Le gioventù di LGBTQ sono più probabili soffrire i risultati negativi nel sistema di benessere dell'infanzia

La lesbica, il gay, il bisessuale, il transessuale e le gioventù interroganti (LGBTQ) sono più probabili finire in affidamento di minore o alloggio instabile e soffrire i risultati negativi, quali abuso di sostanza o le emissioni di salute mentale, mentre vivono nel sistema di benessere dell'infanzia, secondo la nuova ricerca dall'università del Texas ad Austin.

In un documento dell'11 febbraio nella pediatria del giornale, i ricercatori hanno esaminato la 593.241 gioventù che vive nella California nei gradi 6-12. Meno di 1 per cento del campione stava vivendo in affidamento di minore o alloggio instabile. Ma i ricercatori hanno trovato che più di 30 per cento delle gioventù hanno esaminato chi stavano vivendo nell'affidamento di minore identificato come LGBTQ. Più di 25 per cento di quelli hanno esaminato chi stavano vivendo in alloggio instabile, definito come vivendo alla casa di un amico, al motel, alla protezione o all'altro alloggio temporaneo, identificati come LGBTQ.

“La gente è stata interessata per un po di tempo che la gioventù di LGBTQ è sovrarappresentata nel sistema di benessere dell'infanzia, ma c'è stato poca prova -- finora,„ ha detto Stephen il T. Russell, presidenza del dipartimento dello sviluppo e delle scienze umani della famiglia all'università del Texas ad Austin.

I ricercatori egualmente hanno trovato che le gioventù di LGBTQ che vivono in affidamento di minore o alloggio instabile erano più probabili essere oppresse, soffrono dai problemi sanitari di salute mentale, hanno qualità inferiori, banco di salto perché hanno ritenuto pericolosi ed hanno livelli elevati di abuso di sostanza.

“C'è stato molta preoccupazione che il sistema di benessere dell'infanzia è sovraccaricato in primo luogo e che le emissioni come distinzione della gioventù di LGBTQ ed i loro bisogni distinti sono una complessità supplementare per la gioventù che è già vulnerabile, appena tramite la definizione di essere nel sistema di benessere dell'infanzia,„ Russell hanno detto. “Non stiamo investendo abbastanza nei sistemi e non stiamo mettendo a fuoco abbastanza sui bisogni distinti di alcuni dei capretti più vulnerabili, compreso i capretti di LGBTQ.„

Le gioventù di LGBTQ probabilmente stanno finendo nel sistema di affidamento di minore o nell'alloggio instabile per parecchie ragioni, compreso il rifiuto dalle loro famiglie o stanno fuggendo perché hanno ritenuto pericolose, Russell hanno detto, ma la più ricerca è necessaria capire perché stanno finendo nel sistema adottivo o nell'alloggio instabile.

In un documento di annesso più presto questo mese, che è comparso nella pedofilia e nella negligenza del giornale, Russell ed i colleghi ha esaminato un campione nazionalmente rappresentativo ed ha trovato che le gioventù della lesbica, del gay e del bisessuale erano quasi 2,5 volte probabili finire nel sistema adottivo come loro pari eterosessuali. L'identità di genere non è stata esaminata in quello studio.

I ricercatori hanno precisato che soltanto 13 stati proteggono le gioventù nel sistema di benessere dell'infanzia da discriminazione basata sulle tendenze sessuali.

Laura Baams dell'università di Groninga e di Bianca Wilson dell'università di California egualmente ha contribuito alla ricerca. La ricerca è stata supportata dall'istituto nazionale di Eunice Kennedy Shriver per la salute dei bambini e lo sviluppo umano, le Comunità per appena il fondo dei banchi e il Priscilla accumulano la dotazione di Flawn all'università del Texas ad Austin.

Sorgente: https://www.utexas.edu/

Advertisement