I Gerontologists valutano il cambiamento nello stato funzionale dei pazienti dopo la procedura della sostituzione della valvola

Pregiudicando stimato in otto genti più vecchie di 75, stenosi della valvola aortica - una limitazione dell'arteria principale del cuore - rendono il lavoro del cuore più duro fornire all'organismo sangue, potenzialmente limitando i livelli di radioattività del paziente e la qualità di vita. Infine, la stenosi aortica può piombo per segnare, l'aritmia, infarto e morte.

Pensando migliorare la longevità come pure riparare la qualità di vita, pazienti con stenosi aortica sempre più opti per una di due procedure riparare l'aorta; sostituzione chirurgica della valvola aortica (SAVR), che richiede l'apertura dell'intercapedine di torace, o sostituzione della valvola aortica del transcatheter (TAVR), una procedura minimo-dilagante sempre più popolare. Tuttavia, mentre la riparazione della valvola è stata indicata alla longevità di aumento, la qualità di vita di molti pazienti continua a diminuire.

In un documento pubblicato oggi nel giornale della medicina interna di American Medical Association, i gerontologists principali al centro medico di Beth Israele Deaconess (BIDMC) hanno valutato il cambiamento nello stato funzionale dei pazienti durante l'anno che segue procedura della sostituzione della valvola. Il gruppo, piombo da Dae Hyun Kim, MD, ha dimostrato che i risultati pazienti sono stati collegati strettamente a stato di salute preoperatorio dei pazienti ed egualmente è stato associato con le complicazioni ed il delirio postoperatori.

“La qualità di vita può essere più significativa di longevità agli adulti più anziani,„ ha detto Kim, un assistente universitario di medicina nella divisione di BIDMC di gerontologia. “Sebbene i risultati procedurali per TAVR e SAVR siano migliorato col passare del tempo, il declino funzionale dopo la procedura è comune. Informazioni sulla probabilità di vedere miglioramento dopo che la procedura è essenziale affinchè la cura decisionale e perioperative paziente-centrata migliori il ripristino funzionale.„

Per spigolare quelle informazioni, Kim ed i colleghi hanno condotto le valutazioni geriatriche complete per 246 pazienti più vecchi di 70 prima del subire le procedure di SAVR o di TAVR. Dopo, i ricercatori hanno calcolato lo stato funzionale dei partecipanti facendo uso di un indice analitico standard di debolezza comunemente usato in geriatria. Dopo che i pazienti hanno subito le procedure di riparazione della valvola, interviste di telefono condotte ricercatori per valutare i pazienti auto-riferiti la capacità di eseguire un intervallo delle mansioni mentali e fisiche quotidiane - come la camminata su un volo delle scale, la manipolazione degli oggetti piccoli e gestione degli un, tre, sei, nove e 12 mesi soldi dopo la procedura.

Il gruppo ha trovato che i pazienti con alto stato funzionale ed i punteggi più bassi sull'indice analitico di debolezza prima della sostituzione della valvola sono andato il più bene dopo. Dopo che SAVR - una procedura a cuore aperto riservata a quelle abbastanza bene per tollerare l'ambulatorio - tre quarti dei pazienti avvertono il miglioramento funzionale, con una stalla rimanente di 19 per cento ed appena quattro per cento che avvertono un declino. Fra coloro che ha subito il TAVR minimo-dilagante - per definizione un gruppo più delicato - soltanto 37 per cento dello stato funzionale dei pazienti migliore. La quantità circa lo stesso di pazienti, 38 per cento, non ha veduto miglioramento, mentre quasi un quarto dei pazienti ha continuato a diminuire.

Punteggi di indice analitico della debolezza dei pazienti prima del subire le procedure della sostituzione della valvola contribuite a predire le probabilità dei pazienti di miglioramento, di stabilità o del declino. Il delirio postoperatorio e le complicazioni importanti egualmente sono stati collegati ai declini nello stato funzionale dopo le procedure.

Gli scienziati notano questi dati non confrontano l'efficacia di SAVR contro TAVR, ma possono informare il processo decisionale del paziente e del medico.

“Questi molto probabilmente, il migliore caso e gli scenari peggiori possono essere comunicati al paziente,„ ha detto il ricercatore senior Lewis A. Lipsitz, professore di medicina nella divisione di gerontologia a chi è egualmente Direttore dell'istituto di Marcus per la ricerca invecchiante ad ebreo SeniorLife. “Per i pazienti che sono delicati, possiamo considerare determinati interventi per ottimizzare la salubrità prima della riparazione della valvola.„

Sorgente: https://www.bidmc.org/