Il supplemento nutrizionale economico per le donne può contribuire a migliorare la crescita del feto

I risultati allo dallo studio fondato NIH hanno potuto combattere la denutrizione nelle aree difficili del mondo

Per le donne nelle impostazioni del risorsa-povero, catturando un determinato supplemento nutrizionale quotidiano prima che la concezione o nella gravidanza iniziale possa fornire abbastanza di una spinta per migliorare la crescita del feto, secondo uno studio costituito un fondo per dagli istituti della sanità nazionali. Il supplemento economico consiste dell'estratto del latte scremato in polvere, della soia e dell'arachide mescolato in una consistenza butirrosa dell'arachide. Pesando di meno che un'oncia, il supplemento è fortificato con le vitamine ed i minerali essenziali e fornisce la proteina e gli acidi grassi che mancano spesso nelle diete delle donne.

Gli studi sono stati intrapresi dai ricercatori nell'istituto nazionale di Eunice Kennedy Shriver della salute dei bambini e della rete globale umana dello sviluppo (NICHD) per la ricerca della salubrità dei bambini e delle donne. Lo studio egualmente ha ricevuto il supporto da Bill e dalle fondamenta di Melinda Gates.

I ricercatori hanno distribuito il supplemento alle donne nelle zone rurali della repubblica democratica del Congo, del Guatemala, dell'India e del Pakistan. Approssimativamente 7.300 donne sono state ripartite con scelta casuale a o ricevono il supplemento tre mesi prima che concezione o durante il primo acetonide (terzo) della gravidanza o non ricevono supplemento all'infuori di cui possono ricevere dai servizi sanitari locali. Le donne nei gruppi di supplemento erano 31 per cento meno probabili da avere un infante che era di più breve lunghezza (arrestata) alla nascita e 22 per cento meno probabile avere un infante che era piccolo per l'età gestazionale. Secondo gli autori, questi risultati indicano che è possibile nelle aree difficili migliorare a buon mercato la nutrizione materna prima e nelle fasi iniziali di gravidanza.

Sorgente: https://www.nichd.nih.gov/newsroom/news/021119-pregnancy-supplement