La droga che cura il cancro al seno può essere efficace nel trattamento il polmone e del cancro ovarico

Due nuovi documenti, pubblicati simultaneamente nelle comunicazioni della natura e piombo dai ricercatori alla McGill University, offrono la promessa che una droga corrente usata per curare il cancro al seno positivo dell'estrogeno può essere efficace nel trattamento dei due tipi differenti di cancri, un modulo comune raro ed un.

La scoperta dell'innovazione che lancia questa ricerca è venuto nel 2014 quando il Dott. William Foulkes, professore di James McGill nei dipartimenti di medicina, dell'oncologia e della genetica umana alla facoltà di McGill di medicina, ha mostrato quel piccolo carcinoma delle cellule dell'ovaia, tipo hypercalcemic (SCCOHT), un raro ma il cancro altamente interno il quale soprattutto direzione le più giovani donne, è causato dalle mutazioni nel gene SMARCA4.

La sfida si è trasformata in come trovare un modo sfruttare questa carenza genetica per migliorare l'ossequio questi pazienti. Aumentando alla sfida era il Dott. Sidong Huang, assistente universitario nel dipartimento della biochimica alla facoltà di McGill di medicina ed all'autore senior su entrambi i documenti. Prepararsi per molti anni nella genomica funzionale, il Dott. Huang ha unito McGill con lo scopo di lavorare ai problemi importanti in oncologia. “Lavorare a qualcosa come SCCOHT è sembrato una scelta ovvia poichè è una malattia genetica unica determinata da perdita di singolo gene, SMARCA4,„ spiega il Dott. Huang, che è egualmente un membro del centro di ricerca sul cancro di Goodman di McGill.

Una collaborazione fra il Dott. Huang ed il Dott. Foulkes è seguito, con il professor il Dott. Janusz Rak all'istituto di ricerca del centro sanitario di McGill University (RI-MUHC), il Dott. Barbara Vanderhyden all'istituto di ricerca dell'ospedale di Ottawa ed il Dott. Sriram Venneti di McGill del collega all'università del Michigan. Attraverso il loro lavoro, il Dott. Huang ed il suo studente Yibo Xue, il primo autore di PhD dei documenti, potevano identificare quello che mira alle chinasi cyclin-dipendenti 4/6 (CDK4/6) ha esposto una vulnerabilità nei cancri di SMARCA4-deficient.

“Che cosa sta eccitando clinicamente circa questo lavoro è che gli inibitori CDK4/6 sono stati usati per anni, in modo da sono conosciuti molto bene ed il loro profilo di sicurezza è stabilito,„ nota il Dott. Foulkes che è egualmente testa del laboratorio della genetica del Cancro alla signora Davis Institute del policlinico ebreo e un ricercatore al RI-MUHC.

“Nel caso di SCCOHT, in particolare, è incoraggiante trovare le droghe attuali che possono provare efficace perché questo è così cancro raro che è improbabile essere l'argomento di sviluppo dedicato della droga,„ aggiunge il Dott. Huang. “Ancora, i pazienti possono anche trarre giovamento dall'immunità antitumorale avviata dagli inibitori CDK4/6 come recentemente indicati in altri cancri, oltre all'inibizione diretta del tumore da queste droghe„.

Sebbene molto più comune di SCCOHT, il non piccolo cancro polmonare delle cellule (NSCLC) possa essere molto difficile da fare maturare. “Abbiamo esteso il lavoro di SCCOHT fino NSCLC abbiamo realizzato che circa 10% di questi tumori comuni egualmente mancano di SMARCA4,„ spiegano Xue.

La prova è stata ottenuta entrambi gli in vitro sulle cellule tumorali umane e in vivo sui modelli animali che gli inibitori di CDK sono efficaci ad acquietare i tumori di SMARCA4-deficient.

“Il fatto queste droghe lavorate era un po così bene sorprendente,„ dice il Dott. Foulkes. “Forse funziona perché la proteina che è mirata a è ai livelli criticamente bassi nel tumore - abbastanza appena tenere il tumore vivo, ma ancora suscettibile del blocco.„

“Questo è contrariamente alla richiesta iniziale di questa classe di droghe di curare i cancri al seno che livelli elevati spesso precisi della stessa proteina,„ aggiunge il Dott. Huang. “Così, i nostri risultati potenzialmente estendono le applicazioni di queste droghe.„

Il meccanismo preciso da cui questi inibitori particolari funzionano nei cancri differenti deve ancora definitivo essere determinato. Ma, dice il Dott. Foulkes, questo è una domanda accademica; a condizione che le droghe provi efficace, l'impatto clinico è innegabile.

“Il punto seguente sta vedendo se queste droghe funzionano in pazienti con SCCOHT o NSCLC con la carenza SMARCA4 e nell'identificazione degli altri obiettivi supplementari della droga in questi cancri da inibire congiuntamente agli inibitori CDK4/6 per sormontare la resistenza potenziale,„ dice il Dott. Huang.

“Il sogno sarebbe di curare questi cancri, ma tutto il suggerimento di una risposta sarebbe un passo avanti positivo, in particolare perché i trattamenti correnti per le donne direzione con SCCOHT hanno efficacia limitata,„ conclude il Dott. Foulkes.

Sorgente: https://www.mcgill.ca/newsroom/channels/news/shared-genetic-marker-offers-new-promise-targeting-specific-ovarian-and-lung-cancers-293962