La terapia derivata dalle guide dei vermi parassitari protegge da uno degli effetti secondari della chemioterapia

Una terapia derivata dalle uova dei vermi parassitari contribuisce a proteggere da uno degli effetti secondari debilitanti della chemioterapia significativamente downregulating le vie proinflammatory importanti e diminuendo l'infiammazione, indica il primo delineamento transcriptome di ampiezza della vescica durante dalla la cistite emorragica indotta ifosfamide.

I risultati di modello sperimentali di studio sono stati pubblicati il 7 febbraio 2019 online, nei rapporti scientifici.

Con cistite emorragica, una circostanza che può essere avviata tramite le terapie anticancro come il ifosfamide della droga della chemioterapia ed altri oxazaphosphorines, il rivestimento della vescica è infiammata e comincia a sanguinare. I trattamenti attuali sul servizio portano i loro propri effetti secondari e la terapia principale non tratta la cistite emorragica stabilita.

Intorno al mondo, la gente può essere esposta alle uova parassitarie dello Schistosoma con d'acqua dolce contaminato. Una volta dentro l'organismo, i vermi parassitari accoppiano e producono le uova; queste uova sono il grilletto per i sintomi come infiammazione. Per tenere i loro host dell'essere umano vivi, i vermi parassitari tamp giù l'infiammazione in eccesso secernendo una proteina obbligatoria con i beni antinfiammatori.

Con quella conoscenza biologica in mente, un gruppo di ricerca piombo da Michael H. Hsieh, M.D., Ph.D., ha provato un d'una sola dose di IPSE, molecola antinfiammatoria d'induzione e Schistosoma parassita-derivata di un Interleukin-4 ed ha trovato che ha diminuito l'infiammazione, spurgo e urothelial mutare quello si presenta con cistite emorragica in relazione con ifosfamide.

In questo progetto di seguito, i modelli sperimentali sono stati trattati con il ifosfamide per imparare più circa le potenze protettive di IPSE.

I modelli preclinici sono stati dati salino o IPSE prima che la sfida di ifosfamide. Le vesciche dei modelli sperimentali trattati con il ifosfamide hanno avute sintomi classici, compreso il profondo gonfiamento (edema), la contrazione dysregulated, lo spurgo e mutare urothelial. Al contrario, i modelli sperimentali “pretrattati„ con IPSE sono stati protetti dal mutare urothelial e l'infiammazione, il gruppo di studio ha trovato.

Il delineamento trascrizionale delle vesciche dei modelli sperimentali ha trovato la cascata proinflammatory di IL-1-B TNFa-IL-6 via NFkB e le vie STAT3 che serviscono da driver chiave di infiammazione. Il pretrattamento con IPSE ha tagliato la sovraespressione di Il-1b, di Tnfa e di Il6 da 50 per cento. IPSE ha guidato il downregulation significativo delle vie proinflammatory importanti, compreso le vie di IL-1-B TNFa-IL-6, la segnalazione dell'interferone e (ma non ha eliminato) lo sforzo ossidativo diminuito.

“Catturato insieme, abbiamo identificato le impronte di infiammazione di acuto-fase e lo sforzo ossidativo in vescica ifosfamide-danneggiata, che sono invertite tramite pretrattamento con IPSE,„ dice il Dott. Hsieh, un urologo al sistema nazionale della salubrità dei bambini e l'autore senior dello studio. “Questi risultati preliminari rivelano parecchie vie che potrebbero essere mirate a dal punto di vista terapeutico per impedire dalla la cistite emorragica indotta ifosfamide in esseri umani.„

Quando determinate droghe della chemioterapia sono metabolizzate dall'ente, l'acroleina della tossina è prodotta e si accumula in urina. il Na del solfonato di 2 mercaptoethane (MESNA) lega ad acroleina per impedire il urotoxicity. Al contrario, IPSE mira all'infiammazione alla sorgente, invertente i cambiamenti infiammatori che danneggiano la vescica.

“Il nostro lavoro dimostra che ci può essere potenziale terapeutico per le molecole antinfiammatorie naturali, compreso i fattori agente-derivati, come terapie alternative o complementari per da cistite emorragica indotta ifosfamide,„ il Dott. Hsieh aggiunge.