scienziati dall'università di Sheffield hanno identificato le nuove molecole del messaggero mosse fra le celle in grado di contribuire a proteggere la sopravvivenza dei neuroni - potenzialmente principali ai nuovi trattamenti per il MND.

La ricerca aprente la strada ha scoperto il ruolo di piccola molecola che può regolamentare le grandi cascate di segnalazione e significativamente migliora la sopravvivenza dei neuroni - qualcosa che contribuisse ad aprire la strada identificare e sviluppare le nuove terapie per le malattie neurodegenerative.

Il MND, anche conosciuto come la sclerosi laterale amiotrofica (ALS), è un disordine neurogenerative devastante che pregiudica i nervi - neuroni di motore - nel cervello ed il midollo spinale che dicono ai vostri muscoli che cosa fare. I messaggi da questi nervi gradualmente smettono di raggiungere i muscoli, piombo per indebolirsi, si irrigidiscono e finalmente spreco. La malattia progressiva pregiudica la capacità di un paziente di camminare, parlare, mangiare e respirare. Il MND pregiudica 5.000 adulti nel Regno Unito e non c'è corrente maturazione.

Circa 10 per cento delle casse del MND sono ereditati ma i 90 per cento rimanenti delle casse del MND sono causati dalle interazioni genetiche ed ambientali complesse che non sono corrente buono capite - questa è conosciuta come MND sporadico. La causa genetica conosciuta più comune del MND è una mutazione del gene C9orf72.

Sebbene il MND pregiudichi la sopravvivenza dei neuroni, l'altra cella supportante digita quali i astrocytes - celle glial a forma di stella nel cervello e nel midollo spinale - svolge un ruolo importante nella progressione della malattia. Normalmente responsabile della conservazione dei neuroni protetti e nutriti, i astrocytes possono diventare tossici in MND. In un organismo sano, queste celle rilasciano le caselle delle vescicole che contengono i messaggi per comunicare con altre celle. In MND, queste vescicole extracellulari (EVs) possono contenere i fattori tossici - più non supportando i neuroni ma invece contribuendo alla loro morte.

La nuova ricerca, piombo dal Dott. Laura Ferraiuolo dall'università di Insitute di Sheffield della neuroscienza di traduzione (SITraN) ha trovato che quando la molecola del micro-RNA - che può regolamentare le grandi cascate di segnalazione - è presentata ad una cultura del neurone del astrocyte-motore, la sopravvivenza dei neuroni è stata migliorata significativamente.

Il micro-RNA identificato nello studio, chiamato miR-494-3p, regolamenta i geni in questione nel mantenimento la salubrità e della resistenza degli assoni dei neuroni. I ricercatori egualmente hanno trovato che miR-494-3p è stato vuotato significativamente in celle derivate dai patitents con il MND sporadico.

Il Dott. Ferraiuolo da SITraN e autore principale dello studio ha detto: “Quando un modulo artificiale di miR-494-3 è stato introdotto alla cultura del neurone del astrocyte-motore, la sopravvivenza dei neuroni è stata migliorata significativamente.

“Lo studio indica che riparare micro--RNAs vuotato può migliorare la sopravvivenza delle cellule. I risultati non solo fanno più indicatore luminoso sui meccanismi di questa malattia complessa, ma tengono il potenziale massiccio per l'identificazione e lo sviluppo di nuove terapie per ALS ed altre malattie neurodegenerative.„