Forza maggiore di vita, trattamento neurale aumentato durante l'associazione di trauma intensificare i sintomi di memoria PTSD

Uno studio in psichiatria biologica: La neuroscienza conoscitiva e Neuroimaging studia che cosa incita qualche gente più probabilmente per sviluppare PTSD dopo le esperienze traumatiche

Forza maggiore di vita e trattamento neurale aumentato durante l'associazione di evento traumatico aumentare la frequenza delle memorie traumatiche intrusive e dell'emergenza che causa, secondo un nuovo studio in psichiatria biologica: Neuroscienza conoscitiva e Neuroimaging. Il trattamento neurale aumentato è stato trovato nelle regioni del cervello importanti per emozione e la memoria. Il ricordo involontario degli eventi traumatici è un sintomo di memoria di disordine post - traumatico di sforzo (PTSD) ed i risultati potrebbero contribuire a spiegare perché qualche gente è suscettibile degli effetti delle esperienze traumatiche ed altre sono resilienti.

“Capendo perché qualche gente sviluppa i pensieri intrusivi di uno stressante o l'evento traumatico ed altri non fanno è un punto importante verso impedire ed il trattamento del disordine post - traumatico di sforzo,„ ha detto Cameron Carter, il MD, editore della psichiatria biologica: Neuroscienza conoscitiva e Neuroimaging.

dovuto la natura del trauma in vivo, che accade a caso e comprende molti generi differenti di forza maggiore, è impossible da esaminare come il trattamento neurale durante gli eventi naturali contribuisce a PTSD. I ricercatori all'università di Salisburgo, Austria, ora hanno terminato il primo studio su due fattori di rischio ben noti di PTSD, facendo uso di fMRI per misurare la funzione del cervello durante il trauma sperimentale. Dopo la sorveglianza delle pellicole preoccupanti della violenza interpersonale severa, i partecipanti di studio hanno riferito che ogni quanto tempo hanno avvertito le memorie intrusive delle pellicole e come affliggendo le memorie erano. “Questo ha permesso che noi studiassimo come il cervello si occupa degli eventi intensamente emozionali,„ ha detto l'autore principale Julina Rattel, il MSc, uno studente di PhD nel laboratorio l'autore di Frank senior Wilhelm, PhD.

“Abbiamo trovato che l'attivazione aumentata del cervello nelle reti neurali specifiche implicate nel trattamento di minaccia, regolamento di emozione e la codifica e consolidamento di memoria ha predetto i ricordi distressing; sebbene, questo sia soltanto il caso in persone che riferiscono parecchie forze maggiori di vita, quali gli incidenti stradali, assalto, fisico medica e abuso sessuale, o disastro naturale,„ ha detto sig.ra Rattel.

“Questo suggerisce che sia esperienza precedente che il livello di attività neurale nel cervello durante l'evento interattivo per determinare se una persona avrà sintomi in relazione con il trauma successivi seguire un'esperienza traumatica,„ ha detto il Dott. Carter.

Sia il trattamento neurale che la forza maggiore di vita sono stati considerati fattori di rischio per PTSD, ma questo è il primo studio per studiare i diversi effetti di ciascuno di questi fattori e come interagiscono per produrre un effetto sinergico. “Lungamente è stato conosciuto che “i colpi ripetuti„ aumentano la vulnerabilità per sviluppare PTSD. I nostri risultati indicano le reti vulnerabili specifiche del cervello che sembrano essere sensibilizzate da questi colpi, successivamente piombo ai sintomi del tipo di PTSD una volta riattivati,„ ha detto sig.ra Rattel.

Sorgente: https://www.elsevier.com/