Lo studio stima il valore di investimento in antibiotico per diminuire la ripercussione nella pandemia di influenza

Ci sono stati approssimativamente tre scoppi pandemici globali di influenza ogni secolo per i quattrocento anni scorsi, di cui ciascuno hanno provocato un gran numero di infezioni e di morti. Le infezioni batteriche secondarie sono state responsabili di una proporzione significativa di morti nelle pandemie precedenti.

Le pianificazioni pandemiche di preparazione richiedono le azioni di mantenimento dei antivirals, degli antibiotici e dei vaccini; tuttavia, il valore dell'accumulazione o di conservazione dell'efficacia degli antibiotici rimane inesplorato malgrado l'alta morbosità delle infezioni batteriche secondarie e l'inefficacia crescente degli antibiotici dovuto la minaccia emergente di salute pubblica dei superbugs resistenti agli antibiotici. In caso di pandemia di influenza significativa, le infezioni secondarie causate dai batteri resistenti della pan-droga prevalente hanno potuto essere catastrofiche. Gli efficaci antibiotici in futuro sono indispensabili nel caso di una pandemia di influenza.

In un nuovo studio pubblicato nell'economia di salubrità del giornale, i ricercatori a CDDEP, l'università di Strathclyde in Scozia e l'università di Wageningen nei Paesi Bassi hanno sviluppato una struttura matematica per stimare il valore di investimento nello sviluppare e nella conservazione dell'antibiotico per attenuare il carico delle infezioni batteriche causate dallo staphylococcus aureus resistente durante lo scoppio pandemico di influenza. Il modello, che è basato sui presupposti BRITANNICI di pianificazione di preparazione, trovato che il valore di trattenimento dell'antibiotico orale novello efficace può essere positivo e significativo a meno che la pandemia sia delicata e causa poche infezioni secondarie con lo sforzo resistente o se la maggior parte dei pazienti può essere trattato per via endovenosa.

“Sebbene l'influenza sia causata da un virus, che non può essere trattato con gli antibiotici, le infezioni batteriche secondarie sono una causa della morte importante e l'inabilità e la resistenza a antibiotici è una barriera importante a trattare queste infezioni,„ ha detto Ramanan Laxminarayan, Direttore di CDDEP e l'autore dell'anziano dello studio. “Questo studio indica che il valore di efficace antibiotico contro le infezioni stafilococciche, come polizza d'assicurazione contro le pandemie future, è fra $3 e 4 miliardo al riferimento„.